Norvegia capo nord e Finlandia in moto

30 / 7 / 05 ...Finalmente è arrivato il grande giorno.... Si parte! Destinazione... Nordkapp!!! Ore 9.30 circa Maurizio arriva con la sua moto, la mitica BMW GS!, stra carica dei nostri bagagli! L'essenziale, pensavo inizialmente, parecchie cose superflue che ...

  • di izzio
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

30 / 7 / 05

...Finalmente è arrivato il grande giorno.... Si parte! Destinazione... Nordkapp!!!

Ore 9.30 circa Maurizio arriva con la sua moto, la mitica BMW GS!, stra carica dei nostri bagagli!

L'essenziale, pensavo inizialmente, parecchie cose superflue che potevamo evitare, penso ora!

Super vestiti partiamo, accompagnati dal gran cado di Milano, verso l'autostrada Como-Chiasso, arriviamo alla dogana, ci fermiamo, e compriamo il bollino per l'autostrada svizzera, vale un anno e costa 30,00 euro. Sarà l'ultima volta che pagheremo per percorrere un' autostrada, dalla germania in poi non esistono caselli.

Passano solo un paio d'ore e rieccoci fermi per mettere l'inbottitura alle nostre giacche, il gran caldo

Ci ha gia abbandonato! Ci fermiamo a mangiare al confine tra la germania e l'austria in un Mc-Donald, saremo spesso clienti dei fast food! E' un ottima alternativa ai ristoranti, dove spesso mangi poco e spendi troppo.

Finito di mangiare ci rimettiamo subito in viaggio verso la germania, qui non c'è il imite di velocità e ce ne accorgiamo subito, ci sfrecciano accanto praticamente dei missili!!

Il nostro viaggio prosegue, è tutta noiosissima autostrada! Ci fermiamo per la cena, veloce in un self-service. Si riparte nuovamente, a 90 km da Kassel decidiamo di uscire e cercare un albergo, perchè a parte l'ora, circa le 22.00, incominciava a piovere.

Al secondo tentativo troviamo un posto allo "Schlitzer hof" hotel nel paese di Niederaula.

La signora ci chiede 60,00 euro per una doppia senza il bagno... Un po' caruccio ma accettiamo perchè la pioggia inizia a farsi sentire, così come la stanchezza!

Scarichiamo la Moto e finalmente in branda!

31/ 7/ 05

Ci svegliamo presto, belli riposati, pronti per una bella giornata! Il sole splendeva, per fortuna!

Dopo aver consumato una bella colazione alla "tedesca" rieccoci in sella alla Nostra Moto!

Abbandoniamo Niederaula, proprio carino tipico paesino tedesco, con case dai tetti a punta colorati, per immergerci nell'autostrada tedesca, purtoppo piena di cantieri che ci hanno fatto rallentare un pò.

Ogni 250 km circa tappa benzina, per fortuna.. Cosi mi sgranchisco un pò le gambe e non solo!!!

Ripartiamo e finalmente superiamo Amburgo. Mano a mano che procediamo il cielo comincia a scurirsi sempre di più, da li a poco inizia a diluviare.

Pensando che le nostre giacche tenessero l'acqua, per non occupare spazio, non abbiamo portato le tute anti pioggia... Grosso errore... Sono INDISPENSABILI... Piove praticamente ogni giorno.

Arriva l'ora di pranzo, ci fermiamo in un self-service e mangiamo un wurstel enorme!

Ci asciughiamo un pò e siamo pronti a ripartire! Il cielo sembrava riaprirsi.. Peccato che era solo un illusione..

Passiamo due ore sotto l'acqua... Non ce la facciamo più.

Il programma era arrivare in Danimarca, ma con quella pioggia era praticamente impossibile.

Erano circa le 16.00, vediamo l'indicazione "Travelmunde Scandinavian" dove si può prendere il traghetto che porta direttamente in Svezia in una notte. Non era cio che avevamo in mente ma ci avrebbe permesso di guadagnare un sacco di tempo evitando la forte pioggia.... Dopo un ora passata al porto ci dicono che non c' è posto.

Esausti ci riimmettiamo in autostrada, facciamo pochissimi km ed usciamo subito, capitiamo in in paese bellissimo sul mar Baltico "Heiligenhafen" l'ultimo paese prima di "Puttgarden". Cominciamo a girare alla ricerca di un posto per dormire. La ricerca non è facilissima, gli alberghi sono tutti pieni e molto cari. Per fortuna leggo un cartello affisso ad una porta con scritto: "Zimmer frei" cioè camere libere, e con 40,00 euro abbiamo la nostra camera con tanto di bagno, cucina, pentole e calorifero per asciugare le nostre giacche e pantaloni fradici!

Ci prepariamo un piatto di spaghetti, che intelligentemente Mauri ha portato da casa, con tanto di sughetti in vasi di vetro, e poi crolliamo a letto sfiniti! Penso che questa sia stata una delle giornate più difficili

  • 7479 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave