Annapurna Sanctuary last minute

Trekking al Campo Base Annapurna

  • di rongpuk
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eccomi di nuovo qui a scrivere di Nepal. Speravo tanto di andare in Birmania col baldo Luigi e invece niente. Non abbiam tirato su mezza adesione al nostro favoloso itinerario di due settimane in Myanmar, nonostante avessimo creato e curato una bella pagina Facebook che lo rendesse accattivante. Niente da fare. Lo abbiamo fatto chiudere a meno di due settimane dalla partenza e io ho preso al volo l’offerta della Qatar per Kathmandu. C’erano stati segni premonitori, per cui avrei dovuto aspettarmelo. L’incontro col Tresoldi per caso in autogrill, i monaci nepalini in Corso Garibaldi, i sogni sul Brahmino e altri ancora.

Il 28 novembre, esco dall'ufficio col saccone da spedizione in spalla, col commento immancabile delle colleghe: "ma dove vai così? io non ce la potrei mai fare..." Ceno a MXP con l’immancabile Latte Macchiato e Brioche e aspetto l’imbarco chiacchierando al telefono. Il volo non è pienissimo e come ai vecchi tempi, mi sdraio su 4 sedili infondo e dormo fino a Doha. Idem faccio nella tratta per Kathmandu. Quando iniziano le prime colline verdi e l’aereo entra in Valle, il cielo è già rosa dal tramonto e limpido all’orizzonte, il Lantang svetta con le sue nevi perenni sopra Kathmandu. Mai ho visto le montagne sopra la città così chiaramente come ora. Mai in 10 anni di Nepal. Che favola! All’arrivo Yam e Karna mi stanno aspettando e mi regalano subito una candida Katha sacra. Che bel benvenuto. Arrivata al Planet l’accoglienza è sempre calda. I ragazzi li adoro. Qui sento tanto tanto tanto amore. Aayan è cresciutissimo e trotterella sorridendo in cortile. Finalmente riabbraccio il mio Brahmino e faccio conoscenza con alcuni ospiti. Qui è proprio la mia casa in Nepal. Sta volta non ho scritto ovunque che sarei tornata. L’ho detto solo agli amici più cari. E non li vedrò neanche tutti. Som è al Manaslu con due australiani o austriaci, non ricordo, e mi dispiace tantissimo di non poter stare con lui un po’. Quando sono in montagna con lui mi sento protetta. Eh sì, anche io ho bisogno di sicurezza. Anche io sono “umana” con le mie cazzate, le mie debolezze e quant’altro. Ho avvisato Barbara, dicendole che sarei passata da lei al ritorno dal mio trekking. E poi nessun altro. La sera nel mio lettino nella mia stanzetta, sotto la spessa trapunta, mando una foto agli amici e in pace mi metto nelle mani di morfeo. Sabato c’è un bel sole, l’aria è frizzante e giù in giardino mi faccio una lunga chiacchierata col Brahma. Il mio angelo custode preferito in Nepal e fuor di Nepal. Il tempo insieme a lui vola e ci starei davvero per ore ed ore a parlare senza annoiarmi mai. Il fratello di Karna deve accompagnare i nostri vicini di casa nei dintorni di Ratna Park e io scrocco il passaggio in van fino a Thridevi Marg. A mezzogiorno e mezzo ho un appuntamento con Luca e il suo gruppo di trekkers. Sono appena tornati da un bel anello in Khumbu che li ha portati fino alla cima dell’Island Peak, passando dal Renjo La e dal Cho La. Voglio troppo salutarlo, conoscere i suoi compagni e vedere l’entusiasmo nei suoi occhi. Ho conosciuto Luca su Tripadvisor. Era venuto a chiedermi lumi sulle assicurazioni per i trekking in quota e da lì abbiamo fatto amicizia. Gli ho passato i miei contatti in Khumbu, gli ho dato una mano a perfezionare l’itinerario per il suo gruppo e per una sua pax che non aveva giorni sufficienti per fare tutto il giro e l’ho sentito ogni volta che era possibile quando era su a camminare. Insomma come sempre mi fa piacere star vicino a tutti coloro che vogliono andare in Nepal e in Khumbu e hanno bisogno di aiuto, supporto o anche solo di incoraggiamento. Credo fermamente che il sapere e la conoscenza siano nulle se non sono condivisi e che possa essere bello aver qualcuno accanto che ti dà una mano quando affronti un “mondo nuovo”

  • 7874 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social