Myanmar, stupendo viaggio indipendente

Ciao a tutti. Siamo Marco e Annalisa,e con grande entusiasmo vogliamo raccontarvi la nostra meravigliosa esperienza di viaggio in Myanmar,ex Birmania,avvenuto lo scorso Agosto 2006. Siamo sempre stati affascinati dall'idea di visitare questo paese,a detta di molti rimasto puro negli ...

  • di La Redazione
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao a tutti.

Siamo Marco e Annalisa,e con grande entusiasmo vogliamo raccontarvi la nostra meravigliosa esperienza di viaggio in Myanmar,ex Birmania,avvenuto lo scorso Agosto 2006.

Siamo sempre stati affascinati dall'idea di visitare questo paese,a detta di molti rimasto puro negli usi e costumi della sua meravigliosa ed ospitale popolazione,nonche' per il suo patrimonio artistico,ricchissimo di templi e monasteri antichissimi,conservati perfettamente.

Incoraggiati anche dalle positive segnalazioni presenti su questo utilissimo sito,abbiamo deciso finalmente di intraprendere il viaggio,e per nostra grande gioia,l'esperienza si sarebbe poi rivelata adirittura ben superiore alle nostre comunque entusiastiche aspettative! Abbiamo optato per un viaggio indipendente,prenotando solamente il volo per Yangon (ottimo e conveniente si e' rivelato quello della compagnia del Qatar,con scalo a Doha).Infatti,cosi' facendo ci sono svariati ed importanti pro:1)economicamente,mi sembra la soluzione migliore.2)Meno passaggi attraverso agenzie ci sono,meno si foraggia il governo militare.3)Cosa piu' importante,la Birmania offre meravigliose occasioni di scoperta ed arricchimento interiore,grazie alla sua gente ospitale e amichevole e alla sua incontaminata (speriamo ancora per molto) atmosfera magica.Tutto cio' non potrebbe minimamente venire apprezzato partecipando ad un viaggio organizzato,che porterebbe inevitabilmente ,per via della comitiva,alla chiassosa chiacchera banale e ad assumere un atteggiamento scontato,distaccato e non armonioso con la popolazione del luogo.

Appunto per questo,abbiamo deciso di affidarci ad una guida-autista locale,con la quale abbiamo pianificato insieme a grandi linee le tappe del tour,con la possibilita' di eventualmente modificarle giorno per giorno in base alle nostre esigenze,in modo molto elastico. S. (il soprannome di tale guida),contattato grazie anche alle segnalazioni gia' presenti in questo sito,si e' rivelato una persona eccezzionale: premuroso,attento,disponibilissimo e professionale.Ma la cosa piu' bella e' che siamo entrati subito in sintonia con lui,grazie alla fiducia e serenita' che ci ha trasmesso.Infatti,e' stato un viaggio tra tre amici,piuttosto che tra due clienti con guida al seguito.

Siamo arrivati all'aeroporto di Yangon stanchi per il viggio e un po' in ansia per la burocrazia e i severi controlli che ci aspettavamo da un paese sotto un regime repressivo e oscurantista.Inoltre,eravamo preoccupati sul fatto che S. Fosse davvero li' ad aspettarci.

Con grande stupore,i controlli e le pratiche sono stati niente di piu' che ad un qualsiasi altro aeroporto internazionale,e gia' subito nella hall c'era S. Che ci aspettava col cartello in mano recante la scritta del nostro nome! Sciolte cosi' tutte le tensioni,abbiamo legato subito,e come gia' detto,abbiamo dato il via ad un viaggio stupendo in amicizia e rispetto.

Atterrati a Yangon di sera,ci siamo intrattenuti nella capitale solo per il pernottamento,dopo una cena in un grazioso ristorante stile pub (allegri brindisi a base di ottima birra locale).Preciso che da li' in avanti (quindi sempre...),siamo stati a tavola tutti e tre insieme,sia a pranzo che a cena,divertendoci un sacco.Ci siamo permessi di offire i pasti a S. In ogni occasione,con grande piacere reciproco.Ci e' sembrato quantomeno doveroso e segno di rispetto nei confronti di una persona che svolge con grande dedizione e onesta' il suo lavoro.

La mattina seguente,svegli di buon ora,abbiamo trovato la citta' allagata dal temporale.C'era da aspettarselo,in quanto ad agosto ci troviamo nel pieno della stagione delle piogge monsoniche.Ma devo dire che comunque le condizioni meteo non hanno minimamente ostacolato i nostri spostamenti,anche perche' il grosso delle precipitazioni si abbate sulla ziona del delta dell'Irrawaddy,e il resto del paese non e' poi troppo piovoso neppure ad Agosto

  • 1769 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social