Ma che ci vado a fare a capo nord

Questo è il nostro resoconto di viaggio di due settimane in Norvegia tra fiordi, parchi, città e isole. Abbiamo cercato di dare informazioni pratiche che potrebbero essere utili a chi deve programmare un viaggio. Parlando con i norvegesi abbiamo scoperto ...

  • di Rapo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Questo è il nostro resoconto di viaggio di due settimane in Norvegia tra fiordi, parchi, città e isole.

Abbiamo cercato di dare informazioni pratiche che potrebbero essere utili a chi deve programmare un viaggio.

Parlando con i norvegesi abbiamo scoperto che l’italiano è visto come il turista più “stressato”, simpatico ed estroverso che anche in vacanza si agita e corre per riuscire a raggiungere Capo Nord. Noi abbiamo scelto di non arrivare lassù a mettere la nostra bandierina per non perdere giorni preziosi che abbiamo potuto sfruttare al massimo.

Si parte!

13-7-2006 giovedì

Partenza ROMA ciampino ore 21,15 (il volo Sterling A/R Roma Ciampino – Oslo/ Oslo - Roma Ciampino 417,50 EUR tutto incluso comprato tramite internet) arrivo all’aeroporto di Oslo ore 00,30 con il chiarore di un tramonto che sta diventando alba.

Troviamo una sistemazione per dormire in aeroporto. Se non si rimane agli arrivi non ci sono grossi problemi, basta trovare una poltrona libera, altrimenti a terra con un materassino va benissimo, è tutto pulitissimo.

14-7-2006 venerdì

Facciamo colazione dopo aver fatto il check in per Bergen (volo della norvegian.no a 736,56 NOK per due persone comprato tramite internet): 1 the, 1 cappuccino, 1 cornetto e 1 muffin per 106 NOK.

Dall’aereo vista su laghi, ghiacciai, boschi e casette di legno grazie al sole che ci fa ben sperare.

Navetta per il city center per 74 NOK a testa.

Abbiamo prenotato la prima notte al Park Hotel un bell’albergo vicino al centro città in un edificio caratteristico riccamente arredato all’interno (750 NOK in una camera doppia, microscopica ma con il bagno e la prima colazione) dove ti offrono a qualsiasi ora del giorno the o caffe con i biscotti. Andiamo al DNT per avere informazioni sui parchi e ci compriamo delle cartine che ci potranno essere utili per visitare i parchi.

Visita alla città che meriterebbe più di un giorno ma decidiamo di sacrificare i musei e concentriamo tutto oggi. Carino il giro al mercato del pesce dove ti offrono a tutte le ore panini con il salmone affumicato. Da non perdere la passeggiata a Bryggen nel quartiere anseatico, agglomerato urbano del Medioevo europeo (in parte originale, in parte ricostruito) dove abitavano i commercianti della lega anseatica, principalmente tedeschi, che avevano il controllo dei traffici commerciali di gran parte dell’europa settentrionale.

Spesa ad una COOP per il pranzo e cena al BRYGGELOFTET & STUENE in pieno Bryggen dove con 489 NOK mangiamo un piatto di carne, uno di pesce e beviamo birra.

15-7-2006 sabato

Colazione e poi andiamo da Europcar dove prendiamo la macchina prenotata da internet (592.48 EUR) per 9 giorni, una FORD Fusion a benzina. Prendiamo la E16 direzione VOSS dove prenotiamo una stanza al comodo ostello in riva al lago: 595 NOK per una stanza doppia con il bagno (in realtà ci sono quattro letti ma ce la danno tutta per noi uso doppia) e prima colazione . Visitiamo la chiesa in pietra con il soffitto in legno dipinto del Seicento e andiamo al centro informazioni. Qui decidiamo di fare l’escursione composta “Norvegia in breve” che prenotiamo al punto informazioni. Parte alle 14,00 e va in autobus a Gudvangen, poi fa una minicrociera in traghetto sui rami del Sognefjord fino a Flamm passando per i paesini che popolano le sponde dei fiordi. Qui con il treno panoramico (linea ferroviaria Flamsbana, ripida ma non a cremagliera, veramente spettacolare) risaliamo di nuovo fino a VOSS cambiando treno. (totale 510 NOK a testa). Al ritorno sono le 21,30 , naturalmente c’è ancora luce ma siamo stanchi, mangiamo qualcosa in riva al lago e andiamo a dormire

  • 3884 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico