14/12/06 , ore 12,00 , 71° 10’ 21”N Capo Nord !

Capo Nord 14 Dicembre 2006 , ore 12,00 , 71° 10’ 21”N Capo Nord , meta raggiunta ! Da secoli il fascino di Capo Nord attira turisti da tutto il mondo , il primo a recarvisi fu proprio un Italiano ...

  • di dunebuggy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Capo Nord

14 Dicembre 2006 , ore 12,00 , 71° 10’ 21”N Capo Nord , meta raggiunta !

Da secoli il fascino di Capo Nord attira turisti da tutto il mondo , il primo a recarvisi fu proprio un Italiano , Francesco Negri nel 1664 venne qui ad ammirare il selvaggio panorama , ad affacciarsi dalla scogliera sull’ Oceano Artico , come un monumento al punto più a nord d’Europa .

Il motivo per me , come per tutti credo , di raggiungere questo punto è una sfida personale , in quanto in inverno l’atmosfera e le dure condizioni del territorio trasmettono di più l’emozione del luogo .

Tutto ha inizio mesi prima , da quando mi venne l’idea del viaggio , ci furono molte difficoltà che tante volte mi fecero abbandonare la cosa , il costo eccessivo per primo , limitare i trasferimenti , le poche sistemazioni disponibili in inverno , ma alla fine grazie a un offerta riesco a organizzare .

Partenza il 10 dicembre sera , alla volta di Bergamo , dove passerò la notte in quanto il giorno dopo avevo molti trasferimenti . 11 dicembre , col bus dalla stazione arrivo in pochi minuti a Orio al Serio dove la mitica RYANAIR per 29 euro A/R mi porta a Oslo TORP , qui avevo cercato mille soluzioni ma l’unica per proseguire era di raggiungere l’aeroporto di Oslo GARDERMOEN , tramite il bus TORP-EKSPRESSEN in circa 1 ora e 50 minuti si arriva alla stazione dei bus di Oslo e riparto subito col FLYBUSSEN della SAS 40 minuti circa , per un totale di 200 km , si può fare un biglietto unico di 215 NOK .

La giornata non è ancora finita , dopo qualche ora all’aeroporto , in serata riparto con NORWEGIAN 120 euro A/R , destinazione TROMSO capoluogo della regione TROMS .

L’aeroporto e il centro della città si trova su un isola , per la tarda ora e la stanchezza prendo un taxi , 116 NOK , per arrivare al B&B di Raymond Abrahamsen , Borgermester Eidems gate 1 , poco fuori centro , suono il campanello ma nessuno apre… meno male mi risponde a un sms e arriva dopo , lui non abita lì . Avevo prenotato 4 notti , prezzo 1000 NOK , la casetta ha quattro camere al primo piano , cucina attrezzata e bagno in comune .

L’indomani , il programma era di rimanere il 12 e 13 qui , anche se il giorno non sembrava avesse inizio per il buio , esco per l’esplorazione della città , alla vista è abbastanza estesa , anche se siamo diverse centinaia di km all’interno del Circolo Polare si contano 63.000 abitanti e quello che vedo è ben poco rispetto alle numerose isole e penisole che compongono la regione . E’ un sali scendi di strade su colline circondati da casette colorate tipiche , ognuna con i propri lampioni sulle porte e luci alle finestre sempre accese , 24 ore , per illuminare la lunga notte Polare , la vita inizia alle 10,00 prima non si trova niente di aperto , alcuni aprono a mezzogiorno , sperando che il cielo non sia nuvoloso per dare un paio di ore di luce , tutti si riversano nelle quattro vie del centro addobbate per le feste . Avvicinandosi al mare si rimane subito colpiti dal fantastico ponte che collega con la terraferma , TROMSOBRUA BRIDGE che termina davanti alla ARTIC CATHEDRAL (50 NOK) un capolavoro di architettura tra le più grandi d’Europa , i principali musei , il POLARMUSEET (50 NOK) esposizione dedicata alla ricerca e spedizioni nella regione Polare e alla tradizionale caccia e pesca nell’Artico , POLARIA (90 NOK) centro scientifico della regione Polare , sala cinematografica , acquario e vasca con alcuni esemplari di foche , NORDNORSK MUSEUM (30 NOK) museo d’arte e artigianato Norvegese , a fianco in Kirkegata 2 l’ufficio turistico

  • 1136 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,