Finalmente Minorca

Le spiagge (da non perdere) e le dritte per mangiare bene

  • di mayissa77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

FINALMENTE MINORCA!

Erano anni che proponevo di andare a Minorca ma sistematicamente la meta proposta mi veniva bocciata dagli altri membri del gruppo.

Quest’anno che eravamo solo io ed il mio ragazzo FINALMENTE siamo riusciti ad andarci.

E devo dire di non essermi assolutamente pentita... anzi! Il mare dell’isola è qualcosa di spettacolare e indescrivibile!

Siamo partiti da Roma Fiumicino con volo Vueling (costo volo €200 x 2 persone) il 26 mattina alle 08.20 e ritornati con un volo Easyjet il giorno 03 agosto alle ore 09.10 (costo volo €220 x 2 persone).

Eravamo indecisi se affittarci una macchina o uno scooter, alla fine abbiamo optato per una macchina sempre noleggiata dall’ Italia. Abbiamo scelto l’Autonoleggio Hyper (totale noleggio €220 x 8gg). L’autonoleggio è a 5 minuti dall’ aeroporto ma è molto comodo in quanto ti mettono a disposizione un loro pulmino che fa avanti e indietro dall’aeroporto in continuazione. Pensavamo diventasse un problema il giorno della consegna della macchina, in quanto i loro uffici aprono alle 08.00 mentre noi avevamo il volo alle 09.10. La signora stessa dell’autonoleggio ci ha consigliato di andare prima a fare il check-in in aeroporto (apriva alle ore 07.00) e poi di andare da loro a consegnare la macchina. Cosi abbiam fatto e alle 08.20 eravamo in aeroporto pronti a rientrare in Italia.

Dopo varie letture su internet abbiamo optato per alloggiare 4 notti a Ciutadella e 4 notti a Es Mercadal al centro dell’isola. Devo dire che mai scelta è stata più azzeccata. In questo modo siamo riusciti a vedere con calma tutte le spiagge prima da un lato, poi dall’altro dell’isola.

A Ciutadella abbiamo alloggiato all’hotel Geminis (4 notti x 2 persone con colazione €394): hotel a conduzione familiare di 2 piani, con al max una quindicina di stanze, confortevole, silenzioso, pulitissimo e a ridosso del centro (5 minuti a piedi). I proprietari sono delle persone gentilissime, sempre propensi a fornire a chiunque qualsiasi tipo di consiglio.

A Es Mercadal, invece, abbiamo alloggiato all’Hostal Jeni (suite junior per 2 persone per 4 notti €525). Appena arrivati ci hanno fatto l’upgrade e quindi ci hanno dato una delle due suite che avevano a disposizione. Anche questa struttura l’abbiamo trovata silenziosa, pulita e con personale cordiale e sempre disponibile.

Dopo esserci documentati proprio su turisti per caso, ci siamo portati dall’Italia una mini borsa frigo (le placche alla sera al ritorno dal mare le lasciavamo al personale dell’albergo che ce le mettevano nei loro congelatori. Pensavamo di essere gli unici a fare cosi, invece abbiamo scoperto che tutti facevano in questo modo) perché le spiagge più belle e comunque quasi la totalità delle spiagge non sono attrezzate. Al mattino andavamo a fare la spesa al supermercato, compravamo tutto l’occorrente e poi partivamo alla volta delle spiagge. Abbiamo anche comprato l’ombrellone, anche se prima di comprarlo (ma noi non lo sapevamo) chiedete sempre al personale dell’albergo se ne hanno qualcuno, perché abbiamo scoperto che tutti gli ospiti dell’albergo prima di partire lasciamo i loro ombrelloni all’albergo. Ne hanno milioni!!! L’hotel Geminis aveva anche delle sedioline da spiaggia!

E’ importante sapere che a Minorca, anche se sulla cartina 2 spiagge possono sembrare vicinissime in linea d’aria, in realtà non lo sono perché spesso si deve ritornare sulla strada principale che taglia in due l’isola e poi imboccare la strada che porta all’altra spiaggia. Spesso poi dal parcheggio si deve camminare per 20/ 30 minuti per raggiungere le spiagge/ cale, attraverso strade non asfaltate e sterrate. Però ragazzi, ce l’ho fatta io che ho problemi ad un ginocchio! E dovevate vedere: anche se la strada era sterrata e c’era da camminare per 30 minuti, c’erano tantissimi bambini piccolini che camminavano più veloci di me! Per lo più erano bimbi stranieri, visto che per me le mamme italiane non si sarebbero mai permesse di far fare tutta quella strada a dei bambini cosi piccoli (scusate la vena polemica)

  • 94406 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social