Namibia in quattro, con pickup a noleggio

Tour classico del Paese: due coppie con pickup e roof tent

  • di Cesare80
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Preparazione del viaggio

Per l'organizzazione , dopo aver confrontato alcune offerte di tour operator, ci siamo affidati a Namibia-Travel.it. Abbiamo organizzato in modo completamente personalizzato le varie tappe e definito le caratteristiche dell'auto, dell'equipaggiamento da campeggio, dove dormire (quanti campeggi e quanti lodge), ecc. La scelta dei campeggi e dei lodge è stata affidata completamente a Namibia-Travel e tirando le somme a fine vacanza direi che praticamente tutti gli alloggi si meritavano un voto ottimo!

Diverse tappe sono risultate infinitamente lunghe, ma la scelta di percorrere tutti quei km è stata la nostra, e devo ammettere che comunque tutti i trasferimenti erano stati ben calibrati in modo tale da poter sempre arrivare prima del tramonto. In ogni modo, fermandosi nei punti panoramici che ogni trasferimento offre, anche le tappe più lunghe non possono mai definirsi noiose, anzi!

Alla fine, note e consigli.

il nostro viaggio in namibia

Giorno 0: Arrivo a Windhoek.

Giorno 1: Partenza da Windhoek e trasferimento all'Anib Lodge. Arrivando entro le 15 siamo riusciti ad effettuare il primo safari della vacanza, fino al tramonto (con driver). Molto valido, soprattutto perchè si vedono i primi animali. Notte in campeggio (favoloso) con piazzola isolata, buona luce, servizi privati in muratura. Cielo stellato a dir poco impressionante!

Giorno 2: Trasferimento al Fish River Canyon, passando dalla foresta di alberi faretra e dal Giant's Playground. Molto bella la strada, come quasi tutte del resto. Si affrontano i primi sterrati e si inizia ad assaporare la guida namibiana. La tappa agli alberi faretra e al Giant's Playground merita e spezza piacevolmente il trasferimento.

Giorno 3: Fish River Canyon e trasferimento a Luderitz. Pur non avendo niente di particolare all'alba, decidiamo di vedere il Canyon molto presto. Sveglia alle 4.20 e colazione da soli nel main viewpoint. E' possibile passeggiare tutto attorno al Canyon sia a dx che a sx del viewpoint e per noi ne è valsa la pena. Siamo stati ben tre ore ad ammirarlo da tutte le angolazioni. Il successivo trasferimento a Luderitz è lunghissimo ma pieno di panorami mozzafiato. Per la strada abbiamo visto i cavalli del deserto... che alla fine ci sono sembrati cavalli normalissimi.

Completato il pomeriggio con il Diaz Point al tramonto. Il tramonto, le onde dell'oceano e un cielo completamente senza una nuvola sono state qualcosa di favoloso!

Giorno 4: Prima di partire abbiamo fatto un veloce giretto a Luderitz, molto carina la chiesetta e alcune case in stile tedesco. Poi lungo trasferimento a Sesriem, con arrivo al tramonto. Altro bellissimo campeggio (Sossus Oasis Camp). Come al solito bellissimi panorami lungo il tragitto e avvistamenti di vari animali.

Giorno 5: Giornata dedicata al deserto del Namib. Come perfettamente consigliato da Namibia-Travel andiamo dritti fino in fondo a Soussusvlei, lasciandoci i turisti della Duna 45 alle spalle. Affrontiamo in 4x4 la breve parte sabbiosa e poi stupendo paesaggio delle dune. Non ci accontentiamo di arrivare in cima alla duna principale, proseguiamo oltre e poi scendiamo giù, rimanendo isolati in mezzo alle dune di sabbia, insieme a un orice solitario! La fatica di camminare affondando nella sabbia è ampiamente ripagata dalla straordinaria sensazione di trovarsi nel nulla più assoluto! Dopo un breve pranzo, passiamo al Deadvlei e quindi alla Duna 45. In cima alla Duna 45, nel punto più alto, si ha una vista a 360° veramente unica, un panorama difficilmente paragonabile a qualsiasi altro posto!

Giorno 6: Trasferimento a Swakopmund. Lungo la strada si attraversano due passi che meritano ampiamente una sosta e varie fotografie. Nel pomeriggio giro al paesaggio lunare (merita ampiamente un piccolo tour a piedi scendendo nella valle... ci vorrebbe il permesso ad essere rigorosi!). Poi avvistiamo le Welwitschia... che francamente senza la spiegazione di un botanico, di interessante hanno ben poco, ma dal momento che si è lì tanto vale aggiungere anche quelle

  • 3744 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social