Travolti da un insolito destino sotto l'azzurro cielo della Mongolia

Consigli per viaggiatori fai da te, che viaggiano senza guida, senza agenzia e che intendono visitare la Mongolia centrale

  • di anna&luca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Diciamolo! Il Viaggio in Mongolia, è un viaggio impegnativo, molto impegnativo e questo a detta anche dei turisti che abbiamo incontrato nel nostro percorso.

Con la semplice premessa che è stato il viaggio più bello della nostra vita, in questo racconto vorremmo però parlarvi più delle cose pratiche, di come aiutarvi a organizzarlo e soprattutto di quello che noi avremmo davvero voluto sapere prima di partire...

Sappiate che questi sono consigli per viaggiatori fai da te, che viaggiano senza guida, senza agenzia e che intendono visitare la Mongolia centrale.

Per raggiungere Ulaan Baatar si può scegliere tra Aero Flot e Air China, la maggior parte dei racconti di turisti per caso consigliano Aero Flot per i costi minori, invece noi abbiamo viaggiato con Air China sfruttando una super offerta da 880 euro. Attenzione che in alcuni scali dovete cambiare aeroporto e quindi dovete fare il visto cinese!

Una volta preso il biglietto non dovete fare altro che contattare un autista mongolo. Noi ci siamo affidati a Bayar, consigliatissimo in quasi tutti i racconti (bayaraa777@yahoo.com chiedete di viaggiare con Bughi). Quando lo contattate, dovreste già sapergli dire le date di arrivo e partenza e che zona della Mongolia volete visitare. Bayar ci è venuto a prendere all’aeroporto, ci ha sistemato per una notte a casa sua e ci ha portato a fare la spesa per il nostro viaggio.

La mattina dopo siamo partiti per la nostra avventura...

Spesa iniziale

Da non sottovalutare l’importanza della spesa che farete prima di partire. Più o meno si fa vita da campeggio, il vostro autista avrà un fornellino. Mal consigliati non abbiamo fatto una spesa molto intelligente e la conseguenza è stata che abbiamo digiunato parecchie volte. Sappiate che non troverete altri supermercati in tutto il viaggio, a parte dei mini negozi in mini mini città. Cercate di prendere della pasta con dei sughi pronti, caffè, te, biscotti o cose simili. A noi hanno fatto prendere del tonno in scatola (peccato che ci voleva l’apriscatole), verdura, frutta, formaggi (peccato che dopo 48 ore in macchina nel deserto del Gobi le abbiamo dovute buttare). Cibo Si mangia la carne di montone e poco altro. Punto. Se scopri (come a me) che il solo odore ti fa stare male avrai vita difficile. Vi assicuro che non riuscire a toccare il cibo che vi servono in una gher dove siete ospiti è davvero imbarazzante, imbarazzo superato dopo qualche giorno in cui ho pensato di spacciarmi per vegetariana. Non cambia granché sul lato pratico, i piatti che ti danno sono sempre gli stessi, però almeno vi sorridono quando vi vedono assorti nello scartare tutta la carne che c’è nella zuppa che vi hanno appena servito…

Ospitalità Quando si parla di ospitalità mongola, dobbiamo pensare a un concetto più puro di come la intendiamo noi occidentali. Non si compra, non si baratta, la loro ospitalità ti viene offerta, regalata. Dal posto per dormire in una gher, a una minestra calda, da una tazza di Airag per spezzare un lungo viaggio, ad un..(anche tre o quattro!) bicchiere di vodka.

Bevande sacre e profane

La vodka è considerata sacra, penso non ci sia davvero altro da aggiungere. La seconda bevanda della Mongolia è il famoso Airag. Tutte le famiglie nomadi che ci hanno ospitato nelle loro gher hanno un pentolone di Airag sulla stufa pronto da offrire. L’Airag è latte di giumenta fermentato, leggermente alcolico, un po’ acido con sapore di latte cagliato. Non eccezionale per un palato occidentale però da provare assolutamente.

Delizioso davvero invece lo yogurt di capra appena fatto

  • 11508 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. MEUCCIRICCARDO
    , 27/3/2013 19:20
    Ciao!
    Visto che quest'estate vado in Mongolia mi chiedevo se a Ulaan Baatar ci sono agenzie che noleggiano al momento oppure mi consigliate di prenotare qualcosa dall'Italia?
    Grazie
  2. tenikom
    , 28/1/2013 23:19
    ciao,
    ho letto la recensione sul sito di Bayar e l'interessante racconto su tpc.
    Il prossimo agosto sto pianificando un viaggio in Mongolia e volevo se possibile , avere qualche info e consigli in merito.
    Questo soprattutto per quanto riguarda proprio Bayar e se e’ bene richiedere un driver come ad esempio il vostro.
    Immagino che non parlino inglese generalmente o sbaglio?
    Grazie anticipatamente della risposta

    Gianluca
  3. carlita76
    , 20/6/2012 22:38
    Ciao ragazzi ho letto il vostro racconto e siccome la meta mi interessa tantissimo vorrei chiedervi, se possibile, che giro avete fatto e quali cifre chiedono al giorno per il nolo della jeep con conducente, benzina e guida.
    Sono appassionata Dell Asia e la mongolia mi manca .....tuttavia credo che i costi siano proibitivi se il viaggio viene fatto in solitaria...cosa a cui di solito l Asia si presta molto ed io faccio con piacere!vi chiedo inoltre se 16gg sono sufficienti .a presto
  4. valc
    , 1/6/2012 22:57
    Dev' essere stato un bel viaggio, ma sopratutto avventuroso! Mi ha sempre affascinato la Mongolia e non escludo di poterci andare a breve! Di solito organizzo i viaggi in totale autonomia, dalle varie prenotazioni ai vari spostamenti in vacanza con mezzo a noleggio. Ho letto nel tuo diario che voi vi siete affidati ad una guida locale per gli spostamenti! Tu pensi che possa essere fattibile spostarsi in autonomia con mezzo proprio senza guida? Ho letto anche che la guida non parla una parola di inglese, nel caso volessi prendere contatti con questa guida come faccio a farmi capire?
  5. annaluca
    , 11/12/2011 10:51
    cara Botola, mi ricordo del tuo commento dello scorso anno. Sono contenta di leggere che, nonostante sia passato del tempo, il tuo amore per i leone marini è rimasto immutato.
    Mi spiace dirti che non ne potrai avvistare in Mongolia, dovresti andare al largo delle coste della baya california, non so se ci sei mai stata , è un viaggio che merita soprattutto se fatto con le persone che ami ;-)

    PS... avrei dovuto avere con me un "piccolo zainetto", altro che apriscatole ti tiravo fuori da li. Di solito lo usavo per tenere il burrocacao e le gocce per la pressione !!!!
  6. botola
    , 9/12/2011 13:13
    Ciao!
    Vi avevo già scritto per il viaggio in Malesia... molto bello anche questo racconto.... ma volevo chiedervi... avete avvistato anche animali simili ai leoni marini, o no?
    Perché mi piacerebbe andarci, ma solo se riuscissi ad avvistare questi meravigliosi esemplari!

    Grazie e attendo con impazienza il prossimo racconto

    PS. Scusate la confidenza, ma comprare il tonno in scatola,,, senza apriscatola... bhe è un pò da babbi :)

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social