Emozionante Namibia

Se amate gli animali e i paesaggi sconfinati è la meta che fa per voi

  • di tus-operator
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Se amate gli animali e i paesaggi sconfinati, la Namibia è la meta che fa per voi. È inutile girarci intorno. Non ci sono molte altre destinazioni in cui potrete spostarvi con tanta libertà e sicurezza nel continente africano, in cui vedere una gran quantità di animali selvatici a bordo della propria auto e ammirare paesaggi che cambiano nel giro di pochi chilometri. La natura qui è grandiosa e saprà regalarvi grandi emozioni.

Inizio subito con il raccontarvi il mio viaggio. Di seguito troverete alcune informazioni utili per organizzare al meglio il vostro arrivo in Namibia.

PRIMO GIORNO: partenza

Il volo dell'Ethiopian Airlines decolla da Milano Malpensa la sera. Ci attende un viaggio lungo e faticoso ma ancora non lo sapevamo. Oltre allo scalo tecnico a Roma ed a quello vero e proprio ad Addis Abeba (non esistono voli diretti per la Namibia), viene aggiunto a sorpresa un ulteriore scalo tecnico in Congo.

SECONDO GIORNO: arrivo in Namibia

Atterriamo in una soleggiata Windhoek, capitale della Namibia, verso metà pomeriggio. L'aeroporto è davvero piccolo così, recuperate le valigie e sbrigate le formalità di accesso (non è necessario alcun visto se la permanenza è breve e con finalità turistiche), pensiamo subito al cambio in valuta locale. Vedrete subito una gran quantità di chioschetti che cambiano denaro. Cercate quello che conviene maggiormente e che non applica commissioni di cambio e rifornitevi direttamente dei dollari namibiani che vi servono per il viaggio (il cambio in aeroporto è buono e in giro non si trovano molti altri punti in cui convertire la valuta). Se non avete con voi i contanti, c'è anche uno sportello ATM. Preparatevi a ricevere un bel malloppo di banconote!

Sempre nella piccola hall dell'aeroporto troverete la compagnia telefonica MTC (la migliore), dove acquistare per pochi spiccioli la SIM Namibiana e scegliere il piano tariffario (con chiamate, sms e traffico internet). Vi renderete conto che è indispensabile per contattare le strutture e per eventuali necessità (la SIM italiana non prende molto).

Ora finalmente possiamo ritirare la nostra auto a noleggio (AVIS) e, dopo aver fatto un check completo del mezzo (un VW Kombi T5 non proprio adatto alle strade Namibiane ma i noleggiatori non offrono altro per 6 persone) e aver insistito per il cambio di una gomma liscia, partiamo verso il Windhoek Game Camp. Quando arriviamo è già buio. Ma la struttura è davvero carina: un piccola tenuta privata con palafitte e tende abbastanza lussuose in cui riposarsi. In assenza di un ristorante, sfruttiamo il cucinino e, con le provviste comprate poco prima, preparo un insipido piatto di pasta per tutti. Accontentiamoci.

TERZO GIORNO: viaggio verso sud

In Namibia la mattina ci si alza presto. E iniziamo la giornata con una passeggiata all'interno della tenuta. Avvistiamo una giraffa e due springbok. Sono i primi animali che vediamo per cui siamo emozionatissimi e ripartiamo per Windhoek tutti eccitati.

La capitale spegne rapidamente il nostro entusiasmo: rumore, strade ampie ed anonime, un centro cittadino quasi inesistente. Ci fermiamo giusto per fare colazione e ci dirigiamo verso sud

  • 2942 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social