Viaggio in scooter

Repubbliche baltiche su due ruote

  • di Sabrina1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

31 Luglio 2011 - Si parte!

Siamo partiti, finalmente.

Dopo un sabato dove non ci siamo fermati nemmeno 1 minuto per preparare le valigie, dopo aver dormito appena 6 ore, la sveglia alle 6,30 è stata puntualissima. Fatto subito colazione, riordinato, Max ha caricato la moto, io nel frattempo sistemavo le ultime cose. Chiuso acqua, gas, innaffiato le piante, siamo pronti per la partenza. Foto di rito giù al garage (questa volta mi commuovo e mi viene quasi da piangere) e via!

Subito un piccolo problema al mio casco che non aveva nessuna intenzione di chiudersi (e ti pareva che non succedeva qualcosa), ma quasi risolto con le maniere forti.

Temperature non proprio da 31 Luglio, fa freschino. Traffico INESISTENTE, non c’è nessuno per strada. In questi giorni ci hanno fatto 2 palle così per le probabili code lungo le strada, bollino nero, bollino rosso, bollino 2 paia di ciufoli!!.

La tratta Napoli-Orte è stata di una noia mortale. Attacchi di sonno sia a me che a Massimo. Varie soste per pipì/ benzina, 100 Km prima di Ravenna (nostra prima tappa) ci dobbiamo fermare per indossare l’antipioggia ma facciamo la sciocchezza di infilarci solo il pezzo di sopra. Infatti dopo 10 minuti si scatena un violento temporale che ci costringe a fermarci sotto un ponte (in compagnia di 1 coppia di Ravenna) per indossare anche il “pezzo di sotto”. Wuao, siamo appena partiti e abbiamo già preso il primo temporale!!! Bella partenza.

Dopo ½ ora tutto finisce ed esce un bellissimo sole cocente!!

Facilmente arriviamo a Ravenna (dove non ha fatto 1 goccia di acqua), troviamo subito il nostro Albergo “Ravenna 3*”. Scarichiamo subito la moto, ci diamo una rinfrescata e usciamo subito per visitare la città.

Ravenna è molto carina, piena di monumenti da visitare e ci dispiace che la nostra visita sia così veloce. Sarà un’occasione per rivederla con più calma.

Notiamo anche che ci sono moltissimi extracomuniari polacchi, nordafricani e tunisini. Ceniamo con 1 piadina buonissima (vicino al mercato) e subito a nanna, stanchi morti. Doccia, denti.

Buonanotte

1° AGOSTO 2011

Stanotte ho dormito malissimo: ho avuto prima tanto caldo, sentivo i rumori della strada (eravamo al 2° piano), ho sognato che Trieste veniva sommersa dall’acqua. Non ho chiuso occhio! La sveglia alle 7,15 ci ha fatto subito preparare per la colazione, abbastanza normale (diciamo un po’ scarsina). Alle 8,50 siamo già in viaggio, prendiamo la SS14 fino a Trieste, nostra prossima tappa. Passiamo per Chioggia, Comacchio, nomi molto noti ma da noi mai visitati. Campagne e lagune a perdita d’occhio. Il termometro ha segnato 29°.

Abbiamo attraversato il Po, il Tagliamento…

Dopo varie soste per pipì e benzina, arriviamo a Trieste verso le 15,30. Max con un po’ di difficoltà , trova da parcheggiare in una traversa adiacente l’albergo (ma quanti motorini/moto/scooter ci sono a Trieste?). Veloce doccia e subito in giro a fare i turisti

La piazza principale é veramente un colpo d’occhio fantastico, grande, immensa, direttamente sul mare. Moltissimi palazzi storici molto ben tenuti. E’ una città severa, ostica ma il fatto di avere il mare “a portata” di mano, la rende piacevole. Pranziamo in P.zza Borsa (pasta fredda con zucchini e gamberetti), visitiamo la Cattedrale di San Giusto e il Castello. Gironzoliamo ancora, facciamo tante foto. Il tramonto si staglia sui palazzi della piazza centrale. Ceniamo in maniera “abbondante” in un ristorantino di fronte all’Ex Acquario (ora Mercato del Pesce). Satolli e sazi, lentamente raggiungiamo il nostro albergo (stanza 207). Doccia, denti, percorso per l’indomani e subito nanna

  • 14595 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social