In moto tra Croazia e Bosnia

Viaggio su due ruote passando per Spalato, Sarajevo, Mostar, Dubrovnik e Trogir

  • di vale.ntina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Persone:2

Km: 3000

Giorni: 14

Spesa: 600e a testa tutto compreso

Mascotte: drago volante ancorato con fascette antifurto

Potente mezzo: Tenerè xt 600 89 (e tanta speranza che non ci molli a metà viaggio)

CRIKVENICA (550km)

E' possibile giungere in Croazia senza fare la vignetta per l'autostrada slovena, allungherete di poco la strada ma risparmierete qualche euro. Crikvenica è l'ideale prima tappa, non troppo vicina ma abbastaza per arrivare ad un orario in cui è ancora possibile farsi un bel bagno in mare. L'offerta di campeggi e luoghi in cui cenare a buon mercato è abbondante. Il MARTELLETTO per il campeggiatore dell'ultimo momento è sacro in particolare qui dove il terreno è arido e pietroso. Il mare è bellissimo e la tranquillità del posto ne fa anche una meta adatta per la famiglie con bambini.

STROBEC (330km circa)

L'autostrada croata è una lingua di asfalto incandescente e corre nell'entroterra. Attraversa luoghi aridi bruciati dal sole, campagna con sporadici paesini. Il caldo è infernale 36 gradi e la giacca da moto non aiuta. Il paesaggio surreale ha il suo fascino e comunque risulta più facilmente percorribile che la via della costa, dove un anziano signore ci taglia prontamente la strada. Alloggiare a Spalato in alta stagione non è costosissimo ma per noi che viaggiamo molto Low Cost il campeggio risulta sempre avere prezzi competitivi. Perciò decidiamo di fermarci a Strobec dove c'è il campeggio più vicino alla città di Spalato. Il campeggio è enorme, non rischiamo di non trovar posto. È tenuto davvero bene, e ha una spiaggia privata, un supermercatino e un bar interno. Il paesino è abbastanza vivace probabilmente perché siamo nel fine settimana, sul lungo mare ci sono bancarelle di hobbisti e cibo da strada tra cui gli immancabili POP CORN. In settimana il paese invece è tranquillissimo, fin troppo... non adatto a chi cerchi divertimenti serali di qualsiasi tipo. Non avendo voglia di scaricare la moto e smontare le borse in alluminio decidiamo di andare a Spalato in pullman.

SPALATO

A Spalato c'è molto da visitare, ma non avrete problemi anche senza una buona guida perché in centro c'è un ottimo ufficio turistico che vi fornirà cartina e spiegazioni. E' singolare il fatto che il Palazzo di Diocleziano è ora il centro storico. Mi raccomando salite sulla torre, ammirerete la città dall'alto ed è un vero spettacolo!

Un altro monumento che vale sicuramente una visita è il tempio di Giove trasformato in battistero in epoca Cristiana. Non potete mancare di strofinare il pollicione a Gregorio di Nona... statua molto bella di Ivan Meštrović 1929. Si dice che strofinarne l'alluce porti buona fortuna e realizzi i desideri... io non assicuro nulla ma tentar non nuoce! ;)

Tra le cose bizzarre di Spalato c'è Froggy Land... che cos'è? Vi rimando al sito così vi fate un'idea... Vale la pena di essere vista? Direi di sì... Certo se siete animalisti convinti potreste turbarvi ma a voi la scelta :)

Il parco Marjan è un'altra cosa che non potete perdervi, non adatto alle ore più calde. Il parco è una vera e propria collina o “monte”, lungo la scalata troverete bellissimi punti panoramici e un bar, i cui prezzi sono comunque accessibili. Abbiamo ordinato due PIRORDNA LIMUNADA (o limonate naturali che si vendono tantissimo in tutti i balcani) e le abbiamo pagate come in città.

Nei pressi del secondo belvedere vi troverete alla chiesetta di San Nicola (bellissima) da dove è facile raggiungere la cima panoramica della collina ma ancora più facile è sedersi su una delle tante panchine all'ombra a guardare i pavoni e sonnecchiare un po'

  • 23505 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social