Capodanno in Myanmar

Due settimane tra dicembre e gennaio nelle località più turistiche

  • di puremorning1999
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Alcune INDICAZIONI GENERALI prima di passare al racconto delle singole giornate:

1. In termini di sicurezza, il Myanmar ci è sembrato un paese assolutamente sicuro. Certo, non siamo andati in giro di notte, né in zone periferiche delle città, o tantomeno naturalmente nelle zone non accessibili ai turisti, ma per il resto non abbiamo avuto neppure la sensazione di trovarci in un luogo rischioso.

2. Il periodo da noi scelto è ottimale dal punto di vista climatico, in quanto è il più fresco e secco dell'anno. Purtroppo però è anche il periodo di altissima stagione, per cui i turisti erano relativamente tanti. C'è da dire comunque che il turismo è iniziato da poco in Myanmar, per cui il numero di visitatori è comunque limitato.

3. I prezzi di hotel e ristoranti sono molto bassi. Noi abbiamo prenotato tutti gli hotel in anticipo, servendoci di booking.com, hotels.com e Agoda. In tal modo abbiamo ottenuto dei risparmi considerevoli.

4. La valuta locale, il kyat, è insieme col dollaro la più utilizzata (circa 1420 kyat per 1€). Noi abbiamo portato solo euro in contanti e non abbiamo mai avuto il minimo problema. Un’avvertenza soltanto: atterrati all'aeroporto di Yangon alle 5 del mattino, non abbiamo trovato un cambiavalute aperto ed abbiamo dovuto cambiare in hotel per pagare il taxi ad un tasso non favorevole. I prezzi indicati di seguito sono in kyat, tranne quando diversamente specificato.

5. Viaggiare all'interno del Myanmar è molto facile. Gli autobus notturni della J. J. Express sono eccellenti ed hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo. Abbiamo voluto evitare voli interni per non rimpinguare le casse del governo dittatoriale. Per le tratte in taxi o per i tour di un giorno, ci siamo rivolti agli hotel. Non abbiamo ritenuto necessario noleggiare un'automobile.

6. Nonostante i prezzi medio-bassi, gli hotel da noi scelti sono stati tutti molto buoni, estremamente puliti e con personale sempre disponibile e competente.

7. Il nostro volo (andata: Milano Linate-Francoforte-Doha-Yangon; ritorno: Yagon-Doha-Milano Malpensa) è costato € 840 a persona; lo abbiamo prenotato a metà settembre. La tratta Linate-Francoforte era gestita da Alitalia; il resto da Qatar Airways. L'aereo della Qatar era molto buono all'andata, mentre al ritorno lasciava un po' a desiderare.

8. La durata della nostra permanenza, 15 giorni, è stata più che sufficiente a completare il giro che ci eravamo prefissati, che comprende le quattro zone classiche. Se volete passare anche qualche giorno al mare o fare dei tour in zone meno battute, è consigliabile aggiungere una settimana.

9. Il cibo in tutta onestà non è memorabile. Non abbiamo quasi mai approfittato dell’ampia offerta di street food, a causa delle scarse condizioni igieniche. Per il resto la cucina del Myanmar è un po' un mix tra cucina cinese ed indiana. È possibile trovare ristoranti cinesi ed indiani quasi dovunque.

10. Il Wi-fi è presente negli hotel da noi selezionati, anche se a volte nelle stanze è estremamente lento.

11. Le guide che abbiamo scelto sono la Lonely Planet, molto migliore della media e la Rough Guide, allo stesso livello della Lonely Planet. Una delusione si è invece rivelata la normalmente ottima Polaris.

12. La nostra assicurazione medica, che fortunatamente non abbiamo utilizzato, era stipulata con la Holins

  • 9877 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social