Scandinavia in due settimane

Il nostro itinerario era arrivo a Copenhagen in aereo, poi in auto spostarsi ad Oslo, quindi Bergen e i fiordi, poi Stoccolma e di nuovo Copenhagen dove si lasciava l’auto e tornava a casa in aereo. Il tutto in 2 ...

  • di Biondix
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Il nostro itinerario era arrivo a Copenhagen in aereo, poi in auto spostarsi ad Oslo, quindi Bergen e i fiordi, poi Stoccolma e di nuovo Copenhagen dove si lasciava l’auto e tornava a casa in aereo. Il tutto in 2 settimane. Ce l’abbiamo fatto e siamo rimasti molto contenti del viaggio.

Qualche dritta:

1) Il clima è freddo (anche d’estate!), il tempo spesso brutto, quindi non fatevi mancare un ombrello e una giacca a vento, possibilmente impermeabile ed un bel cappello.

2) Ciò che dicono della Norvegia è vero, è cara, un panino costa 7 euro…però noi ce la siamo cavata bene, in tutta la scandinavia troverete decine e decine di negozi “7 eleven”, dove potrete comprare della frutta, dei biscotti, il necessario per farvi dei panini, succhi di frutta ecc.ecc. Sono aperti 24 ore su 24, sono molto comodi.

3) Tutte le città offrono degli abbonamenti che danno diritto ad usare l’autobus, e ad entrare nei musei, ma se, come noi, preferite andare a piedi (spesso ci possono prendere gratis le biciclette, e le città poi sono piccole) ed intendete entrare al massimo in uno/due musei, non vale la pena, anche perché non sono molto economiche..

4) Noi abbiamo intervallato spesso il B&B con l’albergo, che costa un po’ in più, ma dà colazioni molto abbondanti e spesso ci siamo preparati il panino per il pranzo..

5) Se avete l’auto, soprattutto in Norvegia, alcune cose che erano consigliate come da non perdere (sulla mia Lonely Planet) potete evitarle, come ad esempio la linea Flambsana, che è spettacolare, ma per chi non avendo l’auto, non può diversamente accedere a cascate così belle, o alla funicolare di Bergen la cui cima potrete raggiungere con la Vs auto.

6) Le distanze in Norvegia sono veramente enormi, le strade sono tutte di montagna in pratica, ed i limiti di velocità molto bassi. Quindi è proprio vero che per coprire 500 Km impiegherete 7 ore…in compenso sono tutte molto belle, con dei paesaggi splendidi e non vi annoierete.

7) Se andate a Bergen: L’unico neo sono i pedaggi. In pratica ogni volta che si entra Bergen se ne deve pagare uno, noi abbiamo sbagliato una volta strada e siamo entrati e ri-usciti nella stesso momento, altro pedaggio! E la cosa scomoda è che non ci sono delle casse, ma un punto in città dove dovrete andare a pagarlo! ( ci sono le telecamere che registrano il Vs passaggio) Veramente scomodo!

8) Se anche voi volete vedere il più possibile, Vi consiglio di dedicare non più di un giorno ad Oslo e qualcuno in più a Stoccolma che è molto bella e piena di cose da vedere.

Siamo partiti il 18 luglio per Copenhagen. Volo Sas da Fiumicino, forse leggermente più costoso rispetto alle compagnie low cost, ma il servizio è veramente ottimo ed i veivoli tutti nuovi e confortevoli. Dall’aeroporto con la metropolitana arrivate alla stazione centrale in 10 minuti. Tra l’altro la stazione è proprio vicino al Tivoli e al Municipio, quindi siete in pieno centro città.

A Copenhagen avevamo prenotato un B&B dall’Italia, tra l’altro la proprietaria è un italiana che fa la guida li, quindi subito ci ha dato delle dritte su cosa fare e dove andare.

Copenhagen è una città molto bella, molto giovane anche. C’è molta gente per strada (complice, ci hanno detto, una bellissima e rara giornata di sole!) ed il bello del nord europa è che fa buio molto tardi, quindi la giornata sembra non finire mai.

Così, dopo una breve rinfrescatina dopo il viaggio siamo andati alla scoperta della città. In poche ore abbiamo già visto tantissime cose, la strada dello shopping, Tivoli il famoso luna park (da fuori), il municipio, il Teatro dell’Opera, , il Palazzo Reale, la famosa sirenetta, il famoso quartiere Nyhav, colorato e pieno di gente. Il giorno dopo gita in battello per i canali, Museo Nazionale, Illum (il più grande magazzino della città) e poi abbiamo preso le bici per fare un giro del parco Le Villette. Le biciclette si prendono come carrelli al supermercato, si infila una moneta da 20 corone e si tiene la bici tutto il tempo che si vuole, poi la si restituisce in uno dei vari parcheggi in centro città e si riprende la moneta. Bellissimo

  • 9784 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico