Tour del Marocco e delle città imperiali

I giro per Casablanca, Fès, Marrakech, Meknes, Rabat

  • di tikal
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Si comincia a sentire aria di clima natalizio e così, come da qualche anno ormai, decidiamo di scappare prenotando un viaggio. Compriamo un pacchetto già bello che confezionato da Yalla Yalla per un tour del Marocco e delle città imperiali. In genere viaggiamo in autonomia, ma in queste occasioni ci piace scegliere qualcosa già organizzato con tutti gli annessi e connessi: un pullman pieno di persone che più diverse di così non potrebbero essere, gusti diametralmente opposti ecc ecc.

Partiamo con ritardo in direzione Casablanca, dove accumuliamo altro ritardo in attesa dell'aereo che ci porterà a Marrakech nella quale arriviamo dopo la mezzanotte. Il tempo di dormire qualche ora e di buon mattino tutto il gruppo parte alla volta di Casablanca. Non capiamo proprio il perchè di questo avanti e indietro, visto che eravamo già a Casablanca qualche ora prima, ma buona parte del gruppo è partito da Milano con volo diretto su Marrakech. Infatti tutta la mattina viene impiegata solo per questo trasferimento, pranzo e visita alla moschea di Casablanca. Situata sul mare, colpisce subito dall'esterno per la grandezza (è la più grande moschea del Marocco) ed all'interno per la ricchezza di decori, marmi, lampadari, tappeti... il tutto giocato sui toni del beige rosato. Voluta da Hassan II, è un'opera di recente costruzione, infatti fu ultimata nel 1993 dopo sei anni di intenso lavoro. Non da meno è tutto il piano inferiore alla moschea dove è stato predisposto uno splendido hammam non ancora in funzione e tutta una zona per le abluzioni dei fedeli. I dirigiamo a Rabat ed entriamo nella Kasbah di Oudaya, un quartiere fortificato, dove passeggiamo al tramonto fra questi vicoli caratterizzati dalle abitazioni dipinte di bianco e turchese. Facciamo una bella passeggiata anche dopo cena con la nostra guida Rashid tra i vicoli ancora brulicanti di gente e negozi aperti della città vecchia. Entriamo in una bella casa antica in restauro e nel salottino ci offrono il classico tè alla menta con i biscottini tipici marocchini.

Il mattino dopo facciamo la prima tappa al Mausoleo di Mohamed V, che contiene la tomba di Mohamed V e dei suoi figli. Foto al monumento ed al cambio della guardia e si riparte in direzione di Fes.

La nostra prima sosta è a Meknes dove ammiriamo subito la bella porta Bab el Mansour, entrata del palazzo reale. Visitiamo gli splendidi palazzi dei ministri dell'epoca, le scuderie reali ed il granaio dove sono stati girati tanti film famosi tra i quali “Il nome della rosa”. Dopo pranzo visita alla città romana di Volubilis o per meglio dire quello che ne resta dopo il terribile terremoto del 1755. Rimangono ancora intatti l'arco di trionfo dedicato all'imperatore Caracalla, tante belle colonne ed i mosaici che resistono tutto sommato in buono stato al tempo ed alle intemperie. La città è vasta ed affascinante soprattutto al tramonto...

L'indomani è tutto dedicato alla visita di Fes, la più antica delle città imperiali fondata da Moulay Idriss II e sede della prima università religiosa del mondo islamico. Vediamo tante cose tra le quali le famose concerie dal tetto di un negozio di pelletteria. Prima di salire ci danno un bel rametto di menta da tenere a portata di naso. Fortunatamente quel giorno gli odori sono molto sopiti, ma visto che nelle vasche per la concia delle pelli c'è guano ed urina di vacca, c'è solo da immaginarsi il tanfo nelle calde giornate estive... Sembra di essere in un girone dantesco. Uomini che si destreggiano come libellule in questi vasconi tremebondi ,senza nessuna sicurezza per la loro salute, che eseguono tutti i trattamenti a cui devono essere sottoposte le pelli per essere poi lavorate. Direi che il giro shopping di giubbini, borsette e quant'altro, dopo questo “spettacolo”, non attira certo la nostraattenzione

  • 7233 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social