L’idea di andare in Namibia

Namibia giugno 2005 L’idea di andare in Namibia( di un Italiano di passaggio in Sud africa) L’idea di andare in Namibia m’era venuta tre mesi fa , a fine Febbraio. Comincio con il contattare Interargo,l’agenzia che è a due passi ...

  • di tinoplus
    pubblicato il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Namibia giugno 2005 L’idea di andare in Namibia( di un Italiano di passaggio in Sud africa) L’idea di andare in Namibia m’era venuta tre mesi fa , a fine Febbraio.

Comincio con il contattare Interargo,l’agenzia che è a due passi dall’ufficio nel centro commerciale Village Walk. Samantha è l’impiegata dedicata alla nostra azienda.E’ di origine greca , ha i lineamenti del viso aggraziati ed un sorriso dolce , sarebbe una bella ragazza se non avesse i fianchi troppo larghi.

Le chiedo informazioni sui posti da visitare e sui pacchetti disponibili .

Mi munisco di depliants, poi mi documento su internet e leggo le avventure di viaggio dei Turisti per caso.

Avrò a disposizione un week end di tre giorni e quindi tre le tante dovrò scegliere una escursione soltanto.

Mi rivolgo anche a la filiale di Flight Center, un agenzia civettuola, situata nel civettuolo centro commerciale di Benmore, a due passi da casa ,diretta dalla civettuola Shirley, manager e impiegata, piccola ,moretta ,occhi blù ,graziosamente rotondetta ed un pò antipaticuccia.

Ricevo qualche proposta che ripongo nel cassetto. Lascio decantare. Poi tre settimane fa verso i primi di Maggio, torno da Flight Center e decido in pectore per il Tour con l’operatore turistico Thomson, uno dei maggiori in Sud Africa.

IL DESERTO NAMIB E LE FAVOLOSE DUNE DI SOSSUSVLEI !!! 3 giorni e due notti 9300 Rands incluso biglietto aereo, trasferimento con volo charter da Windoek a Sossusvlei, mezza pensione, escursioni a parte.

Quel che più mi aggradava del pacchetto scelto era il trasferimento dentro la Namibia in aereo. Troppo faticoso il trasferimento terrestre per quelle strade , quelle distanze e per il poco tempo a disposizione.

Avevo qualche remora sul tipo di aereo del volo charter, ma Shirley mi aveva rassicurato mostrandomi la foto, era un jet.

Prenoto per la partenza del venerdi 27 con ritorno domenica 29 Maggio. Nel primo pomeriggio del12 Maggio chiamo Flight Center , informo Shirley che ho deciso per Sossusvlei e che sto andando da lei per effettuare il pagamento del tour. Shirley stava uscendo per andare dal medico ( non dice per che cosa) ma in ogni caso “la prenotazione è confermata ,lascerò la pratica alla mia collega Kate ” Appena posso esco dall’ufficio,scendo al parcheggio,prendo la BMW, Benmore è vicino ma c’è traffico e debbo passare a casa a prendere i soldi , se l’agenzia mi chiude e non pago in giornata rischio di perdere la partenza del 27 Maggio. Quando arrivo a Benmore con la mazzetta di Rands in tasca era appena scorso il tramonto ed era già vicina l’ora di chiusura.

Era già notte , dopo il tramonto in Sudafrica fa notte subito.

In Johannesburg ,alle 6 di sera , appena chiusi i negozi vedi la gente sfollare rapidamente , prendere l’auto e congestionare le strade in enormi file durante un’ora ,vanno tutti a casa.

Dopo le 6 i centri commerciali rimangono malinconicamente semivuoti.

Johannesburg non è una città con vita notturna.

Se esci fuori a cena devi andare alle sette-otto poichè quasi tutti i ristoranti alle dieci chiudono. Dopo le nove i locali sono poco frequentati ed i camerieri ti servono di malavoglia perchè hanno fretta di chiudere.

Quando poi torni a casa , fuori in giro c’è solo qualche Afrikan di colore in cerca di trasporto che cammina sul ciglio della strada e che tu di notte quasi non vedi.

Scacciando queste malinconiche riflessioni entro in agenzia.

Erano le 5 e 40 ed avevo l’impressione di disturbare.

Chiedo di Kate e chiedo della mia pratica. Kate, ragazza bionda occhi azzurri dal volto insignificante dai lineamenti aridi , freddamente mi dice di non sapere nulla ,che Shirley non le ha lasciato nessuna pratica per me. Mi vede perplesso.Allora controvoglia apre un registro , poi chiama Thomson, poi scorre di nuovo il registro e infine con espressione mortificata di circostanza che ha l’aria di un “arrivederci, ripassi domani”,mi annuncia definitivamente che la mia prenotazione è stata cancellata, che non sa il perchè, sorry etc etc

  • 3488 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social