In Harley verso la Francia

Viaggio in Harley Davidson (883) tra Nizza e l'Alta Provenza

  • di elisam91
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo partiti il giorno 17/08 consapevoli del fatto di dover fare quasi 400 Km in moto, su due 883 Harley Davidson. Siamo partiti carichi con due enormi borse da palestra ben fissate sul portapacchi. Io come passeggera con la musica nelle orecchie come si fa a non parlare per 4 ore?:) Per quanto fossero tanti Km ci siamo fermati spesso e siamo arrivati a Nizza per le 14,00 dopo essere partiti alle 7 e 30. Ci siamo sistemati in un appartamento molto carino prenotato su Booking, e abbiamo gironzolato per Nizza, cercando un ristorante carino e non troppo caro. Abbiamo cenato al porto, in uno di quelli sulla strada, e poi tutti a letto dato il viaggio.

Primo giorno: Cagnes sur mer, Antibes, Cannes

Siamo partiti la mattina alla buonora e abbiamo visitato Cagnes sur mer ma non c' era molto da vedere, così abbiamo seguito i cartelli e siamo saliti per Cagnes Haute. Un paesino antico un po' ricostruito credo a cause delle bombe. Da lì abbiamo goduto di una bella vista e abbiamo camminato qua e là per il paese. Ci siamo fermati per un caffè quasi italiano in un posto nella piazza principale con vista montagne bellissimo. Siamo risaliti in moto e ci siamo avviati verso Cannes, ma c'era davvero molto traffico e dopo un pò di tentavi per cercare la strada, abbiamo ripiegato per Cap3000 (il centro commerciale di Nizza) e ci siamo mangiati un buonissimo croissant. Abbiamo gironzolato e fatto acquisti. Oltre ad esserci alcuni negozi con un target più alto ce ne sono alcuni a prezzi stracciati. Pranzo all'appartamento e dopo un breve pisolino siamo ripartiti verso Cannes e Antibes. A parer mio Cannes non è niente di che. Molto traffico e tantissimi turisti, abbiamo fatto la foto alla famosa scalinata e poi abbiamo gironzolato qua e là tra gli hotel che avevano, gli autisti intenti a lucidare le auto. Tra il traffico che scorreva lento (a proposito, consiglio assolutamente di viaggiare in autostrada sebbene un pò complicata, ma di quella ne parlerò dopo) ed il caldo siamo riusciti finalmente ad arrivare ad Antibes e ci siamo fatti un bel bagno a una spiaggia proprio davanti al porto. Preciso che la spiaggetta era anche all'ombra e i motociclisti che erano con me erano contentissimi dopo aver guidato nel traffico nervoso. Giratina ad Antibes, davvero molto carino con tutte le stradine antiche e molto movimento. Ritorno a casa cena e letto presto.

Sabato mattina abbiamo preso la moto e siamo partiti alla volta di Villefranche sur Mer ed Eze. Abbiamo fatto tutta la strada normale passando quindi dal lungomare di Nizza e siamo arrivati a Villefranche. Non c'è poi molto, ma è un paesino molto caratteristico. Siamo avviati in paese e abbiamo fatto un piccolo pezzettino della "Rue Obscure", un vecchio passaggio che usavano per difendersi durante gli attacchi. Purtroppo però il nostro viaggio per la Rue obscure si è interrotto poco dopo dato che cìera un'interruzione per ristrutturazione. Siamo partiti alla volta di Eze e siamo saliti di parecchio... con tutte le curve... da qui, in alcuni punti, c'erano dei punti panoramicissimi. Eze è un paesino arroccato su una montagna a picco sul mare, era gremito anche questo di gente ma non ci siamo abbattuti e siamo saliti a piedi per scalini ripidi. Una volta su, però, ci siamo accorti che non esistevano punti panoramici. Infatti, nonostante il borgo medievale fosse davvero bello e ben curato in tutto, era pieno di ristoranti e hotel di lusso con viste panoramiche. L'unico punto accessibile era il giardino botanico (12 € a testa per la visita e per godere del panorama)

  • 317 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social