El Canal de Nicaragua

Un'immersione nella giungla e in una delle tematiche economiche e politiche più calde del centro America, la costruzione di un canale che unisce i due oceani

  • di Micca66
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Un racconto tra passato e presente che corre lungo le rive del Rio San Juan, attraversa le rapide, e il Lago Nicaragua, il Mar Dulce per i conquistadores. Il viaggio è stato organizzato da Le Indie Viaggi, il nuovo tour operator specializzato in viaggi nel continente americano e nel sud est asiatico. Ho apprezzato molto il rispetto di questo to per la cultura locale, per l'ambiente e per la storia di questo Paese.
 Abbiamo vissuto momenti emozionanti, di vero contatto con quella terra. Senza rinunciare a una perfetta organizzazione. Ero già stato in Nicaragua, nel 1990. Oggi ho provato le stesse, grandi, emozioni di allora. Un paese forte. Per la natura, per la gente, per la sua storia politica. Un viaggio che consiglierei a tutti.

La notizia è di pochi giorni fa: il congresso del Nicaragua ha deliberato di costruire un canale, vagheggiato da secoli dai cercatori d'oro, da fantasiosi imprenditori dell' '800, da giapponesi solo 20 anni fa. Il costo dell’operazione è stimato in 30.000 miliardi di dollari e si stima che siano necessari tra i cinque e i sei anni per completare l'opera. Se la notizia verrà confermata il canale potrebbe essere inaugurato nel 2019. Tutto questo mi ha scosso e proiettato nel mondo dei ricordi personali. Nel 1990 ho fatto il primo di una serie di viaggi in Centro America e da allora, con frequenza sempre crescente, ho continuato ad andarci. Il primo viaggio me ne ha fatto innamorare, un po' come mi sono innamorato di quasi tutti i posti che ho visitato. Perché quando viaggi poi ti rimane dentro sempre qualcosa di bello, e questo è il motivo per cui il viaggio vale di per sé, indipendentemente dalla meta. Quando l'aereo apre le porte, ora lo so, l'impatto con il caldo umido è lo stesso, ma quella volta è stato violento. Pensavo fosse il calore dei motori. Anche questa è una prima volta. Quella volta di molti anni fa ho anche avuto un incontro da vicino con le elezioni che si sarebbero svolte di lì a qualche giorno. L'importanza anche internazionale dell'evento e la passione con cui erano seguite dalla cittadinanza, dopo 11 anni di rivoluzione sandinista, hanno cancellato qualunque altro progetto turistico o giornalistico. Alla fine, forse dietro finanziamenti occulti e brogli, forse perché il governo in carica desiderava tirare fuori se stesso e il paese dalla strada senza uscita in cui era finito, l'opposizione di Violeta Chamorro vinse. Il Nicaragua, come ho potuto verificare nei miei viaggi successivi, lentamente si è normalizzato e dopo poco è diventato felicemente uguale agli altri paesi centroamericani, con i grandi centri commerciali, le guardie private equipaggiate di fucili a pompa, bimbi ai semafori, colorite strade notturne e ogni altro bene della modernità.

Allora come oggi qualcuno progettava di costruire un canale che, passando per il Rio San Juan e l'enorme Lago Nicaragua, unisse commercialmente i due oceani. Allora si trattava di giapponesi, oggi non si sa chi sarà in grado e quali interessi smuoverà una simile opera. Fatto sta che questo era il motivo del mio primo viaggio: vedere, fotografare e scrivere di questo progetto che appariva bizzarro come tutti i grandi progetti, nel bene e nel male, non ancora compiuti.

Dopo qualche anno mi sono divertito a ripercorrere il viaggio che, a suo tempo e passati i fumi roventi delle elezioni, mi stavo accingendo a intraprendere. Un viaggio che, seppur perfettamente organizzato (www.leindie.com) ha conservato tutto il suo gusto avventuroso, proprio come allora

  • 3022 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. silto
    , 26/7/2012 12:50
    è un viaggio bellissimo: sarà possibile farlo anche dopo che il canale sarà effettivamente fatto? immagino che il canale sia in competizione con quello di panama, non un canale navigabile in canoa o lancia ma una grande autostrada d'acqua... però sarebbe bello navigare tra i due oceani. sapete se a panama si può fare?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social