Montenegro Libero

Dal 2 Giugno di quest’anno il Montenegro è una repubblica indipendente, di poche anime, ma indipendente. Visto poi che nel passato ci mancava proprio la visita della costa Montenegrina, decidiamo velocemente di partire per Sv Svetan. Evitiamo il periplo da ...

  • di Gasp
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dal 2 Giugno di quest’anno il Montenegro è una repubblica indipendente, di poche anime, ma indipendente. Visto poi che nel passato ci mancava proprio la visita della costa Montenegrina, decidiamo velocemente di partire per Sv Svetan. Evitiamo il periplo da Trieste e ci imbarchiamo ad Ancona la sera alle 21 di Venerdì 16 Giugno diretti a Spalato (abbiamo scoperto che Ancona/Bar della Montenegro Lines c’è solo dal 1° di Luglio).

La mattina alle 7 siamo a Spalato e da qui, in allegria ci mettiamo in marcia per fare i 300 km circa che ci separano dall’isoletta dei nostri sogni: Sv Svetan. Previsione fatta 3-4 ore di macchina. Ma per la strada, le frontiere che s’incontrano (la Bosnia a Neum e quella in entrata del Montenegro dopo Dubrovnik) e i limiti di velocità, ci mettiamo circa 6 ore e mezzo, anche tagliando le Bocche di Cattaro con il tragetto.

Insomma alle 14 siamo in albergo, e che albergo. Una isola di pescatori che ai tempi di Tito fu completamente ristrutturata e adibita ad albergo di lusso, con due bellissime baie confinanti e con un verde strepitoso d’intorno, percorsi pedonali che ci portano alle baie vicine come quella di Milocer, boschi che arrivano fino al mare. Tutto tenuto benissimo, curato e pulito. Un oasi bellissima nel caotico Montenegro.

Certo è che l’albergo è un po’ invecchiato dal lontano 1972, ma la camera, anzi la suite di 40 mq almeno, con giardinetto, il ristorante con la sua terrazza dalla quale si vede tutta la costa, la piscina e i vari bar sparsi per l’isola-albergo, il servizio accurato con la mezza pensione ecc... ci hanno permesso una settimana di relax completo. E poi che dire del prezzo: una cosa del genere a 65 euro a testa a giorno in mezza pensione e con servizio gratis di spiaggia, per noi era un sogno a buon mercato (ricordo che il Montenegro ha l’euro come noi!).

Certo è che fuori dall’albergo i prezzi sono bassi. A Budva si riusciva a pranzare con 15 euro in due. Ma ce la siamo goduta! C’è un però: l’interno ci ha lasciati sconcertati. Podgorica, il lago di Scutari ecc.. Sembra di essere tornati nel triste passato di una Italia povera e diseredata. Mancanza di segnaletica, povertà diffusa, sporcizia e caos ci hanno fatto desistere da insistere sulle visite all’interno.

Il mare però a Sv Svetan, a Petrovac, a Milocer ecc.. Vale un viaggio per la sua bellezza mozzafiato. L’anno prossimo (con il passaggio nave Ancona-Bar in luglio però!), abbiamo deciso di ritornare per il mare e per aggregarsi alle varie gite che vengono proposte alla Reception dell’albergo. Vedremo quindi in tutta tranquillità l’Albania vicina, la vecchia capitale, le gole del Tara ecc...

  • 820 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social