Namibia, Africa vera

Una cavalcata attraverso i deserti aridi e inospitali della Namibia fino alle coste dell'Oceano di Swakop per chiudere con i big 5 dell'Etosha Park

  • di piroga
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 12
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

E’ proprio vero : il mal d’Africa esiste! Dopo 12 mesi di attesa affrontiamo con l’aiuto della stessa agenzia (Southern Eagle Travel and Tours) un viaggio in Namibia,così vicina al Sudafrica che abbiamo visitato l’anno scorso ma che si rivelerà molto diversa sotto tutti i punti di vista.

Volo Egypt Air da Roma con scalo al Cairo e poi a Johannesburg (se prenotato con largo anticipo si può pagarlo anche sui 1000 €). Standard di volo medio-basso ma personale di bordo molto gentile.

Abbiamo viaggiato da soli con 2 pullmini Hyundai H 1 e Toyota Quantum. Mi sento di non consigliarli per un viaggio così impegnativo,meglio affittare delle 4x4 che sono più resistenti e vi faranno soffrire un po’ meno sui km di strade sterrate che percorrerete.Tra l’altro noi abbiamo bucato 3 volte,quindi se potete chiedete almeno la doppia ruota di scorta. Chilometri percorsi in 15 giorni: 4710. Argomento a parte è la polvere che sarà una costante del viaggio : potrebbe essere utile imbustare macchine fotografiche e dispositivi sensibili, in quanto alla pulizia personale meglio adattarsi ed attendere le provvidenziali docce nei lodges. Noi abbiamo sempre trovato acqua calda ed elettricità.

Le strade namibiane sono per la gran parte sterrate e molto pericolose ;prima di affittare i veicoli, ci hanno fatto vedere un breve filmato sulle insidie della guida su sabbia e sterrato. Guidate con molta attenzione e senza superare i limiti anche sulle strade asfaltate che sono molto strette. In Namibia ,le strade migliori sono contrassegnate dalla lettera B, ma voi percorrerete molte C (bruttissime e spesso sterrate) espesso addirittura delle D (simili a tratturi..), le F non le abbiamo nemmeno prese in considerazione.

Il clima invernale africano ci ha procurato numerosi raffreddori per cui vestitevi a “cipolla” perché soprattutto nel deserto e negli altipiani fa molto freddo di notte e molto caldo di giorno. Pile e piumini mi sembrano essenziali ma bisogna avere anche pantaloni corti e magliette a volontà.

Spesa complessiva :circa 3000€ a testa tutto compreso,anche le escursioni. Considerate che la benzina costa meno di 1 € al litro e va pagata sempre in contanti ( in Namibia vengono accettati sia dollari namibiani che rand sudafricani con cambio alla pari). In tutti i lodges nei quali abbiamo dormito accettavano la carta di credito,ma hanno sempre qualche problema con le connessioni internet. Per le comunicazioni telefoniche abbiamo adottato Skype ,utilizzando le wifi perlopiù gratuite dei lodges ed inoltre abbiamo acquistato una sim card della Mtc namibiana che con poco più di 10 € permette telefonate locali e intercontinentali a basso prezzo (Tango).

Darò alcune informazioni pratiche sui lodges ,sui percorsi affrontati e sulle maggiori attrattive, ma penso che di un viaggio in Namibia restino soprattutto le emozioni che sono patrimonio individuale e quindi non si possono facilmente raccontare.

Tappe: Windhoek (cena al Joe’s Beer,molto carino e notte al River Crossing Lodge,altrettanto accogliente)

–Mariental, strada asfaltata e abbastanza comoda con pernottamento al Kalahari Anib Lodge, carino e con sentiero escursionistico da fare a piedi in tranquillità da soli. Mariental

- Fish River Canyon: strada sterrata per lo più ma affascinante con paesaggi lunari. Sulla strada sosta per vedere gli alberi faretra a Keetmanshop. Notte al Canyon Village,fantastico, in mezzo al deserto e con gli sciacalli che lo attraversano di sera. Il Canyon è molto bello,se riuscite cercate di vederlo con le luci del tramonto che ne migliorano il contrasto dei colori

  • 4192 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. katyab
    , 6/2/2014 21:15
    Grazie per le utili info!
    Io andrò in agosto.

    Posso chiederti come hai gestito la prenotazioni dei lodge?
    Tutto tramite internet, o vi siete affidati ad agenzie locali o come suggerito dalla Lonely Planet tramite il NWR?

    Grazie e ... buon ritorno in Africa!!!
    Ciao.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social