Festa della Musica e della Genetica

Turisti per Caso, ultimamente sul nostro sito abbiamo parlato spesso di <a href='/viaggi/itinerari/testotpc.asp?ID=12632'>Mongolia</a>: a proposito del <a href='/noi/tamtam/testo.asp?id=321'>montaggio della yurta</a> al raduno, dell'iniziativa natalizia "<a href='/noi/tamtam/testo.asp?id=265'>Nomadizziamoci!</a>" e del <a href='/noi/tamtam/testo.asp?id=310'>racconto appassionato</a> che ci ha inviato Marco C. Ora ne riparliamo, ...

  • di Silvia
    pubblicato il
 

Turisti per Caso, ultimamente sul nostro sito abbiamo parlato spesso di Mongolia: a proposito del montaggio della yurta al raduno, dell'iniziativa natalizia "Nomadizziamoci!" e del racconto appassionato che ci ha inviato Marco C. Ora ne riparliamo, per invitarvi tutti a partecipare a un'iniziativa che si terrà a Bologna dal 20 al 22 maggio 2007: il Festival della Musica e della Genetica, organizzato dalla European Genetics Foundation, in collaborazione con la Fondazione Mariani, l'Orchestra Mozart, il Comune di Bologna, l'Università e... Noi! Il 20, 21 e 22 maggio, infatti, sono in programma tre giornate aperte al pubblico organizzate insieme a Pat, Syusy e Martino. Per tutto il tempo sarà visitabile una mostra etnografica sulla Mongolia nella Sala del Quadrante di Palazzo Re Enzo (in Piazza Maggiore), mentre sarà proiettato nella Sala del Capitano il filmato di Syusy "Misteri per Caso in Mongolia". Una bella notizia per quanti tra di voi sentono la mancanza di Turisti per Caso in tv: il filmato è un inedito che documenta e racconta il viaggio di Syusy in Mongolia, seguendo il filo conduttore dell'evoluzione dei linguaggi della cultura e delle parentele biologico culturali tra i popoli.

Vediamo poi gli appuntamenti giorno per giorno: domenica 20 maggio, nel Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo la presentazione del libro "Gobi" di Roberto Ive, grande esperto di Mongolia che per molti anni è stato lettore di lingua italiana alla "Mongolian Arts University" di Ulaan Bataar. L'autore ci racconterà in prima persona le sue esperienze di viaggio nel deserto del Gobi, uno dei luoghi meno noti e più inaccessibili del nostro pianeta, accompagnandoci al suo interno anche grazie alle immagini del suo viaggio. Per pranzo poi, attorno alle 12.30, siete tutti invitati da Pat, Syusy e Martino a fare un Viaggio attraverso il cibo, tra cultura nomade mongola ed enogastronomia locale. Un viaggio nella storia attraverso la cultura del cibo di due diverse culture: quella nomade (mongola) e quella stanziale (emiliano-romagnola). Syusy, Pat e Martino introdurranno le portate: la gastronomia come valido pretesto per scoprire qualcosa in più sulla storia e sulla tradizione. Siete curiosi di conoscere il menu? Lo pubblicheremo in anteprima sul Giornale del Cibo! Anticipiamo solo che la tradizione nomade si intreccerà con quella stanziale, sia nelle pietanze che nel modo di mangiarle...

Nel pomeriggio altri due incontri dedicati alla Mongolia, la proiezione dell'avventura umanitaria in mountain bike attraverso il deserto dei Gobi di Gabriele Rossi e di un documentario di Dino De Toffol sui Taiganà, o uomini-renne, piccolo gruppo etnico di sole 180 persone che vive nelle impervie regioni dei monti Altai. Alle 21.00 un incontro molto affascinante dal titolo "La genetica svela i misteri", insieme a Pat e Syusy ci saranno Francesco Cavalli Sforza, il genetista Guido Barbujani e Adriano Forgione, direttore della rivista HERA. A seguire il concerto del quintetto Hosoo Transmongolia, originari dei monti Altai, dediti al canto armonico accompagnato da strumenti tradizionali: il violino con tastiera a testa di cavallo (strumento a corde tipico della Mongolia), il violino basso, l'oboe mongolo e altri vari strumenti a pizzico e a corde

Parole chiave
  • 367 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social