Namibia on the road

Diario di viaggio e notizie pratiche per guidare in completa libertà attraverso questa fantastica terra

  • di ilbrando
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Partecipanti: Andrea e Arianna di Piacenza

Periodo: 14-29 maggio 2016

Voli: andata - Milano-Heathrow-Johannesburg-Windohek (20 ore totali) con Brithis Airways

Ritorno - Windohek-Johannesburg-Dubai-Milano Malpensa con Air Namibia ed Emirates al prezzo di 700€ a persona. Ci siamo affidati all'ottima agenzia namibiana Hb Safaris di proprietà e gestione italiana che, su nostra indicazione sia per il budget che per i luoghi, ci ha confezionato un viaggio su misura.

1 e 2 giorno ( 14-15 maggio)

Partenza da Malpensa alle ore 18.50

Voli con qualche ritardo ma arrivo a Windhoek il giorno dopo ( 15 maggio) con soli 30 minuti di ritardo complessivo.

Primo problema: l'autista che doveva venirci a prendere per portarci al Meet and Greet presso la sede dell'agenzia sapendo del ritardo se la prende comoda e noi, che abbiamo sempre comunicato con Stefania dell'agenzia via mail e Skype realizziamo di non aver nessun numero di cellulare namibiano da chiamare.

Intanto cambiamo i soldi in aeroporto ( circa 700€ a testa ) e compriamo un po' di byte di Wi-Fi presso un bar dell'aeroporto per chiamare l'agenzia.

Finalmente arriva l'autista che ci accompagna in città .

Ci viene consegnata una Nissan double cab 4x4 con doppio serbatoio e doppia ruota di scorta, ci garantisce così circa 1400 km di autonomia e la tranquillità di poter cambiare una ruota senza patemi d'animo ( cosa che peraltro ci accadrà ).

Va subito detto che ci sono comunque diverse pompe di benzina in tutta la Namibia e con un doppio serbatoio si sta più che tranquilli; quasi tutte preferiscono il pagamento in contanti.

Parliamo anche con Alberto dell'agenzia che ci consegna una SIM namibiana, le cartine di viaggio e un book con i dettagli di ogni singolo giorno.

Arriviamo al lodge Villa Violet ( con Wi-Fi ) distrutti; la sera ceniamo da Joe's Beerhouse ( consigliatissimo) mangiando carne cotta alla brace e poi andiamo a letto; fa un po' freddo.

3 giorno (16 maggio)

Dopo una abbondante e varia colazione al lodge, senza eccessiva premura , partiamo per la nostra prima tappa. Prima però facciamo il pieno di benzina a una stazione di rifornimento ( sono aperte h24 e dispensano anche cibo , bevande, ricariche telefoniche, tabacchi...).

Via sulla strada asfaltata per quasi 200 km, poi guidiamo sullo sterrato e raggiungiamo il Lodge Bagatelle vicino alla città di Mariental, nel deserto del Kalahari.

Posto fantastico per i colori e lodge veramente bello (Wi-Fi presente); ci facciamo una cena sotto le stelle organizzata solo per noi .

4 giorno (17 maggio)

Al mattino ci svegliamo presto per partecipare ad una attività organizzata: la passeggiata con i Boscimani . Una guida del lodge ci accompagna per il Bush sulle dune del deserto dove ci aspettano i Boscimani , una etnia locale che ci accompagna al loro villaggio. Il tutto dura un'ora e mezza. Anche se si tratta di una attività per turisti ci pare molto coinvolgente camminare sulle dune e ascoltare il loro linguaggio e poter vedere l'esistenza di questi piccoli raggruppamenti di africani non troppo contagiati dal colonialismo.

Alle 10,30 partiamo per la tappa successiva, il Sossus Dune Lodge ( no wi-fi) , che si trova all'interno del parco di Sossusvley

  • 23812 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social