Bernina & Valtellina

A zonzo tra i monti della Valtellina

  • di Leonardo&Maura
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Lunedì 27 luglio

Dopo aver “accompagnato felicemente alla porta” gli ultimi ospiti (abbiamo un B&B), caricato la macchina non dimenticandoci delle due grazielline restaurate per l'occasione, riusciamo a partire abbastanza presto rispetto ai programmi. Per spezzare il viaggio decidiamo di fermarci a Paratico sul lago d'Iseo. Arriviamo che abbiamo ancora tutto il pomeriggio, prendiamo possesso della nostra camera e dopo le formalità, decidiamo di farci un giro lungo le rive del lago. Pur essendo una giornata soleggiata il clima è molto piu’ piacevole rispetto a quello di Firenze, quale miglior occasione per inaugurare le due biciclettine fiammanti? Scarichiamo la prima e già ci vediamo a pedalare piacevolmente rinfrescati dalla fresca brezza del lago, scarichiamo la seconda, e … amara sorpresa … con il calore dell'auto è scoppiato il copertone anteriore, che delusione! Non ci resta che andare a piedi.

Con una bella passeggiata lungolago raggiungiamo Sarnico dove ci rinfreschiamo con due ottime granite. Poi rientro perchè ci aspetta una serata con amici della zona, che con l’occasione non manchiamo di fare loro un saluto.

Martedì 28 luglio

Sveglia con abbastanza calma: destinazione finale Tirano. Passiamo, su suggerimento della ragazza del B&B, dal noto Pierino “aggiustatutto” che velocemente ci risistema la bicicletta e poi ci dedichiamo all'esplorazione della costa sud est cominciando da Iseo, località molto carina e ben tenuta ma piccola per tanto in 1 ora l'abbiamo girata in lungo e in largo. Dopo alcuni errori che ci hanno condotto a percorrere strade con gallerie interminabili, siamo riusciti a trovare la strada che corre lungo la riva e da qui risalire tra piacevoli scorci, fino a Lovere, visitiamo anche questo angolo di lago e via verso Tirano per comprare il biglietto del famoso BERNINA. E’ inutile dire che avevamo un po’ di confusione su quale tipo di treno prendere e sulla scelta della carrozza: aperta, panoramica, chiusa,ecc. Il nostro consiglio è secco: prendete il treno regionale e se il tempo lo permette, per almeno un tratto prendete la carrozza aperta.

Il regionale infatti in certe fasce orarie e a seconda del meteo ha in coda due carrozze gialle di legno scoperte , le quali vi offriranno una esperienza indimenticabile e la possibilità di scattare foto senza ostacoli di nessun genere; ricordate che è il regionale il vero trenino rosso, quello che ha fatto la storia della ferrovia Retica, mentre il panoramico è veramente una trovata turistica, in cui dovrete pagare un supplemento ad oggi di euro 14, per la prenotazione obbligatoria del posto…non ne vale assolutamente la pena!

Ceniamo, su consiglio di una nostra cliente, alla trattoria Del Simone che si trova a Baruffini una frazione sopra Tirano da dove si domina tutta la valle. E' il nostro primo assaggio di pizzoccheri, taroz, schiatt...

Mercoledì 29 luglio

Ore 9:00 partenza da Tirano destinazione St. Moritz arrivo stimato 11:11, partenza puntuale ma strada facendo accumula un pò di ritardo sia all'andata che al ritorno, pertanto ci cade il mito della precisione svizzera, al momento per la nostra esperienza la precisione è solo giapponese. Da Tirano a Poschiavo a parte il ponte a ellisse il tragitto è piuttosto normale, unica particolarità le rotaie, in alcuni punti e per qualche chilometro camminano direttamente sulla carreggiata in promiscuità con le automobili e nei corsi principali dei paesi. Il pezzo piu’ suggestivo è tra Cavaglia e Pontresina. Noi siamo scesi ad Alp Grum alle 10:25 (in ritardo di 12 minuti) pensando di arrivare ai piedi del ghiacciaio, ma presto ci siamo resi conto che tra scendere al lago e risalire andava via troppo tempo e l'orario dei treni diventava sfavorevole. Alle 11:15 quindi abbiamo ripreso il regionale per St.Mortiz, usufruendo delle carrozze scoperte, nel primo treno non c’erano

  • 9343 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social