Magnifico Myanmar, settembre 2007

Eccomi qua anch’io a raccontare la mia fantastica esperienza di viaggio nel Myanmar fatta a settembre di quest’anno.. Scrivo purtroppo solo ora, ad ormai 3 mesi dal mio rientro, ma nonostante questo, il ricordo del Myanmar è ancora vivo dentro ...

  • di fede.84
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Eccomi qua anch’io a raccontare la mia fantastica esperienza di viaggio nel Myanmar fatta a settembre di quest’anno.. Scrivo purtroppo solo ora, ad ormai 3 mesi dal mio rientro, ma nonostante questo, il ricordo del Myanmar è ancora vivo dentro di me, tanto che ogni giorno riguardo le foto scattate in quei posti stupendi.

All’inizio la meta non mi convinceva molto, forse proprio perché non è molto conosciuta, infatti quando tutti mi chiedevano dove andavo in vacanza quest’anno puntualmente mi rispondevano: e dov’è? E tanti facevano facce strane...Come per dirmi che potevo scegliere altre mete! Ovviamente quando sono tornata, proprio durante i giorni della rivolta, tutti sapevano che ero andata lì e hanno così tristemente conosciuto questo paese che non merita le sofferenze che ha passato e che probabilmente sta passando ancora, anche se la TV non se ne occupa così insistentemente come prima! Prima di passare ad una serie di info pratiche sul mio viaggio vorrei ringraziare tutti i TPC che hanno scritto prima di me e che mi hanno aiutato rispondendo alle mie mail (soprattutto Stefy!), aiuti molto più validi della Lonely Planet che avevo e che ho soltanto sfogliato per curiosità dato che il mio non è stato un viaggio “fai da te”.

Insomma se non sapete dove andare, pensate ad organizzarvi un bel viaggetto proprio in Myanmar, la cosiddetta “Golden Land” e ne rimarrete incantati...

INFO PRATICHE: Il nostro agente di viaggi si appoggia alla Quality group-mistral e il viaggio è di 11 giorni. Periodo di viaggio: 4 – 15 settembre Tour: Yangon – Bagan – Mandalay – Pindaya – Lago Inle – Yangon Compagnia aerea: Volo thai airways da Milano-Bkk, Bkk-Yangon e viceversa. Bellissimo aereo, pulito e colorato. Il servizio a bordo è stato ottimo, il cibo era discreto e passano spesso con le bevande. I film erano alcuni anche in italiano e dovevano ancora uscire in Italia, poi c’è la musica, giochi, programmi per bambini, documentari... La nostra fortuna è che all’andata molto posti non erano occupati quindi per fortuna ci siamo potuti stendere anche! Voli interni con la Air Bagan, compagnia buona, passano con bevande e se il tragitto è lungo anche con qualche cosa da mangiare, per esempio a noi sono capitati dei tramezzini al formaggio e una torta di pan di spagna! Voli puntuali, a volte anche in anticipo rispetto al programma fornito dalla Quality e quindi abbiamo dovuto fare delle levatacce. Spostamenti con autobus: noi abbiamo fatto varie escursioni abbastanza lunghe con gli autobus e purtroppo le strade sono davvero in condizioni pessime quindi preparatevi al massaggio gratis. Abbiamo fatto poi una gita in barca sul fiume che è andata benissimo, ci siamo spostati con i loro “taxi” e con altri mezzi trainati da buoi e consiglio di provarli tutti. Non abbiate paura e non guardate fuori dai finestrini..Nel mio gruppo la gente spesso si faceva prendere dal panico e gridava “aiuto” senza senso e spaventava gli altri..

Clima e temperature: a Yangon siamo stati sfortunati perchè pioveva a dirotto e quindi abbiamo visitato le pagode sotto un’acqua torrenziale. C’era comunque caldo umido ma non si sudava.

Poi ci siamo spostati al nord e abbiamo sempre trovato bel tempo e molto ma molto caldo. Al lago Inle ha piovuto quando eravamo al ristorante per fortuna altrimenti la gita con le lance non sarebbe stata bella con gli ombrelli aperti che coprivano il paesaggio. Comunque il cielo coperto ha aiutato a non farci prendere un’insolazione. Gli ultimi due giorni a Yangon sono stati misti, il primo non ha piovuto e il secondo giorno ha iniziato il pomeriggio a piovere quando noi dovevamo prepararci per andare in aeroporto. Preparate occhiali da soli e cappelli e se come me siete sempre freddolosi portatevi via un maglioncino perché spesso nei ristoranti c’è aria condizionata oppure come a Pindaya si è quasi in “montagna”

  • 1517 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social