In moto verso l'Est

Da Verona a Cracovia, passando per Budapest e Bratislava

  • di PaoloVR
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Partiamo da Verona l'11 agosto 2016 con la nostra GS 1200, tenda, materassini e seggiole per il nostro viaggio verso Budapest e Cracovia. Autostrada verso Gorizia, arriviamo al confine e, acquistata la vignette, siamo in Slovenia, l'idea è di fermarci un paio di notti in un B&B vicino a Lubiana (Otocec) e da lì visitare Lubiana.

Arriviamo al Seruga Turist Farm nel primo pomeriggio e una volta sistemati nella stanza, decidiamo di andare a visitare i dintorni con il Castello di Otocec, una passeggiata dopo tanta moto. Il castello, con il parco sulla Krka, è molto bello, qualche scatto e poi torniamo per la ricca cena.

12 agosto

Visitiamo Lubiana, che si trova a 70 km dal nostro B & B, il centro è lungo il fiume, abbiamo a disposizione una giornata e vogliamo vedere la mostra fotografica di Salgado che fortunatamente si trova nel museo civico della città. Giro in battello sul fiume e passeggiata al castello di Lubiana, che si trova in alto su una collinetta dalla quale si può vedere una panoramica di tutta la città. Quindi rientro in serata per la cena.

13 agosto

Si riparte con meta Budapest, facciamo una tappa a Maribor poi via verso l'Ungheria.

Stiamo percorrendo l'autostrada e prima del confine vogliamo fermarci per far benzina e acquistare la vignette (elettronica) per le autostrade ungheresi. Sapevamo che ci sono molti controlli ma non avevamo ancora visto alcun cartello o segnale per l'acquisto della vignette. Al distributore c'è una coda bestiale rimaniamo in rispettosa coda fermi ad aspettare il nostro turno ma non si muove nessuno. Decidiamo allora di fermarci a quello successivo ma... non c'è nessun autogrill e distributore nei successivi 50 km! Intanto siamo già entrati in Ungheria e siamo già passati, purtroppo, sotto i primi rilevatori elettronici. Decidiamo di uscire dall'autostrada per cercare un distributore e per acquistare la vignette, il mio navigatore me lo segnalava a qualche km di distanza. Arriviamo, facciamo il pieno (ma con il calcolo dei fiorini sbaglio ad impostare il prelievo self service) acquistiamo la vignette (si paga presso il self service, si annota la targa e si conserva lo scontrino per gli eventuali controlli) e ripartiamo. Breve sosta sul lago Balaton (sembrava di essere a Rimini per la quantità di gente che affollava il lago) poi via verso Budapest. Arriviamo verso le 18.00 abbastanza stanchi dopo km 460 e gli ultimi a cercare di stare dentro i limiti di velocità che variano spesso e malgrado si percorrano superstrade ad alta percorrenza la velocità da mantenere varia dai 50 ai 70 km.

Arriviamo al campeggio ZUGLIGETI NICHE a qualche km dal centro, non è un granché ma troviamo una piazzola per la nostra tenda e ci sistemiamo, il campeggio è soprattutto un'area di sosta per camper (90% italiani) ma la colazione è gratis per tutti! E che colazione!

14 agosto

Appuntamento presso la piazza adiacente al parlamento per la visita gratuita (con guida in spagnolo) con i ragazzi degli “Ombrelli Bianchi” associazione di ragazzi che propongono una visita gratuita di una parte della città, poi si lascia un'offerta. Nel primo pomeriggio visita al Parlamento prenotata da casa, attenzione ai siti internet, si possono trovare prezzi diversi dei biglietti d'entrata. Il Parlamento è un gioiello e vale la pena visitarlo. Quindi giro per le vie del centro, prenotiamo il giro in battello sul Danubio per la serata e cerchiamo un locale per la cena.

Il giro in battello (partenza alle 22.30!) non corrisponde alle aspettative ma tant'è. Alle 24.00 rientro in campeggio

  • 1194 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social