New York e i suoi cinque distretti

Ecco le dritte e i consigli per un viaggio nella grande mela

  • di Jhon Snow
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Luglio 2012

Dopo 12 anni decido di ritornare in quella metropoli che è New York City. A New York io ci vissuto studiato, lavorato, abitato. Erano dodici anni che mancavo e ho trovato la città profondamente cambiata. Siamo chiari... sempre caotica, confusionaria, stracolma di gente ma diversa, meno newyorkese... Comunque per chi volesse affrontare il viaggio nella Big Apple i consigli fondamentali sono pochi: armarsi di buona volontà a camminare, una buona dose di pazienza, e la metrocard (costo 29$ a settimana, 2,25$ per una corsa, 105$ al mese), una specie di santo graal che ti dà l'accesso alle porte della città e una cartina della van.dam del costo di 8$ con su segnato di tutto. Dai negozi ai musei alle linee della metro, perfino gli shooping store più grandi. In auto la città è quasi proibitiva, i parcheggi sono pochi e costano anche 20$ dollari all'ora. La mancia nei ristoranti è quasi obbligatoria, prima era il 5-10% ora siamo dal 15% al 20%. Altra cosa: se si conosce bene l'inglese e si ha molto tempo e molta voglia di camminare (anche perchè la maggior parte dei tour è ancora solo in inglese), è utile fare il NewYorkPass del costo di 180$ per una settimana con 70 attrazioni (no luoghi di interesse gli americani anche il Metropolitan Museum lo chiamano attrazione e tour... tutto un grande luna park per intederci), altrimenti anche il CityPass con le sole sei attrazioni principali basta, considerando che ogni entrata costa minimo 25$ dollari, che sia l'Empire il Top of the Rock o il MoMa. Per orientarsi a Manhattan due cose importati: le avenue la tagliano in lungo e le street in largo. Quindi da east river verso west river e dalla Statua ad Harlem le numerazioni sono progressive. Come punto centrale di riferimento avere l'Empire State Building che è visibile quasi ovunque.

Diario di viaggio

16/07/2012

Partenza da Milano Malpensa con volo Alitalia delle 12.15: abbiamo optato per questa scelta per il fatto che avevamo gente che ci raggiungeva da Napoli e Roma così siamo partiti tutti insieme. Prenotato in novembre a/r con la cara vecchia Alitalia è costato 827 € considerando l alta stagione neanche tanto. Ecco, per chi potesse evitate Malpensa il lunedì mattina noi siamo partiti alle 7 da Verona per fare 2 ore di colonna a Milano giusto per capirci. Parcheggiamo al Parking Go 61€ anticipati per 10 gg di parcheggio, ci accompagnano al terminal 1 checkin tutto ok se non avessero sbagliato a scrivere il gate sulla carta d'imbarco per poi cambiarlo tipo 20 minuti prima passando dal gate21b al 30, ma siamo in Italia... Ci tengo a precisare che noi non avevamo albergo in quanto ospiti del classico zio americano nel quartiere Queens, ma basta guardare sui siti tipo expedia o trivago o sui generis che si trovano belle offerte. Il viaggio in Alitalia è stato il massimo con tv on demand personalizzata e un buon pranzo con pasta o carne. Arrivati al Jfk alle 15.50 dopo aver lasciato impronte e foto di rito alla dogana prendiamo e acquistiamo la metrocard settimanale e prendiamo l’autobus Q10 che ci porta alla fermata della metro E-F (blu e arancio) di Union T.Pike dove ci aspettavano i nostri "American Uncles". Il quartiere del Queens, dove si trova anche il Jfk Airport, è molto bello con casette in legno, molto residenziale diciamo con presenze di etnie e religioni varie. Dai Mormoni ad ebrei cattolici etc etc... Ma diciamo che nel complesso c'è poco da vedere. Arrivati doccia, piccolo brunch in stile americano e prendendo la linea F arriviamo per un primo giro a Manhattan (ci tengo a dire che Manhattan non è New York e New York non è Manhattan) un caldo fotonico 34 gradi con 75% di umidità. Vediamo l’M&M’S shop, i teatri di broadway che accendono le luci al neon a giorno, la sede di Morgan Stanley con le scritte del Nasdaq (il listino dei titoli tecnologici) che scorrono veloci, Disney store, etc etc. A Times Square arrivano quasi tutte le linee della metro (1,2,3 rosse, N Q R gialle, E B D F M. arancio A C E blu) quindi è una specie di luogo di ritrovo del mondo. Decidiamo di andare a cena li vicino, al Virgili's 152 West 44th street. Rumoroso e allegro ristorante in stile cowboys dove mangiare bisteccone e burger beef in un piatto completo di patata e mais costo medio a pax 30 $ compreso mancia. Dopo di che riprendiamo la F per tornare a casa, sono le 21 ma il fuso non si sente anche se in Italia sono le 3 del mattino ma decidiamo di riposarci cosi da ripartire presto il giorno dopo. La Subway (metro) funziona 24h su 24 ma alcune stazioni le chiudono di sera quindi fate attenzione e altri sono espressi e non fermano in tutte le stazioni

Annunci Google
  • 34361 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social