Affascinante Namibia

Fra deserti e savana, parchi nazionali e oceano, città e villaggi, etnie diverse, animali terrestri e marini

  • di mgraz
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Namibia, 15 – 29 luglio 2012 – Graziella e Marco

Quest’anno per le nostre ferie estive decidiamo per la Namibia; ci rendiamo subito conto che organizzare tutto da soli, come facciamo di solito, è piuttosto difficile e non scevro di rischi, ma d’altronde non abbiamo voglia di partecipare a un viaggio organizzato di gruppo. Un soddisfacente compromesso lo troviamo rivolgendoci a “Granelli di sabbia – Namibia-travel”, di cui siamo venuti a conoscenza leggendo i resoconti di altri viaggiatori. Una scelta che si rivelerà azzeccata. Così noi prenotiamo il volo (BA-AF Bologna>Parigi>Johannesburg>Wyndoek) e loro, dopo contatti mail, ci organizzano il tour, in self drive. E finalmente si parte!

15-16 luglio - partenza

Il viaggio è molto lungo e stancante; in più a Wyndhoek abbiamo la sgradita sorpresa di non trovare una delle nostre valigie. Avevamo però preparato dei ricambi nel bagaglio a mano e comunque ci assicurano che la valigia ci verrà recapitata appena possibile.

All’uscita incontriamo Emanuele, che ci assiste per le pratiche di noleggio auto alla Hertz (2x4 Renault Koleos, con doppia ruota di scorta), ci accompagna al cambio e poi ci fornisce le informazioni necessarie e tutto il materiale preparato per noi ( la borsa con le varie mappe, personalizzate per il nostro tour, le schede per riconoscere gli animali,il navigatore, una sim namibiana, ecc). Arriviamo a Wyndhoek città dopo il tramonto, ci sistemiamo al Casa Blanca Boutique hotel, davvero molto carino, e poi.. siamo un po’ stremati, per cui rinunciamo a uscire la sera e ci fermiamo per cena in hotel.

17 luglio - Kalahari

Tempo freddo e limpidissimo. La prima tappa è piuttosto tranquilla, lungo la B1, per circa 240 km. Dopo Rehoboth si oltrepassa il Tropico del Capricorno, con ovvie fotografie di rito. Una deviazione su sterrato di 25 km ci porta al Kalahari Anib Lodge, una specie di oasi incastonata nell’arida savana che si estende a perdita d’occhio. Nel pomeriggio partecipiamo al “Nature drive”, un’ escursione su mezzi scoperti per l’osservazione del paesaggio e degli animali. E qui si comincia ad avere la sensazione fortissima, che durerà per tutto il viaggio, di essere in un documentario naturalistico, ma con noi dentro! Ecco springbok a volontà, zebre, gnu, orici, un’otarda gigante, una coppia di struzzi con i piccoli e, un po’ a distanza, un gruppo di giraffe, e poi le tane del formichiere e gli enormi nidi degli uccelli tessitori sociali. Al tramonto, rapido e spettacolare, aperitivo en plein air. Poi si ritorna al lodge, imbacuccati nei plaid, perché è proprio freddo. Al lodge ci aspettano i camini accesi e un’ottima cena, ravvivata dalle divertenti esibizioni estemporanee del cordialissimo staff. E dopo c’è il magnifico spettacolo del cielo stellato, così profondo, con così tante stelle e così brillanti!

18 luglio - Namib

Dopo un’ottima prima colazione, si riparte; seguiamo la B1 fino a Mariental, e poi deviamo sulla C19, ancora meno trafficata. La strada si addentra per circa 100 km, dritta come la lama di un bisturi, nella savana sconfinata, con la sua alta erba dorata ondulata dal vento e le acacie più o meno rade a punteggiarla. Dopo Maltahohe la strada sarà tutta sterrata, ma generalmente agevole; incontriamo una famiglia di babbuini lungo la recinzione e subito dopo si attraversa una zona montagnosa, Zaris. Dopo il passo si apre di nuovo una savana bellissima, che sembra velluto dorato, popolata da piccoli branchi di orici. Dopo km e km arriviamo alla deviazione per Sesriem, dove ci rechiamo ad acquistare il permesso per la visita di domani; e dopo ci vorrà ancora un’ora prima di arrivare finalmente al Namib Desert Lodge, bello e curatissimo, addossato ai magnifici contrafforti delle Dune Fossili, affascinanti alla luce radente dell’imminente tramonto. La camera è molto bella e l’accoglienza calorosa; la sospirata doccia è un po’ freddino, ma pazienza… La cena è ottima e fin troppo abbondante, essendo a buffet, ma dopotutto siamo in vacanza! Dopo cena c’ è lo splendido spettacolo delle Dune Fossili illuminate

  • 2823 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. lifestyle lovers
    , 18/9/2012 16:03
    Più leggo diari sulla Namibia e più mi convinco!! Devo assolutamente andarci...... i colori..... la natura......

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social