Come le formiche sull'Himalaya

Trekking in solitaria nella Valle di Gokyo in Nepal verso il campo base del Cho Oyo, ai piedi degli 8mila del Khumbu

  • di rongpuk
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Stasera da MXP parte il mio volo per Delhi. Ci vado direttamente dal lavoro, col mio saccone e il mio zainetto a mano. Sono così stanca di stare qui che non resisterei un giorno di più. Era da un sacco che non avevo sta sensazione di insofferenza così forte verso tutto ciò che ho attorno. Orribile.

L’aereo non è pieno e mi metto in coda su tre sedili in centro che allestisco a mo’ di branda. Ma prima di mettermi i tappi e sdraiarmi definitivamente con la mia dose di melatonina in corpo mi faccio due chiacchiere con due gruppi di turisti diretti a KTM. Un gruppetto va a un raduno di Canyoning e un altro va nel Mustang. Che meraviglia.

Finalmente mi stendo, non ho sonno facile, troppi scossoni e poi sono agitata di mio. Ho troppi pensieri e non vedo l’ora di arrivare a Lukla per non pensare più a niente e lasciarmi tutto alle spalle. Almeno spero.

A Delhi ho quattro ore e mezza di scalo che sfrutto con una seduta di massaggio presso la spa del nuovo aeroporto al modico prezzo di 17 euro e con una pennica su una delle tante chaise longue disseminate lungo i gate. All’imbarco per Kathmandu incontro nuovamente i compagni di volo. Sono stupiti del fatto che io sia da sola e che io voglia andare a camminare nel Khumbu da sola sotto i giganti di 8.000 metri dell’Himalaya. Se fossimo americani, tedeschi o inglesi questo non sarebbe per niente insolito, ma noi italiani siamo diversi.

Il volo per Kathmandu parte in ritardo di due ore e mezza perché aspetta una coincidenza in arrivo da Zurigo con parte dei passeggeri che deve imbarcare sicché io arrivo a Kathmandu stra in ritardo. Per fare il visa ci vuole più di un’ora. Qui i tempi sono sempre biblici e esco dal Tribhuvan alle 17.00. Fuori c’è Bishnu Dhai che mi aspetta da più di due ore con una collana di fiori profumati in mano. Appena mi vede ci abbracciamo e mi mette al collo il gioiello di fiori benedetti come benvenuto.

La Araniko Higway adesso è uno spettacolo: doppia corsia e ci sono pure i semafori, anche se con i black out poi non funzionano. In venti minuti sono a Bhaktapur. Un brivido mi prende dietro alla nuca quando passo di fronte a Sallahari. Ma me lo faccio passare. Alla porta nord svoltiamo a sinistra e saliamo nella stradina di Jaukhel. Sono a casa finalmente. Sono a casa!

I ragazzi ci sono quasi tutti. Corro loro incontro, li abbraccio e li bacio. Quasi mi commuovo...i miei ragazzi... mancano Amrit e Santosh, ma li vedrò quando tornerò dal Khumbu.

Finalmente abbraccio anche Francy, come mi è mancato...lui non se ne rende mai conto purtroppo.

Conosco Gigante, un omone grande con un viso così sereno, che si occupa di medicina olistica. E c’è anche Som che verrà con me nel Khumbu...sia mai che uno Yeti mi rapisca...qui sono tutti convinti che io abbia bisogno di un angelo custode. Per cena Anil mi prepara un piattone di melanzane alla parmigiana per non dimenticare che l’Italia c’è anche in Nepal. Sono così buone. Mi faccio una bella chiacchierata e poi alle 21.30 sono già nella mia cameretta.

DA KATHMANDU A LUKLA E A PIEDI A BENKAR

La sveglia è alle 5.45. Colazione abbondante e via verso l’aeroporto di Kathmandu.

La parte dei domestic è molto naif. Ci sono le pese dei bagagli con le bilance di una volta e i boarding pass, con il codice del volo rigorosamente scritto a mano, vengono dati con un criterio che non ho ancora capito. Per accedere ai controlli bisogna scavalcare le bilance e passare dietro, donne con donne perquisite da donne e uomini con uomini. Finiti i controlli si passa ai gate da una porticina che ha una tenda coi fiorellini al posto della porta

  • 4443 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social