Il nostro viaggio nei fiordi e ...non solo

Lo scorso mese di aprile mio marito Giovanni (…a proposito…il mio nome è Carla) mi propone l’Irlanda come prossima destinazione per le nostre ferie d’agosto. Non sono molta entusiasta….!! Abbiamo due bimbi, Leonardo e Caterina, di 6 e quasi 4 ...

  • di carla69
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Lo scorso mese di aprile mio marito Giovanni (…a proposito…il mio nome è Carla) mi propone l’Irlanda come prossima destinazione per le nostre ferie d’agosto. Non sono molta entusiasta….!!

Abbiamo due bimbi, Leonardo e Caterina, di 6 e quasi 4 anni e, scolasticamente parlando, ricordo l’Irlanda molto molto piovosa. Decido di fare alcune ricerche per proporre io un’alternativa.

Grazie al sito di Turisti per Caso riesco ad avere le informazioni che volevo (è una fonte utile per chi deve intraprendere un viaggio, soprattutto all’estero). Alla fine la mia preferenza cade sulla Norvegia. Anche Giovanni è concorde….purchè sia Nord a lui va bene qualsiasi destinazione!

Hanno inizio le lunghe ricerche via internet per l’organizzazione del nostro viaggio. Un link molto utile per la Norvegia è www.visitnorway.it. Nel quale si possono trovare molte notizie di carattere generale: documenti richiesti, alloggi, trasporti, ecc. Inoltre è possibile richiedere una serie di depliants e cartine che, gentilmente, ti vengono recapitati a casa nel giro di pochi giorni! A noi sono serviti tantissimo, prima per pianificare il nostro itinerario e poi per cercare i camping dove poter pernottare.

Nel frattempo troviamo anche dei compagni di viaggio. Si tratta di un compagno di lavoro di Giovanni e della sua famiglia: Roberto, Stefania e Luca di 14 anni. Io non conoscevo nessuno di loro. Ci incontreremo un paio di volte prima di partire. Col senno di poi, devo dire che sono stati dei compagni di viaggio davvero speciali, coi quali abbiamo instaurato una buona e allegra sintonia.

Prenotiamo il volo con la Ryanair, decisamente,quello più economico (€.464,00 per noi 4 a/r). Occorre però prenotare con molto anticipo: più si avvicina la data di partenza e maggiore è la spesa. Decidiamo, anche, di prenotare via internet il noleggio auto con la Hertz (€.632,00 tipo Ford CMax compresi i due seggiolini auto per i bimbi). Abbiamo optato per il noleggio di due auto, anziché per un pulmino a 9 posti (sicuramente comodo perché avremmo viaggiato sempre insieme) ma il costo è troppo elevato e con la restrizione del chilometraggio limitato di 1600 km (noi alla fine ne faremo 2700 di km!!)

11 agosto 2009

Giorno della partenza. Ci troviamo alla stazione di Forlì, dove prendiamo il treno delle 11.55 che ci porterà a Bologna. Siamo carichi di bagagli!! La preparazione di quest’ultimi è stata motivo di stress: da una parte l’obbligo di rispettare il limite di peso imposto dalla Ryanair (max 15 kg x bagaglio per ogni persona e 10 kg per il bagaglio a mano) e dall’altra il timore di dimenticare qualcosa o di portare cose inutili.

Arriviamo a Bologna e prendiamo al volo il bus che ci porta all’aeroporto in 20 minuti. Ci mettiamo in fila per il check-in e poi al gate per l’imbarco. In sede di prenotazione del volo abbiamo scelto di pagare €.6,00 a testa in più per usufruire dell’imbarco prioritario. Non è ben chiaro dove ci si deve posizionare, ma alla fine, arrivando un po’ in anticipo, ti fanno salire per primi rispetto agli altri e scegliere i posti migliori. (non sono molti quelli che scelgono l’imbarco prioritario!!)

Alle 16.50 decolliamo…che emozione! La sensazione è strana…dopo tanti anni dall’ultima volta che ho preso l’aereo…non ricordavo più cosa si provasse.

Atterriamo all’aeroporto di Sandefjord. Non è molto grande. Ritiriamo i bagagli e ci dirigiamo allo sportello della Hertz. E ora me tocca con l’inglese!! D’ora in avanti dovremo cavarcela con quel po’ di lingua inglese che conosco. Al termine della vacanza, tutto sommato, mi sentirò soddisfatta di avercela fatta (magari anche a gesti!!!)

Ci consegnano le chiavi di due Hyundai I30, nuove di pacca e con alimentazione a diesel (a proposito il costo del carburante è lo stesso che troviamo in Italia)

  • 15900 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico