NORVEGIA da Stavanger a Trondheim

10 giorni nel sud della Norvegia, 2 coppie di amici, auto a noleggio (Touran con "sarcofago" sul tetto: è l'ideale perchè ci si mettono zaini, k-way, scarponcini e bastoncini x trekking senza sporcare l'auto) Partenza 14 agosto da Bologna,via Amsterdam ...

  • di AndreSte
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

10 giorni nel sud della Norvegia, 2 coppie di amici, auto a noleggio (Touran con "sarcofago" sul tetto: è l'ideale perchè ci si mettono zaini, k-way, scarponcini e bastoncini x trekking senza sporcare l'auto)

Partenza 14 agosto da Bologna,via Amsterdam per arrivare a Stavanger. Ritiro auto a noleggio e poi verso TAU dove abbiamo pernottato (unico hotel prenotato dall'Italia, molto carino Lilland Hotel proprio vicino all'arrivo del traghetto a Tau).

15 agosto: PREIKESTOLEN The Pulpit Rock. Sono 2 ore abbondanti di camminata, in alcuni punti anche con qualche difficoltà, ma ne vale assolutamente la pena, il paesaggio da lassù, 600 mt sul livello del mare e soprattutto a picco sul Lysefjord, è a dir poco mozzafiato. Ci vogliono gli scarponcini da trekking (anche se qualche impavido aveva solo le infradito...ma se comincia a piovere le rocce possono diventare molto scivolose e la storta è dietro l'angolo!)

Pernottamento in una hytte (Mo Lakesgard) a Sand sul fiume (NB: le hytte si sono rivelate essere pulite economiche e molto pratiche: sono ben indicate sulle strade, non è necessario prenotare in anticipo,basta chiedere e si trova sempre da dormire, anche se è ferragosto, ma ci vogliono le lenzuola - che noi avevamo!) PS per i Norvegesi il 15 agosto è la fine del periodo di vacanze, dal 16 agosto ricominciano le scuole, quindi c'è ottima disponibilità per dormire e buoni prezzi perchè è l'inizio della bassa stagione.

16 agosto: da Sand verso nord, tappa a Odda ad una bellissima cascata lungo la strada, fino all'Eidfjord,molto panoramico.

Lungo la strada, tappe paesaggistiche su laghi completamente a specchio e vecchi mulini in legno con tetti ricoperti d'erba.Un escursione a piedi di un'oretta per un pic-nic, anche un posto preso a caso lungo la strada si rivela magico!

Pernottamento in hytte sul Eisefjord

17 agosto: escursione a piedi sull'Herdangervidda (altopiano stupendo, camminate facili e tutte in quota, paesaggi vasti e aperti a 360° con vista su ghiacciai, giornata di sole bellissima!), visita alla Voringfossen (183 mt di salto) dall'alto,sulla strada dopo Voss tappa alla cascata Tvinefossen (molto carina peccato così turistica e trafficata), qui pernottamento difficile da trovare perchè la zona a nord di Voss non è molto turistica. Alla fine abbiamo trovato un alberghetto su un lago, carino e abb pulito e ci siamo accontentati.

18 agosto: Flam > trenino per Myrdal e ritorno (ne avevamo così sentito parlare che non l'abbiamo voluto perdere, ma proprio perchè ci aspettavamo chissà cosa ci ha un pò deluso... Però è cmq un bel giro da fare, anche la fermata alla cascata vale la pena di essere fatta, con tanto di danzatrice celtica che esce dall'acqua! vedere x credere !) dopo il treno, traghetto da Gudvangen verso Kaupanger sul Naerofjord, fiordo + stretto e patrimonio Unesco: davvero bellissimo! Consiglio: se avete l'auto prenotatelo il giorno prima, a volte il servizio è effettuato da un traghetto molto piccolo che tiene poche vetture e se salgono 4 pullman (come capitato a noi) siete certi di restare a terra...e quello successivo arriva dopo circa 3 ore! E' comunque valsa la pena di aspettare, il fiordo è stupendo, abbiamo visto le foche e anche i delfini quando abbiamo raggiunto il Sognefjord.

19 agosto: ghiacciaio Nigardsbreen. STUPENDO!Consiglio: arrivate presto la mattina così vi potete godere al 100% questo posto meraviglioso, raggiungetelo a piedi e non con quella barchetta/caronte che vi traghetta al di là del lago. In fondo sono solo 40 min di camminata piacevole e facile con il ghiacciaio sempre di fronte a voi. Ne vale la pena! La giornata caldissima ci ha fatto arrivare a toccare il ghiaccio in maniche corte, ma dopo poco un colpo di vento ci ha fatto infilare giacche, sciarpa e cuffia di lana! Attrezzatevi per il freddo, l'aria che scende dal ghiacciaio è davvero gelida!

Dopo il ghiacciaio abbiamo ripreso la strada verso LOM: è un incanto di monti,valli,neve,ghiacci,laghi, pecore ...tutto a portata di mano e a soli 1400 mt. Il fatto è che un paesaggio così ti assorbe totalmente e ti verrebbe voglia di non andartene più da quella pace e da quel silenzio.Assolutamente bellissimo

  • 3435 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave