Costa Romantica: Grecia e Turchia

Ciao ciao a tutti… eccomi qua… appena tornata da una crociera, per la precisione Costa Romantica, con destinazione Grecia e Turchia, passando dalla meravigliosa Catania… Per me e Marco, il mio ragazzo, questa era la prima esperienza in crociera, quindi ...

  • di Wendyxxx
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao ciao a tutti... eccomi qua... appena tornata da una crociera, per la precisione Costa Romantica, con destinazione Grecia e Turchia, passando dalla meravigliosa Catania... Per me e Marco, il mio ragazzo, questa era la prima esperienza in crociera, quindi siamo partiti molto incuriositi, forse anche un po’ scettici e con la speranza che il mare ci fosse calmo e tranquillo... ed infatti lo è stato, per fortuna! Ma partiamo dall’inizio... il 05/05 siamo saliti in nave, tutto tranquillo, esplorazione della nave e della cabina, un po’ piccola ma comunque con tutti i comfort (tranne il bidet!) Il giorno successivo arrivo a Catania... volevamo fare l’escursione sull’Etna ma il tempo non era bellissimo quindi abbiamo optato per farci un giretto x Catania. Abbiamo toccato a piedi tutte le tappe dell’escursione Costa, risparmiando però 57 euro a testa! Il centro di Catania, per chi non la conosce, come non la conoscevamo noi prima della crociera, è facilmente raggiungibile dal porto, poi i monumenti sono tutti vicini quindi non è necessario prendere mezzi pubblici. Per fare un esempio, Catania si visita agevolmente come Firenze. Un turista riesce a vedere tutte le più belle cose semplicemente facendosi una tranquilla passeggiata in centro! In ogni caso, sotto il Duomo di Catania, passa un trenino che con 5 euro vi fa fare il giro della città.

Infine, abbiamo fatto una sosta inevitabile in una famosa pasticceria locale a mangiare un deliziosissimo cannolo siciliano, prima di rientrare in nave.

Si parte x la Grecia! Un giorno intero di navigazione, durante il quale per fortuna il buon tempo ci è stato d’aiuto e siamo stati tutto il giorno sul ponte a prendere il sole.

Arriviamo finalmente a Patmos... Anche qui siamo scesi a terra da soli... direi che se avevamo prenotato l’escursione con la Costa, avrei contestato il prezzo con l’ufficio escursioni... mi spiego meglio... al nostro arrivo a Patmos, due signori che erano sulla nostra nave ci hanno chiesto se volevamo dividere il taxi con loro per andare a vedere il Monastero di San Giovanni e alla grotta dell’Apocalisse, e noi abbiamo accettato di buon grado. Spesa complessiva 25 euro x 4 persone, cioè il costo del taxi. Il taxi ci ha lasciati un’ora fuori dal monastero, così ce lo siamo girato in tutta tranquillità, dopodiché ci ha portato alle grotte dove siamo stati un’altra mezz’ora. Per fare lo stesso identico giro, ma con una guida, le persone con l’escursione Costa hanno speso 53 euro a testa! Una cifra astronomica! E non consideriamo poi che alle grotte c’era fila e la guida della Costa ha richiamato il suo gruppo prima che riuscissero ad entrare, perché facevano tardi! Ma vi rendete conto? 53 euro e non hanno neanche visto la grotta! Dopo la visita ai luoghi di cui sopra, ci siamo fatti un giretto per il porticciolo... molto carino e si compra molto bene... consiglio di approfittarne x comprare souvenir, perché Mikonos ha dei prezzi assurdi.

Ripartiamo alla volta di Mikonos... durante la navigazione pomeridiana, il mare è stato un po’ agitato, tanto da ritardare l’arrivo sull’isola di un’ora circa.

Sulla nave, l’equippe di animazione e l’organizzazione in generale, non sono stati secondo noi in grado di gestire il ritardo con i passeggeri, così che si è creato un gran caos e siamo usciti tutti alla rinfusa, nonostante i numeri degli autobus che ci erano stati assegnati... A Mikonos c’era un vento fortissimo, direi che faceva proprio freddo! Eravamo usciti per cenare in un ristorantino tipico, ma non si può spendere 80 euro a persona per mangiare, quando in nave è tutto gratuito. Mikonos è carissima, forse perché è la più famosa, non so... fatto sta che costa tutto tantissimo, quindi non è di certo un posto adatto x fare spese. C’è da dire però che è molto carina, ci sono negozi bellissimi, tipo Prada, Cavalli, Ralph Lauren e via discorrendo, ed ogni vicolo (a patto che non sia infestato di turisti), è caratteristico e particolare. Nel porticciolo abbiamo anche trovato uno dei famosi pellicani che hanno colonizzato Mikonos. Un animale davvero bello e particolare! Torniamo sulla nave e partiamo alla volta di Smirne, o Izmir

  • 7885 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social