Lofoten, dove l'acqua è più blu

19/08/2008 Partiamo per la Norvegia imbarcandoci a Milano Malpensa su di un volo SAS con scalo a Copenaghen. Arriviamo a Bergen, scendiamo dall’aereo, andiamo a ritirare il nostro bagaglio, due trolley, e…sorpresa! Ne è arrivato uno solo! Se il buongiorno ...

  • di Pulce68
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

19/08/2008

Partiamo per la Norvegia imbarcandoci a Milano Malpensa su di un volo SAS con scalo a Copenaghen.

Arriviamo a Bergen, scendiamo dall’aereo, andiamo a ritirare il nostro bagaglio, due trolley, e…sorpresa! Ne è arrivato uno solo!

Se il buongiorno si vede dal mattino…

L’addetto dell’aeroporto ci rassicura dicendo che la valigia verrà recapitata direttamente in albergo.

Mangiamo due panini (89 NOK) e poi prendiamo un autobus per andare in centro (80 NOK a testa), la navetta Hurtigruten era molto più cara.

Alloggiamo all’Hotel Neptune, a due passi dal mercato del pesce e dal Bryggen.

Il cielo è poco nuvoloso, la temperatura sarà intorno ai 16°C, facciamo un giro per la cittadina, molto carina e caratteristica, soprattutto il vecchio quartiere del Bryggen con le sue sbilenche case di legno.

Ceniamo in un ristorante, prendendo una portata ciascuno, spendendo circa 55 Euro, e cominciamo a metterci il cuore in pace, in Norvegia mangiare e bere costa parecchio! La birra ha un costo spaventoso, può variare, una pinta, da 8 a 10 Euro!

Il tramonto, verso le 21:30 ci regala dei colori stupendi, per la gioia di tutti quelli che si trovano lì con una fotocamera tra le mani.

20/08/2008

La mattina, scendendo per la colazione, scopriamo che la nostra valigia è finalmente arrivata a destinazione.

Quelli dell’albergo dicono che capita spesso nel volo di mezzogiorno con scalo a Copenaghen, probabilmente è troppo poco il tempo tra un volo e l’altro.

Quindi, se dovesse capitarvi, non vi spaventate!

Dopo una bella colazione a base di Salmone torniamo in centro città, con destinazione la funicolare.

Vista la ressa per i biglietti decidiamo di farcela a piedi, la salita non è troppo impegnativa, ci vogliono circa 40 minuti per arrivare in cima, e si attraversa un boschetto disseminato di figure di Troll intagliate nel legno.

Purtroppo il cielo è nuvoloso e la vista, quindi, non è il massimo, i colori sono tutti spenti.

Prendiamo un te e una coca nel bar ristorante (95 NOK) e poi torniamo in città prendendo la funicolare (35 NOK a testa).

Dopo un giro per negozi andiamo a prendere i bagagli per dirigerci verso l’imbarco dell’Hurtigruten.

Alle 16:00 siamo già imbarcati, alle 18:00 la cabina è disponibile e alle 20:00 ci sarà la partenza.

La nave è la Midnatsol, una delle più grandi e moderne della flotta, la cabina è piccola ma confortevole, l’unica pecca è l’aria condizionata perennemente in funzione.

La nave ha una discreta eleganza mantenendo comunque un aspetto abbastanza informale…non so se sono stato chiaro, in poche parole non c’è bisogno di abiti da sera, ti puoi vestire come ti pare, nessuno ci fa caso!

Prenotiamo l’escursione del 21/08 a Geiranger (930 NOK a testa).

Perdiamo la cena perché il cielo chiaro fino a tardi ci fa smarrire la cognizione del tempo, quindi ci arrangiamo alla tavola calda della nave aperta 24h (149 NOK).

Alle 23:00 andiamo a dormire.

21/08/2008

Verso le 02:00 raggiungiamo il porto di Florø, le operazioni di attracco, piuttosto rumorose, ci svegliano, fuori è buio.

04:15 arriviamo a Maløy, ci svegliamo nuovamente!

05:00 attraversiamo un tratto di mare aperto, lo Stadhavet, si balla! Non pensavo di sentirlo così tanto su una nave così grossa, forse dipende anche dal fatto che la nostra cabina si trova in basso vicino alla prua della nave.

Alle 06:45 mi sveglio e vado a fare un giro sul ponte esterno, dopo Torvik ci dirigiamo verso Ålesund, la temperatura sul ponte è di 15°C, il cielo è nuvoloso…un quarto d’ora dopo piove, ma dura pochissimo

  • 1769 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave