Il mio primo viaggio in moto: Genova - Helsinki

Moto tour da Genova a Helsinki, via Repubbliche Baltiche e Leopoli

  • di ENRY70
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Fra le tante cose che non avevo mai fatto era un viaggio in moto... geograficamente non sapevo mai collocare Estonia, Lettonia e Lituania, con le loro relative capitali... allora decido di cimentarmi in questa avventura: Genova - Helsinki, attraverso zone che videro la maggiore distruzione della furia nazista durante la seconda guerra mondiale. Il viaggio è stato straordinario, con la Honda Integra 750 comprata da appena tre mesi.., un senso di libertà pazzesco... al ritorno passerò dall'Ucraina per visitare la meravigliosa Lviv. Anche in questo viaggio chiederò ospitalità ai membri di couchsurfing, per vivere con i locali le singole realtà.

ITINERARIO

  • 10 Agosto: Partenza da Genova, visita Liechtenstein ed arrivo a Sainkt Margaret (lago di Costanza) - 446 km 8 h
  • 11 Agosto: Partenza per Norimberga, visita al Centro documentazione sul nazismo - 321 km 4 h
  • 12 Agosto: Free walking tour Norimberga – Hall 600 processo Norimberga
  • 13 Agosto: Partenza per Dresda, visita cattedrale e Zwinger - 321 km 4 h
  • 14 Agosto: Visita Museo militare di Dresda e partenza per Stettino (Szcznein) e crollo ponte Morandi Genova - 343 km 4,5 h
  • 15 Agosto: Partenza per Danzica - 353 km 6 h
  • 16 Agosto: Castello di Malbork, visita centro Solidarnosc e centro Danzica
  • 17 Agosto: Partenza per Kaunas - 447 km 7,5 h
  • 18 Agosto: Visita Dune del Baltico, Neringa- Ruske e Smiliutè
  • 19 Agosto: Collina delle croci e Rundale palace (Lettonia) arrivo a Riga – 161 km 3 h
  • 20 Agosto: Free walking tour Riga- quartiere Art Nuveau - Museo Occupazione
  • 21 Agosto: Partenza per Tallin - 313 km 7 h
  • 22 Agosto: Traghetto e visita per Helsinki
  • 23 Agosto: Free walking tour Tallin, visita città
  • 24 Agosto: Trasferimento a Vilnius - 598 km 8 h
  • 25 Agosto: Visita Trokay-Karaimi people e Vilnius
  • 26 Agosto: Free walking tour Vilnius, Museo dell’occupazione - 569 km 8 h
  • 27 Agosto: Partenza per Lublino- Campo di Concentramento
  • 28 Agosto: Visita Lublino, Zamosc partenza per Leopoli - 216 km 7 h (passaggio frontiera)
  • 29 Agosto: Visita Leopoli
  • 30 Agosto: Partenza per Brno - 657 km 8 h
  • 31 Agosto - 02 Settembre Arrivo a Graz e rientro a Genova - 1148 km 14 h

CONSIGLI PER VIAGGIO IN MOTO

È stato il mio primo viaggio on the road e metto a fattor comune la mia esperienza alla luce delle cose andate bene e di quelle invece negative. Saltate questa sezione se avete già avuto esperienze di questo tipo.

ABBIGLIAMENTO:

  • Giacca Dainese, tre strati, 4 stagioni: 359€
  • Scarpe rinforzate antipioggia wheel up: 79€
  • Guanti estivi: motorc 48€
  • Guanti invernali: nn
  • Pantaloni estivi con protezioni Smooky: 139€
  • Paraschiena Wheel up: 69€
  • Cerata Slam: nn
  • Pantaloni Waterproof tucano: nn
  • Kit pulisci catena e grasso: 28€
  • Parabrezza alto: 89€
  • Borsone impermeabile da viaggio sul sedile Givi: 59€
  • Catena Viro: 44€
  • Portasmartphone Givi: 45€

Sulla base dei 7.135 km percorsi tutto è andato alla grande ma vi riporto i due errori commessi:

Il primo è che con i guanti estivi, quando piove, ci vogliono le protezioni contro l’acqua, costano circa 20€. Il secondo è che avevo dei pantaloni anti-pioggia vecchi, che arrivavano sino alla vita. Seduto, sotto un diluvio un piccolo rivolo è sceso dalla cerata e si è trasformato in un fiume in piena che mi ha bagnato tutte le mutando e mi ha costretto a dormire una notte in più….Per il resto ricordatevi che, anche se le giacche e le tute sono costosissime ed avveniristiche, non reggono la pioggia forte, motivo per cui dovete indossare la cerata. Lo strato di goretex è sempre sotto, non vi fa bagnare, ma la parte esterna rimane zuppa anche il giorno dopo, sappiatelo!

Alcuni bikers preferiscono avere gli indumenti con tasche ed aperture permettono di adattarsi alla temperatura senza fermarsi, personalmente preferisco fermarmi e vestirmi in modo adeguato anche se ogni stop è una menata e fa perdere tempo. Fate esperienza e deciderete!

Infine: se viaggiate soli come me è bene fare una sorta di cartellino con i recapiti delle persone da contattare in caso di emergenza, da appendere al collo o in luogo subito ritrovabile dai soccorritori

  • 441 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social