Lefkada, Meteore, Alberobello, Matera... due cuori e una moto

Partenza da Roma per l'isola greca, poi a zonzo per Puglia e Basilicata

  • di birillina87
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Meritano una visita il faro che si trova dopo porto katsiki, il paesino di Sivota con le sue taverne a due piani, romanticissimo soprattutto la sera, il paesino di Karia verso l'interno dove si possono trovare dei bellissimi centrini fatti da signore del posto e dei tappeti deliziosi!Merita una visita il bellissimo monastero di Faneromenis, che si trova a nord vicino Lefkada, da cui si gode una splendida vista sulla spiaggia dei mulini. Meritano anche le cascate che si trovano a Nidri per passare un fresco pomeriggio immersi nella natura,ma soprattutto merita una gita in barca (ma non quelle organizzate che vi fanno mangiare sulla nave e vi fanno fare il giro delle isolette davanti a Nidri), la barca bisogna affittarla,sono barche piccole che si guidano senza patente e costano dai 35 ai 50 euro tutto il giorno. Si affittano a Nidri ovunque e vi permetteranno di scoprire angoli di paradiso!

Infine voglio spendere due parole per i paesini dell'isola: noi alloggiavamo a Vasiliki, che secondo i miei gusti è il più caratteristico,il meno caotico e soprattutto strategico per visitare tutto quello che c'è. Agios Nikitas, Lefkada e Nidri sono tutti carini ma esageratamente turistici.

Dopo aver visto ogni angolo di questa splendida isola,aver incontrato persone splendide con cui abbiamo riso a crepapelle e dopo aver ritrovato i magici sapori della nostra amata Grecia il giorno 18 Agosto alle ore 7.30 del mattino decidiamo di passare il nostro ultimo giorno alle Meteore,partiamo dunque da Vasiliki e ci dirigiamo verso Ioannina,passiamo per Metsovo,paesino di montagna con balconi di legno ...una meraviglia! ma questa deviazione ci costa almeno un paio d'ore di strada in più perchè per arrivare alle Meteore dobbiamo attraversare il passo del Katarà che è a 1700m e la strada è tutta curve, piuttosto dissestata e soprattutto deserta. Consiglio di fare tutta l'autostrada che si prende da Ioannina fino a Panagia e poi uscire e andare verso Trikala,Kalambaka (paesino sotto le meterore).

Arriviamo alle Meteore alle 13 siamo molto stanchi ma lo spettacolo che ci troviamo di fronte agli occhi ci rende felici. E' indescrivibile l'emozione che si prova vedendo questi monasteri sospesi per aria, è un luogo magico, davvero! Nessuna foto,filmino o documentario potranno mai rendere l'idea dell'atmosfera che si respira!Visitiamo il monastero più grande e poi con un po' di tristezza nel cuore lasciamo le meteore e ci dirigiamo verso Igoumenitsa dove ci aspetta la nave alle 23.30 per riportarci a Brindisi.

Sbarchiamo a Brindisi alle 7.30 del mattino e in ricordo del faticoso viaggio Roma-Brindisi dell'andata decidiamo di fare delle tappe.La nostra prima tappa è Alberobello,la città dei Trulli.è incredibile vedere un paesino completamente costituito da soli trulli...sono un qualcosa di unico...Consiglio di visitare il "Rione Aia Piccola" è un agglomerato di trulli rimasti intatti come agli inizi del 900,è la parte più autentica di Alberobello,vi sembrerà di essere in una favola!

Proseguiamo per Matera e arriviamo nel pomeriggio nel b&b "La corte dei pastori" (http://www.lacortedeipastori.it/) che gode, a mio avviso, della miglior vista sui sassi rispetto a tutti gli altri b&b. E' aperto da poco, dunque tutto nuovo e le stanze sono delle vere grotte del '700 curate nei minimi dettagli, molto confortevoli e fresche! Il prezzo è un po' alto (80 euro la camera) ma è compresa la colazione che è abbondantissima e buonissima! Che dire... lo spettacolo dal nostro b&b è a dir poco mozzafiato... I sassi sono qualcosa di unico e imponente. L’atmosfera è incredibilmente suggestiva ed è bello muoversi anche senza meta, scoprendo uno dopo l'altro i tanti angoli pittoreschi e sorprendenti che si trovano raccolti in questo luogo senza eguali al mondo. Per meglio comprendere la storia dei sassi consiglio di affidarsi ad una guida sul posto che vi porterà alla scoperta delle case grotta (abitate fino al 1952), delle chiese rupestri, della civita e dell'incredibile Palombaro, storica cisterna della città grazie alla quale Matera e i suoi sassi sono divenuti Patrimonio mondiale dell'umanità!

Il 21 agosto lasciamo alle nostre spalle gli spettacolari sassi e salutiamo Matera. Si torna a Roma con il cuore pieno di felicità per questo viaggio che ci ha regalato luoghi incantati, storia, mare turchese, cascate, montagne, paesini deliziosi, profumi e sapori che ricorderemo per sempre!

Spero di non essermi dilungata troppo, di non avervi annoiato e di essere riuscita a trasmettere tutto l'entusiasmo che hanno suscitato in me questi luoghi. Mi auguro, infine, che questo mio viaggio e le mie esperienze, positive e negative, possano esservi d'aiuto!

Claudia

  • 6787 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social