New England all'avventura

Viaggio on the road attraverso terre meravigliose

  • di crazyhorse
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

NEW ENGLAND ALL’AVVENTURA

Il nostro viaggio On The Road è iniziato nel pomeriggio del 6 ottobre 2013 ed è terminato nel pomeriggio del 19 ottobre 2013. Abbiamo percorso 4500 chilometri attraverso i sei Stati che compongono il New England, da sud verso nord e poi di nuovo giù a sud per puntare decisamente la prua a est. Molte sono state le deviazioni, muniti solamente di cartina stradale, lasciando il navigatore a chi va di fretta. Appena si varca il confine di uno Stato si può andare al primo ufficio informazioni, dove il gentilissimo personale addetto ci allieterà con utilissime notizie sulla zona, dove troveremo strade ben segnalate e davvero facili da percorrere. Il leitmotiv di questi 13 giorni è stato il bosco in tutte le sue varietà di colori. L’esplosione del foliage, durante il quale i boschi si trasformano in una tavolozza di rossi fiammanti, gialli e arancioni sfacciati, è più evidente in tutta la parte ovest del New England, soprattutto nel Vermont e nel Berkshire, in Massachusetts.

Buon Viaggio da Laura & Giancarlo.

Domenica 6 ottobre 2013

MASSACHUSETTS…he Bay State

Partenza puntuale dall’aeroporto Marco Polo di Venezia alle ore 6:50, arrivo a Boston alle ore 12:45 ora locale (in anticipo di 45 minuti!).

Ritirati i bagagli, prendiamo lo shuttle gratuito che ci porta all’autonoleggio della Alamo, il tutto senza mai uscire dall’area aeroportuale. La scelta è tra una TOYOTA RAV 4 e una FORD ESCAPE; scegliamo quest’ultima, bellissima, grigia, nuova, immortaliamo il momento con una foto e via sulla 93 North in direzione Lowell.

Lungo il tragitto ci accompagna la pioggia, ma niente male, è una delle rarissime giornate in cui ci infastidirà!

Lowell, oltre ad essere una cittadina interessante a livello storico per la sua tradizione industriale tessile, è anche la città che ha dato i natali a Jack Kerouac, l’autore del libro “On the Road”, faro di quell’incredibile movimento culturale che ha dato vita alla Beat Generation.

Arriviamo in downtown e abbiamo due obbiettivi: l’Owl Diner e la casa di Jack Kerouak. Come trovarli senza navigatore? Semplice, chiedendo alla gente del posto! Il diner lo abbiamo trovato dopo qualche giro a caso, purtroppo è chiuso ma ci emoziona ugualmente, poiché è il primo che vediamo ed è molto bello, con la sua classica forma che ricorda i celebri vagoni ferroviari americani.

La casa di Kerouac ci dà più filo da torcere, perché pare che a Lowell lo scrittore non lo conosca nessuno! Ci fermiamo a chiedere indicazioni ad un ragazzo che appena saputo cosa stiamo cercando ci accompagna nel vicino salone di parrucchiera di sua sorella, la quale fa una rapida ricerca in internet e, dopo essersi trascritta i nomi di alcune vie, chiude il negozio e con suo fratello ci fanno strada con la loro autovettura!

Nonostante il gentilissimo aiuto non è stato per niente facile trovare la casa, che dopo più di mezz’ora di ricerche ci è apparsa finalmente davanti. Si trova nel quartiere di Centralville, piuttosto anonimo e periferico, ma apparentemente tranquillo. Dopo aver scattato alcune fotografie alla semplice abitazione a due piani, tuttora abitata, e alla targa commemorativa, ci congediamo dai nostri improvvisati e splendidi amici, felici anch’essi di aver scoperto che un personaggio così importante e famoso sia nato e vissuto nella loro città!

Ora la fatica del viaggio si fa decisamente sentire, è tardo pomeriggio e ci dirigiamo verso Salem tornando sulla 93 South e poi sulla 95 Est. Prendiamo alloggio al motel Clipper Inn (160 $), un po’ caro ma ci mancano le forze per fare una ricerca più conveniente

  • 35003 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social