I fiordi della norvegia - Fly&drive

Eccoci anche quest'anno pronti a partire per un nuovo viaggio, la meta scelta è la Norvegia, ad essere sincera sono stata più io, Silvia, a spingere per andare a visitare questo paese del nord famoso per i suoi fiordi che ...

  • di Silvia Baldazzi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Eccoci anche quest'anno pronti a partire per un nuovo viaggio, la meta scelta è la Norvegia, ad essere sincera sono stata più io, Silvia, a spingere per andare a visitare questo paese del nord famoso per i suoi fiordi che mi ha sempre affascinato e alla fine sono riuscita a convincere Marcello, che è rimasto comunque molto soddisfatto.

Chiaramente prima di partire abbiamo definito l'itinerario del nostro viaggio, scegliendo di visitare principalmente i fiordi centro occidentali. Abbiamo scelto la formula "fly-and-drive", però invece di cercarci gli hotel strada facendo li abbiamo prenotati tramite agenzia prima di partire.

Questo ci ha permesso di scegliere anche alcuni hotel storici o caratteristici per la loro posizione , alzando chiaramente un po' il costo del viaggio, però dobbiamo dire che hanno reso la nostra esperienza veramente molto gradevole ed inoltre, dato che in questi Hotel era compresa anche la cena gourmet, per alcune sere abbiamo evitato di mangiare hamburger o pizza, che invece ci hanno fatto compagnia nelle restanti occasioni visto il costo dei ristoranti in questo paese è inavvicinabile, anzi già un hamburger al Mc'Donald non scherza.

21/07/05 - 1° giorno

Finalmente si parte, la valigia è già pronta e l'aereo parte da Bologna alle 12.15, ma naturalmente io alle 8.00 sono già in piedi e faccio fretta a Marcello perché si svegli, così come al solito arriviamo in aeroporto con un anticipo incredibile.

Per fortuna l'aereo è puntuale e così partiamo, l'unico peccato è che quando abbiamo prenotato non c'erano più voli diretti su Oslo e così dobbiamo cambiare a Copenaghen. Durante il volo per Copenaghen capiamo subito che la vita in questi 8 gg ci costerà cara, infatti la SAS con cui voliamo non offre gratuitamente da mangiare e bere durante il volo, ma se il passeggero vuole qualcosa deve comprarlo, così essendo le 13.00 decidiamo di comprarci qualcosa da mangiare e cerchiamo nel menù di bordo la cosa meno costosa, un panino con una fetta di prosciutto cotto e una foglia di lattuga che comunque costa ben 5 € (roba che ci va di traverso!)

L'atterraggio a Copenaghen non è dei migliori, infatti l'aereo si inclina di 45°, poi per fortuna si rimette in posizione e il pilota si scusa dicendo che è un fenomeno che non capita frequentemente, ma può accadere quando si atterra in scia a un altro aereo, speriamo che vada meglio il volo Copenaghen-Oslo.

Per fortuna sì, il secondo volo va benissimo e alle 17.00 atterriamo a Oslo. Preso il nostro bagaglio, prendiamo il trenino che collega l'aeroporto alla stazione centrale. Arrivati in stazione, pensiamo che prima di andare all'hotel sia meglio cercare qualcosa per cenare, perché ci hanno avvertito che in Norvegia I ristoranti iniziano a servire la cena intorno alle 18.30, ma molti chiudono prima delle 21.00. Ci guardiamo un po' intorno, soprattutto I prezzi e alla fine optiamo per un Mc'Donald, rimanendo comunque sconvolti che un panino con hamburger senza patatine e coca costi intorno ai 6 €.

Rimaniamo invece piacevolmente colpiti dal fatto che non sembra neanche di mangiare in un Mc'Donald in una stazione, intono a noi è tutto ordinato e pulito, in Italia non è così neppure la stazione di un piccolo paese, questa invece è la stazione della capitale della Norvegia. Terminata la nostra leggera cena, prendiamo un taxi che ci porta in Hotel.

L'hotel è veramente carino, situato in quartiere residenziale a 15 min.a piedi dal centro esternamente si presenta in pietra vista ricoperto da edera, l'interno è un perfetto accostamento di stile antico e moderno e anche la nostra camera, anche se non immensa è molto accogliente

  • 5098 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico