Bernina e non solo

Un giro sul meraviglioso Trenino Rosso del Bernina per un viaggio a contatto con la natura

  • di MARISOL
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Ultimo giorno di vacanza

Questa mattina piove un po', ma non importa, abbiamo già la nostra meta programmata: andremo a vedere il parco delle incisioni rupestri di Naquane. Prima di arrivare, facciamo una breve sosta ad Aprica per un caffè. Proprio a fianco del bar c'è un negozietto di souvenir, così curiosando un po' ci accoglie una signora anziana. Tra un acquisto e l'altro, sapendo che veniamo da Roma, chiama subito il marito e ci raccontano che ci sono stati anche loro una sola volta molto tempo fa. Sono veramente due persone simpatiche e gioviali ed in ultimo, dopo gli acquisti, ci regalano anche delle presine molto carine. Giungiamo al parco che custodisce rocce con incisioni preistoriche e protostoriche. Si possono ammirare 104 rocce di arenaria levigata dai ghiacciai delle zona. Questo fenomeno è unico ed il parco è stato riconosciuto patrimonio dellUnesco. Entriamo ed una ragazza che lavora qui ci fa da guida illustrandoci le immagini scolpite sulle rocce; in alcuni casi è molto difficile distinguere qualcosa, ma con il suo prezioso aiuto e le sue spiegazioni la visita è davvero interessante! Inoltre non piove più, anche se il cielo è coperto, per cui terminiamo la visita con tranquillità ringraziando la nostra guida improvvisata. Prossima tappa Ponte di Legno, un altro paesino caratteristico della zona, diventato famoso per altre vicende. Giriamo per le sue stradine anche se fa molto freddo. Abbiamo ancora un po' di tempo, per cui andiamo a visitare una cantina storica della zona: la tenuta La Gatta, poco fuori Tirano. Anticamente, nel '500, si trattava di un convento domenicano che poi divenne residenza della famiglia La Gatta. Da circa 40 anni è subentrata la famiglia Triacca che ha trasformato la tenuta in un luogo di degustazione per gli amanti dei vini valtellinesi. Ci aggiriamo visitando le cantine e la chiesetta antica. Rientriamo e ci prepariamo a gustare ancora una buona cena in hotel, poi prepareremo le valigie: domani si torna a casa.

La mattina siamo pronti presto: una buona colazione ed ancora un giro per il paese di Tirano prima di prendere la macchina per avviarci verso l'aeroporto di Malpensa. Lungo la strada siamo colti dalla pioggia. Giunti al lago di Como, ci fermiamo a pranzare al paesino di Colico, sperando che intanto il tempo migliori un po'. Invece continuiamo la strada con la pioggia, per cui non possiamo nemmeno fermarci lungo il lago.

La vacanza è veramente finita, ma è stata molto bella, abbiamo visto tante cose anche insolite, ma soprattutto siamo contenti di aver preso il famoso Trenino Rosso del Bernina!

  • 2433 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social