Namibia, terra di contrasti

Solito itinerario alla scoperta della Namibia in completa autonomia

  • di lysarxx
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

DIARIO DI VIAGGIO: NAMIBIA GIUGNO 2017

Partecipanti 3.

Costo € 3.800,00 a persona incluso volo, auto a noleggio, pernottamenti, colazione, pranzo e cena, ingresso ai parchi e escursioni varie, souvenir.

Il nostro viaggio in Namibia lo abbiamo immaginato circa un anno fa. L’idea era quella del “fai da te” ma una volta iniziato a programmare e, dato che, come al solito il tempo a nostra disposizione (2 settimane) è poco, ci siamo subito resi conto delle difficoltà logistiche ed organizzative ed abbiamo deciso di affidarci ad una agenzia di viaggi locale. E’ così che abbiamo iniziato a leggere diari di viaggi e recensioni varie per decidere quale tour operator poteva fare al caso nostro. Abbiamo scelto la HB Safaris un'agenzia con sede a Windhoek. Ho mandato una mail all’inizio di febbraio con una richiesta di informazioni generica alla quale ha risposto subito Stefania, referente dell’agenzia, che ci ha dato una panoramica generale del viaggio. Abbiamo optato per un classico tour escludendo il River Canyon, Luderitz andando direttamente dal Kalahari a Sesriem e scegliendo di arrivare fino quasi in Angola visitando le Epupa Falls. L’assistenza dell’agenzia è stata veramente ottima; ci è sempre stata vicina con suggerimenti e indicazioni e ad ogni domanda o dubbio che mi sia venuta in mente negli ultimi 5 mesi ha sempre dato una risposta veloce e precisa. Piccola premessa: il quarto partecipante per un grave problema di salute ha dovuto rinunciare al viaggio e non avendo assicurato il soggiorno ha perso quasi tutta la somma versata. Quindi, come suggerito dall'agenzia fate l’assicurazione oltre che sul volo anche sul soggiorno! Ma partiamo dall’inizio.

Domenica 18/06

Arriviamo a Windhoek in perfetto orario con un volo Air France Firenze-Parigi-Johannesburg- Windhoek. Ad attenderci c’è l’autista che ci accompagna a ritirare l’auto e ci suggerisce di cambiare i soldi direttamente in aeroporto (non ci sono grosse differenze di cambio rispetto alle banche). L’autonoleggio convenzionato con il tour operator è l’Africar ed è lì che finalmente diamo un volto alla penna e alla voce di Stefania che ci consegna tutta la documentazione (mappe, voucher per gli hotel, indicazioni, sim namibiana, adattatori) e l’auto, una Toyota Double Car 4x4 (doppio serbatoio e doppia ruota di scorta). Si offre inoltre di fare strada con la sua auto fino all’hotel per farci prendere confidenza con la guida a sinistra. L’hotel Villa Violet si trova in una zona tranquilla della città ed è composto da camere ampie e pulite che si affacciano sul giardino ed il wi-fi c’è solo nelle zone comuni. Ottimo hotel e ottima anche la colazione compresa nel prezzo. Per la cena ci fidiamo dei numerosi consigli e prenotiamo al Joe’s Beer (piccola delusione perché avendo letto ottime recensioni ci aspettavamo molto di più anche se l’ambiente è veramente carino e originale).

Lunedì 19/06 – Windhoek/Kalahari (380 km)

Lasciamo di primo mattino Windhoek (la sera prima avevamo acquistato in un supermercato panini, acqua e frutta) e una volta fatto il pieno alla nostra auto imbocchiamo la B1 (uno dei pochi tratti di strada asfaltata che abbiamo percorso). La guida a sinistra non sembra essere un grosso problema e la strada tutta dritta ci aiuta parecchio. Lungo il percorso ogni tanto troviamo delle aree attrezzate per fare Pic-nic e così per il pranzo decidiamo di fermarci. Subito dopo pranzo arriviamo al Kalahari Anib Lodge, bellissimo hotel immerso in una piccola oasi verde con stanze che si affacciano sul giardino e sulla piscina. Approfittiamo delle offerte del lodge e facciamo l’escursione con guida. Partiamo a bordo di un pick-up alla scoperta del bellissimo deserto del Kalahari e passiamo le successive 2 ½ percorrendo su e giù le dune di sabbia rossa fermandoci ogni volta che la guida avvista un animale. Vediamo i nostri primi springbok, gnu, orici, tacchini selvatici (guineafowl), scoiattoli ecc… e al tramonto, in un attimo le guide organizzano un aperitivo. Soddisfatti del magnifico spettacolo rientriamo in hotel dove ci attende una cena a buffet (classica cena con aggiunta di vari piatti locali; buona).

Martedì 20/06 – Kalahari/Namib Desert (300 km)

Partiamo al mattino, dopo un abbondante colazione, imboccando la C20. Inizia lo sterrato che ci accompagnerà per i successivi 3000 km circa. Le strade sono comunque ben battute e l’unica cosa a cui stare attenti è l’attraversamento di animali e l’incrocio con altre auto che lascia una scia di polvere dalla quale è difficile vedere bene. Il paesaggio è sempre lo stesso, a volte monotono con strade dritte e senza fine e dopo la classica fermata per rifornimento al supermercato, non c’è molto altro che ci distrae dalla guida

  • 7234 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social