Grandissima New York

Vacanza autunnale in famiglia nella città dove è tutto grande: gli edifici, gli hamburger, le persone, i tramonti e gli occhi di quando la si guarda

  • di Pikalandi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Da qualche anno tutti e 5 noi della famiglia (genitori più 3 figli ormai grandicelli) non eravamo più riusciti a fare un viaggio tutti insieme. La soluzione l’ha pensata il papà, 5 giorni a New York ad inizio ottobre per vedere dal vivo quei posti già sognati in tanti film e fotografie; volo di andata giovedì mattina diretto Malpensa-NY con American Airlines (ottimo il trattamento a bordo, meno l’assenza di schermi individuali ma solo quelli piccoli in comune ogni 5 file), volo di ritorno lunedì sera operato da Iberia con scalo a Madrid (e qui stavolta ottimi schermi ed intrattenimento, ma trattamento a bordo più scarno). Se la scelta del volo è stata molto veloce con un costo totale di 420€ a persona, la scelta dell’hotel e del relativo quartiere in cui soggiornare si è rivelata più complessa, visto che si è cercato di combinare al meglio il costo contenuto ed una buona localizzazione; a posteriori, la scelta del Chelsea Savoy Hotel si è rivelata praticamente perfetta, per 90 euro a persona a notte (poco per Manhattan): l’hotel è vecchiotto e permette di risparmiare molto a patto di accontentarsi di una colazione molto spartana, ma la scelta ripaga in un risparmio davvero notevole ed in una posizione fantastica; nel raggio di pochi metri si può accedere a 3 linee diverse di metro, con le quali in direzione Sud ci vogliono 15 minuti per raggiungere il World Trade Center, ed in direzione Nord 10 minuti per Times Square. I preparativi dall’Italia poi si sono completati a pochissimi giorni dalla partenza verificando il meteo previsto e prenotando il giorno di salita sull’Empire, il tour in battello attorno Manhattan, e la visita alla sede ONU.

PRIMO GIORNO – Flatiron, Union Square, High Line e Chelsea Market

Arriviamo in aeroporto nel primo pomeriggio e scegliamo di raggiungere l’hotel prenotando dall’Italia dei posti in una navetta Shuttle, il prezzo è lievemente maggiore rispetto alla metro ma soprattutto vogliamo entrare a NY vedendola dalle sue strade: col senno di poi, la scelta si rivela non azzeccata a causa di una lunghissima attesa del turno sulla navetta e di un’interminabile coda per entrare a Manhattan, probabilmente abbastanza usuale; si salvano nel tragitto alcune belle viste dal finestrino sull’Upper East Side. Arrivati in hotel ci sistemiamo nelle stanze ed usciamo subito a piedi, la temperatura è molto gradevole ed essendo a Chelsea in 10 minuti di cammino arriviamo al famoso Flatiron, il primo grattacielo di NY, dirigendoci poi ad Union Square, sempre con l’alta sagoma dell’Empire State Building a tenerci compagnia dietro di noi; l’emozione di vedere dal vivo tanti posti e scenari visti tante volte nei film, è grande. Assaggiamo un hot-dog da un banchettino per strada, prendiamo un bus per un paio di km e mentre il sole inizia a scendere arriviamo all’High Line, la vecchia ferrovia sopraelevata che attraversava Chelsea diventata ora una splendida passeggiata rialzata da cui vedere le rive dell’Hudson ed il New Jersey, tanti palazzi e una splendida vista sull’Empire. Il lavoro fatto dalla città di NY con l’High Line è un esempio straordinario di riqualificazione cittadina ed industriale, che ci conduce tra panchine e verde all’ingresso del Chelsea Market: il “mercato” coperto più hipster della città, con i sui ristoranti e negozi etnici in cui comprare spezie e mangiare ostriche ed aragoste, a prezzi non proprio popolari. Lo attraversiamo piacevolmente e fame e stanchezza si fanno sentire, ci fermiamo a mangiare al Dallas BBQ (una delle tante catene di steakhouse) e poi rientriamo “presto” in hotel, d’altronde col fuso orario italiano sarebbero già le 4 di notte passate

  • 10776 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social