Estate in Trentino fra castelli medievali e panorami mozzafiato

Dal 15 al 17 agosto rievocazioni storiche a Spormaggiore. Poi escursioni in bici immersi nella natura

 

Tutto pronto a Spormaggiore per la tre giorni dedicata alla rievocazione storica con disfide, racconti e misteri che ruotano intorno alle rovine dell'imponente Castel Belfort, oggi proprietà del comune.

Si parte a Ferragosto con il corteo della principessa che attraversando i cinque comuni del comprensorio, Andalo, Cavedago, Fai Della Paganella e Molveno, narrerà racconti e leggende relative al castello. Il programma continua con la visita guidata alle mura e alla torre merlata del castello di Belfort. A seguire, il rievocativo spettacolo con falconiere e la cavalleresca disfida per la principessa, la cena dei frati, accompagnata dai racconti, e la prima parte dello spettacolo sulle mura. Domenica si riprende con la visita del castello, mentre spettacoli e musiche celtiche riporteranno i turisti all’epoca del medioevo. La cena del villaggio sarà accompagnata dalle musiche e dalla seconda parte dello spettacolo sulle mura, ultimo atto di questa affascinante rassegna nel castello di Belfort.

Immersi nella natura

Gli amanti della bici possono approfittare dell’occasione per percorrere in mountain bike uno dei percorsi enduro (T3T, T4T, T5T) del comprensorio della Paganella e ammirare, al contempo, il panorama mozzafiato offerto dalle Dolomiti del Brenta e dalla valle dell'Adige, con scorci del Garda, o pedalare su sentieri facili in compagnia della propria famiglia e godersi il semplice ma scenografico giro del Lago di Molveno, recentemente insignito delle 5 vele nella Guida Blu.

In occasione dei 150 anni dell'attraversamento della Bocca di Brenta vengono inoltre proposti pacchetti come il Dolotrek di Brenta, che include anche l'andata in seggiovia da Molveno all'Altopiano di Pradel e, per chi ama la natura in ogni suo aspetto, Conoscere le Dolomiti di Brenta, che include tra l’altro un'escursione nel Parco Naturale Adamello Brenta con Guida Alpina e un ingresso all’area faunistica dell’orso bruno a Spormaggiore. Infine, gli escursionisti dotati dell'attrezzatura adeguata potranno percorrere quella che è considerata una delle vie ferrate più belle di tutto l'arco alpino, l’Alta via delle Bocchette Centrali, un itinerario dal fascino primitivo che attraversa una delle zone più selvagge delle Dolomiti di Brenta.

  • 570 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social