Due settimane in Normandia

Viaggio alla scoperta della Normandia partendo in auto da Bologna

  • di Chiara1981
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

La Normandia è quella regione del nord-ovest della Francia celebre per il famoso sbarco degli alleati durante la Seconda Guerra Mondiale. Si compone di 5 distretti: Calvados, Orne, Senna Marittima, Eure e la Manica. Il nostro viaggio è durato due settimane e ci ha permesso di visitare con calma le principali attrazioni di tutti i distretti, se però avete meno tempo da dedicare a questa vacanza vi consiglio o di concentrarvi maggiormente su Calvados e sulla Senna Marittima, oppure di suddividere il vostro itinerario in Alta Normandia (Senna Marittima ed Eure) e Bassa Normandia (Calvados, Orne e la Manica): in questo caso vi può bastare anche solo una settimana per ogni itinerario. Ovviamente dipende anche un po’ dal mezzo di locomozione che intendete utilizzare, noi siamo partiti in macchina da Bologna e due settimane ci sono sembrate eque anche per ammortizzare un po’ i 4850 Km che abbiamo percorso!

Ma iniziamo subito ad addentrarci nel nostro diario di viaggio! Il primo giorno, dopo aver viaggiato tutta la notte, siamo partiti con un itinerario soft alla scoperta di Evreux, il capoluogo della regione dell’Eure e anche il paese dove alloggiavamo per i primi tre giorni del nostro itinerario.

Evreux è una cittadina carina senza infamia e senza lode, sicuramente non uno dei punti di forza della Normandia ma merita comunque una visita, da segnalare sono soprattutto la torre dell’orologio e la bella cattedrale di Notre-Dame, in mezza giornata si riescono a percorrere tutte le sue strade con passo tranquillo. Se andate come noi in agosto potreste avere qualche problema la sera a trovare qualche ristorante aperto, la vita notturna non è il massimo comunque alla fine siamo riusciti sempre a non rimanere a digiuno!

Il secondo giorno è stato sicuramente più intenso: come prima tappa ci siamo diretti alla casa e ai giardini di Claude Monet a Giverny, una delle mete che viene descritta come imperdibile in tutte le guide turistiche; proprio per questo potreste dover fare un po’ di fila per entrare, quindi il mio consiglio è quello di arrivare in mattinata per non dover aspettare troppo. La casa e i giardini sono aperti tutti i giorni dal 1 aprile al 1 novembre dalle 9,30 alle 18 e il biglietto costa 9,50 Euro per gli adulti, il parcheggio è spazioso e gratuito. Il luogo merita comunque una visita, la prima parte dei giardini è forse un po’ meno curata di quello che ci aspettavamo, migliora invece nella parte acquatica tante volte dipinta dal pittore. All’uscita ci sono molti ristoranti carini ma dai prezzi un po’ elevati, abbiamo preferito spostarci sulla strada verso Vernon.

Vernon è stata proprio la nostra seconda tappa della giornata: anche questa come la precedente Evreux è una cittadina che si visita in poco tempo, di notevole interesse è soprattutto la collegiata di Notre-Dame che si affaccia proprio sulla piazzetta principale.

Proseguendo nel nostro itinerario siamo passati dal Castello di Bizy, di cui abbiamo visto soltanto la facciata esterna: la Normandia è una regione davvero ricca di castelli e prima di partire avevamo fatto una selezione dettagliata di quelli da visitare all’interno e di quelli da guardare solo di passaggio, in quanto sarebbe stato impossibile entrare in tutti! Comunque per chi fosse interessato questo castello costa 7 Euro ed è aperto da aprile a novembre dal martedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.

Successivamente siamo passati dalla cittadina di Les Andelys, con abituale visita alla cattedrale e al castello Gaillard da raggiungere in macchina perché fuori dal centro: il castello è in rovina ma merita comunque una passeggiata per raggiungerlo, la salita non è particolarmente faticosa e dall’alto si può fare qualche foto al panorama

  • 26527 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social