Corsica in moto

Fantastico giro di 1800 km tra monti e mare, costeggiando anche il "dito"

  • di Lauda653
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

CORSICA 2015

Dante e Laura: dal 19 luglio al 1 agosto 2015 - 13 notti

Premessa: in questo viaggio abbiamo dormito in posti quasi tutti prenotati con Booking una settimana prima cercando di sfruttare le tariffe piu' convenienti.

Per le cene invece, complici gli alti costi della Corsica, abbiamo pagato molto di piu' di quanto pagheremmo in Italia e mangiando non certo meglio!

sabato 18 luglio

Partiamo da Bergamo attorno alle 16,30 con il nostro scooter BMW Scooter 650 GT. Temperatura bollente, stare con la giacca da moto e' quasi insopportabile. Autostrada libera , solo negli ultimi chilometri coda in prossimità degli imbarchi traghetti , arriviamo comunque a Genova in ampio anticipo attorno alle 19,00. Ci imbarchiamo con MOBY partenza puntuale alle 22,00. Cena in traghetto, navigazione tranquilla.

domenica 19 luglio

Il traghetto arriva puntualissimo ore 8,00 a Bastia e qui decidiamo di allegerirci innanzitutto dei bagagli. Ci dirigiamo subito verso Oletta, vicino Saint Florent , dove abbiamo prenotato 2 notti all'Hotel Sant'Andria, percorrendo strada sopra Bastia molto panoramica. Nonostante sia ancora presto fa' gia' molto caldo e gli altri motociclisti che incrociamo sono tutti vestiti leggerissimi. Dopo una trentina di km, di strada tutta collinare, arriviamo al Sant'Andria. Il posto e' abbastanza essenziale e dalle recensioni lette, e' come ce lo aspettavamo: spartano ma buona base per il giro del dito e soprattutto fuori dalla confusione di Saint Florent. Il titolare e' cortesissimo , ci accoglie benevolmente parlando italiano , ci assegna una camera con terrazza, migliore di quella prenotata e ci da' subito indicazioni sui tragitti da farsi.

Il programma di oggi prevede il giro del dito, che molti evitano, ma avendo due settimane di tempo, e' da farsi perche' spettacolare. Partiamo quasi subito in pantaloncini e maglietta (temperatura costante sopra i 35°) per il nostro giro che noi vogliamo fare in senso antiorario. La costa est scorre via tranquillamente e velocemente raggiungiamo Erbalunga, piccolo e grazioso borgo di pescatori, dove finalmente riusciamo a far colazione.

Proseguiamo, passiamo Macinaggio e arriviamo a Rogliano. Seguiamo indicazioni per spiaggia di Tamarone, cui arriviamo dopo breve strada sterrata e dopo aver passato un camping. Davanti a noi si apre la bella baia di sabbia ed un mare di un azzurro fantastico. Ci tuffiamo subito: l'acqua e' caldissima! Stiamo li' un paio d'ore alternando sole e bagno. Verso le 13,00 rimontiamo in sella e raggiungiamo Tollare, Cap Corse. Ci fermiamo a mangiare qualcosa sul ristorantino nel porticciolo di Barcaggio. Fa sempre piu' caldoooo!

Riprendiamo la strada e arriviamo nel delizioso borgo di Centuri. Facciamo due passi ma il caldo e'insopportabile, siamo attorni ai 40° , e fuori programma lasciamo la moto bordo strada e ci scaraventiamo in una piccolissima baietta rocciosa, dall'acqua trasparente e calda. Quasi ancora bagnati riprendiamo il giro; a Morsiglia tappa tecnica per benzina all'unico distributore della parte Ovest ( l'altro , ad Est, e' a Macinaggio) , il distributore e' costituito da un'unica pompa gestita da un barista gentile e cordiale, dove acquistiamo bottiglia grande di acqua che dopo mezz'ora abbiamo gia' finito.

La costa Ovest e' decisamente piu' bella , la strada e' alta e ad ogni curva si aprono baie e baiette con sabbia, tutte poco frequentate, eh si che oggi e' una domenica di luglio!

Alle 18 siamo alla spiaggia di Nonza: dall'alto e' incredibile, lunghissima, nera e non c'e' quasi nessuno! Non resistiamo, lasciamo la moto in un parcheggio e dopo una camminata di 5/10 minuti tra le rocce arriviamo nella spiaggia di sassolini neri. L'acqua e' caldissima e trasparente. Va subito in profondita' . Il bagno e' rigenerante dal caldo, dalla stanchezza, dalla confusione di sempre, dallo stress del lavoro.....siiiiii siamo in vacanza! Ore 20,00 di ritorno ad Oletta. Per oggi sono circa 180/190 Km. Cena al ristorante “U Piazzetta” nel centro di Oletta: discreto.

Vista che la distanza tra il ristorante e l'hotel e' brevissima e a quell'ora non c'e' piu' nessuno in giro, decidiamo di prenderci il rischio di rientrare senza casco

  • 61045 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social