Au-delà de la Provence. Viaggio oltre la Provenza

Viaggio in sidecar nel sud della Francia per visitare la città fortificata di Carcassonne, le città d’arte di Tolosa, Montauban e Albi, la capitale religiosa Lourdes, la costa atlantica, la settecentesca Bordeaux, i grandi vigneti di Saint-Emilion e il triangolo ...

  • di Fausto Luciano Pellino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Auch è famosa per la Cathédrale Saint-Marie costruita lungo il percorso per arrivare a Santiago de Compostela ma anche per la scalinata monumentale di 370 gradini che toglie il respiro, oltre che per la bellezza, anche per la fatica impegnata nel risalirla. A metà della scalinata si erge maestosa la statua del famoso moschettiere D’Artagnan. Di grande fattura anche la Prefettura (ex palazzo vescovile) e la Torre di Armagnac.

Dentro l’Armagnac

Giornata dedicata alla scoperta del territorio dell’Armagnac, il distillato di vino più antico al mondo.

Larressingle, uno dei villaggi più belli d’oltralpe. Immersa nei vigneti, nel cuore dell’Armagnac, è la città fortificata più piccola della Francia. Meravigliosamente restaurata, è un piacere passeggiare nel piccolissimo centro.

Condom, capitale dell’Armagnac. Messa da parte l’architettura del Paese, entriamo decisi nella Maison Ryst-Dupeyron per scoprire i segreti della distillazione dell’Armagnac. Accomodati nell’antica cantina, un video ci illustra l’azienda e le tecniche di distillazione. Luna è più interessata al fresco, io agli effluvi che fuoriescono dalle botti. Dopo le piacevoli spiegazioni sulle tecniche di produzione passiamo alla parte più interessante: la degustazione! Senza esagerare troppo, vuoi per la strada ancora da percorrere, vuoi per i quaranta gradi che ci sono fuori.

Abbaye de Flaran, abbazia cistercense che, devo ammettere, non mi ha lasciato sbigottito.

Lourdes, la città di Santa Bernadette

L’emozione che provo nel visitare il Sanctuaire Notre Dame de Lourdes è immensa. Una strana sensazione di benessere, di pace mi assale. Mi sembra di camminare sospeso da terra, non avverto né la stanchezza né il forte caldo che avvolge tutto attorno.

Visito la Basilica del Rosario, la Cripta e la Cappella delle Relique e, infine, la Grotta di Massabielle, la famosa Grotta dove Bernadette ebbe in visione la Santa Vergine. La immaginavo diversa. Mi aspettavo di dover scendere nelle profondità della terra e invece no; è lì accessibile a tutti, soprattutto alle povere persone ammalate che si affidano a Maria per essere guarite.

E poi l’acqua, sorgente di vita, purificatrice del corpo e dell’anima. Tante sono le fontanelle dalle quali prelevare, o semplicemente sorseggiare, l’acqua santa; riempio, come molti fedeli al mio fianco, le ampolle acquistate sulle bancarelle prima di entrare nel Santuario. Le porterò a casa e, in parte, le regalerò a ricordo di questo meraviglioso posto. Un ricordo profondo e duraturo nel tempo.

Terminata la visita al Santuario, percorriamo le strade di Lourdes per scoprire i luoghi dove ha vissuto Bernadette e rivivere la storia della pastorella:

- il Mulino di Boly, il luogo di nascita di Bernadette;

- il Cachot, dove viveva Bernadette al tempo delle apparizioni;

- la chiesa, dove si trova il fonte battesimale di Bernadette;

- l’Ospizio, dove si trova la cappella nella quale Bernadette fece la prima comunione.

Bordeaux, la città del vino

Dopo aver trascorso un giorno nella lussuosa e raffinata Biarritz, sulla costa Atlantica, puntiamo su Bordeaux. Raggiungere Bordeaux solo per assaporare il rinomato vino; mai convinzione sarebbe risultata più sbagliata. Passeggiando per il centro è subito evidente che Bordeaux possa offrire molto di più. Vie del centro sempre affollate di persone, eleganti palazzi neoclassici lungo la riva del fiume Garonna, edifici storici ben conservati, chiese di una bellezza unica e la street art celebrata ovunque e, in particolare modo, presso il Darwin l’Éco-Système

  • 8903 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social