Love Boat tra i fiordi norvegesi

13 Agosto 2007: KIEL Partiamo da casa che è ancora notte per raggiungere l’aeroporto di Malpensa, lasciando prima l’auto al parcheggio convenzionato. Volo puntuale Klm per Amburgo con scalo ad Amsterdam. Ad Amburgo ci attendono gli incaricati di Costa Crociere ...

  • di danidisa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

13 Agosto 2007: KIEL

Partiamo da casa che è ancora notte per raggiungere l’aeroporto di Malpensa, lasciando prima l’auto al parcheggio convenzionato.

Volo puntuale Klm per Amburgo con scalo ad Amsterdam.

Ad Amburgo ci attendono gli incaricati di Costa Crociere per accompagnarci ai pullman che ci condurranno al porto di Kiel dove ci attende la nostra nave “Costa Classica”.

Comprendiamo subito che le pratiche d’imbarco andranno per le lunghe.

Dovete sapere che ogni operazione di imbarco e sbarco (anche per ogni singolo scalo intermedio) sono il massimo della burocrazia: numerini come all’ASL, documenti sempre a portata di mano, carta magnetica da passare, numerosi passaggi ai metal detector ecc. Ecc. Tuttavia dobbiamo adeguarci: in crociera si è un po’ tutti dei soldatini, lo scopriremo presto; è il prezzo che dobbiamo pagare per un’organizzazione quasi perfetta! Per noi, abituati a delle vacanze in piena libertà, è un po’ uno shock!

La nostra nave, pur essendo una delle navi più datate e più piccole della flotta Costa, si rivela sufficientemente lussuosa e confortevole. E poi, non avendo altri termini di paragone, a noi piace.

Il cibo poi…. È eccezionale! Oltre ad essere abbondantissimo, servito ad ogni ora, si rivela anche buonissimo e di qualità.

L’animazione però è alquanto scadente…o almeno a noi pare così. Non parteciperemo mai quindi a nessuna attività ricreativa ed evitiamo gli spettacoli serali che si rivelano di basso livello qualitativo, adatti ad un pubblico di poche pretese.

Il primo giorno è tutto di navigazione e lo utilizziamo ispezionando la nave, cercando di familiarizzare con ponti, saloni ecc. E partecipando alla nostra prima riunione informativa.

14 Agosto 2007: STAVANGER

Il programma della giornata (notiziario chiamato “Today” che ci viene recapitato in cabina ogni sera) prevede che arriveremo al nostro primo scalo, nella città di Stavanger, nel tardo pomeriggio.

Abbiamo quindi molto tempo a disposizione sulla nave: iniziamo con un’abbondante colazione prediligendo il ristorante a Buffet, con tavolini all’aperto.

Passiamo poi ad un lungo idromassaggio (al coperto perché il tempo oggi, come per il resto dalla settimana sarà sempre brutto) nelle 2 vasche coperte della nave (2 idromassaggi al coperto e 2 all’aperto).

Le operazioni di sbarco, con adunanza generale, distribuzioni numerini adesivi da applicare alla giacca, attesa di chiamate ecc. Si rivelano più lunghe del previsto e si accumula un inevitabile ritardo.

Partecipiamo quindi alla nostra prima escursione organizzata, prenotata da tempo via internet, sul sito di Costa Crociere.

Stavanger è una città industriale, tutta dedita all’estrazione del petrolio. Tuttavia, da lì parte un fiordo molto bello, il Lysefjord con un paesaggio naturale da mozzafiato.

Ci imbarchiamo quindi su un battello più piccolo e percorriamo il Lyserfjord. Punto di forza del tragitto di 50 Km è innanzitutto il famoso “Pulpito”. Si tratta di un’alta formazione rocciosa dalla cima piatta. Seconda attrazione è la cascata del Whisky (in onore di un contrabbandiere che si era stabilito da quelle parti). Ci avvicineremo talmente alla cascata che, un membro dell’equipaggio, con un secchiello, raccoglierà l’acqua purissima della cascata e ce la farà assaggiare a tutti noi.

Peccato che il tempo sia sempre brutto, piove incessantemente e poi, essendo partiti molto tardi nel pomeriggio, diventa presto buio. Torniamo quindi che è molto buio e vediamo così il porto di Stavanger illuminato. Forse anche il centro di Stavanger meriterebbe di essere visitato, ma noi non abbiamo il tempo di farlo

  • 3362 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico