In moto nel paese del sole a mezzanotte

Simone & Simona:Viaggio nel paese del sole di mezzanotte SABATO 29 LUGLIO 2006 Con la moto già carica di tenda e quanto altro,partiamo alle ore 7 da Arezzo, direzione, Norimberga una tappa di 890km, fatta di traffico intenso e un ...

  • di simons78
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Simone & Simona:Viaggio nel paese del sole di mezzanotte

SABATO 29 LUGLIO 2006

Con la moto già carica di tenda e quanto altro,partiamo alle ore 7 da Arezzo, direzione, Norimberga una tappa di 890km, fatta di traffico intenso e un po’ di acquazzoni. Arriviamo a Norimberga alle 18 e non abbiamo voglia di campeggiare, decidiamo quindi per un misero ma accogliente garnì,poco fuori Norimberga,e dopo una cena tipica tedesca e una birra fresca ce ne andiamo a nanna belli morti,domani partiamo per Rostock.

DOMENICA 30 LUGLIO 2006

Svegliati e colazionati, carichiamo la DEAUVILLE per un'altra tappa di 630km, direzione, il porto di Rostock ,imbocchiamo l' autostrada e troviamo nuovamente traffico ma per oggi il tempo sarà buono. Apparte la noiosa autostrada tedesca fatta di boschi e mulini per l'energia eolica,la notizia più allarmante,ci viene data dal ceckin del porto: non ci sono posti sul traghetto che fa spola da Rostock a Trelleborg (svezia), dopo tante sofferenze per l' inglese che poco sappiamo, ci consigliano di partire il giorno dopo, ma con scalo in Danimarca precisamente a Gedser quindi albergo a Rostock, visita della città.

LUNEDI 31 LUGLIO 2006

Ci dirigiamo verso il porto,cambiamo i soldi in corone svedesi e andiamo all'imbarco, che è rapido e la partenza precisa alle 11 .Alle 12 sempre puntuali, sbarchiamo a Gedser in Danimarca e ci accoglie un forte vento trasversale che ci rallenta e non di poco. La Danimarca è una nazione molto monotona come strade,la cosa più interessante è invece la traversata che abbiamo fatto sul ponte che collega Copenaghen a Malmo in Svezia,il costo non è economico 150 corone circa 18 euro, ma i paesi scandinavi sono molto ma molto cari. Passato il confine svedese ci fermiamo per fare benzina e puntiamo verso la località di Granna a sud di Stoccolma, la E4 l'autostrada svedese è gratuita e tenuta bene con qualche restringimento di carreggiata che passa in mezzo a una fittissima foresta di abeti , tempestata di autovelox, il limite è di 110 km/h. Sono le 18 e arriviamo nel paese di Granna proprio sul lago Vattern,un bel paesino famoso per le polkagris( caramelle alla menta peperita), qui iniziano i nostri soggiorni in campeggio e ne troviamo uno decisamente ottimo il Grannastrandens camping che ci consiglia di fare la campingcard, valevole per tutti i campeggi in scandinavia, doccia, cenettina in un pub, e mentre ci corichiamo, notiamo nonostante le 22 di sera, che c’è ancora una buona luce.

MARTEDI 1 AGOSTO 2006

Il mattino seguente, facciamo colazione in una stazione di servizio, con tanto di pieno alla moto,il paese dove andremo è impronunciabile Ornskoldsvik a circa 820 km, quindi ne avremo anche oggi. Prendiamo la E4 verso Stoccolma (che non abbiamo visto)e puntiamo a nord, passando tra i boschi le paludi,scorci di mare e paesini colorati, la E4 è diventata a due corsie ed è molto trafficata .Arriviamo al paese intorno alle 18, ci accampiamo in un camping spartano poco fuori dal centro in riva anche qui ad un lago(non ricordo il nome del camping ma ce ne sono a fiumi e per tutte le tasche).La mia guida mi descrive un 'ottimo ristorante di pesce, vicino al porto, il Fina Fisken che serve specialità locali in un’atmosfera piacevole . Il paese non ha molto da offrire, se non per sport invernali e quindi il rientro al camping è imminente ma la novità di oggi è che il sole sta sempre in buona visione e di dormire non se ne parla. Domani saremo in Finlandia,e stiamo già sentendo il profumo del NordKapp MERCOLEDI 2 AGOSTO 2006

Ci svegliamo di buon ora,smontiamo la tenda,facciamo benzina e mettiamo qualcosa sotto i denti ( di solito alle stazioni di servizio si risparmia comprando succhi in brik e biscotti oppure le muffin)e partiamo verso la Finlandia, più precisamente a Rovaniemi sede del villaggio di Babbo Natale e del napapiri(il napapiri, il punto che delimita il circolo polare artico). Rovaniemi è una bella città ricca di attrattive turistiche, tagliata dal fiume Komijokie, proprio sulle sue rive sorge il camping dove abbiamo sostato per una notte .Non ci crederete, ma faceva molto caldo, abbiamo fatto un giro tra i negozietti lapponi e cenato in un fast food in città a prezzi ragionevoli, considerando che qui vige l’euro come in Italia, ma sono un ora avanti rispetto a noi

  • 1512 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico