42 metri sopra lo Yucatan: la piramide di Cobà

Martedì 18 aprile. Finalmente arrivano le vacanze!!! Non vedevo l’ora…era da qualche mese che aspettavo questa super vacanza…sono Martina, io e il mio ragazzo Andrea partiamo da Ponzano Veneto alle ore 7.50 del 18 aprile 2006 verso l’aeroporto di Bologna. ...

  • di andreamarty2006
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Martedì 18 aprile.

Finalmente arrivano le vacanze!!! Non vedevo l’ora...Era da qualche mese che aspettavo questa super vacanza...Sono Martina, io e il mio ragazzo Andrea partiamo da Ponzano Veneto alle ore 7.50 del 18 aprile 2006 verso l’aeroporto di Bologna. Il cielo è coperto di nuvole e pioviggina un po’. Il decollo è previsto per le ore 14, ma a causa ritardi partiamo alle 16.30. Il volo diretto Bologna – Cancun, con il charter della Blue Panorama, è abbastanza lungo, 12 ore scarse, ma passa tranquillamente: durante il tragitto ci servono i soliti spuntini che hanno il sapore del cibo di plastica, ma per fortuna io e il mio amore ci siamo portati via una super pasta fredda con tonno e pomodorini...Buonissima... Andrea continua a dirmi che non ho idea di cosa siano i caraibi e che lo capirò solo arrivata lì...Lui era già stato ai Caraibi, ed era stato anche in Messico nel 2004...Quindi ho una buona guida... Sono davvero emozionata: questo è il mio primo viaggio con mio moroso, ed è pure la prima volta che attraverso l’Atlantico...Sono contentissima della vacanza appena cominciata e lo sono ancor di più per avere un moroso così speciale. Inoltre oggi è il mio primo giorno da non fumatrice.

Poco prima di atterrare a Cancun, verso le 21 ora locale, dall’alto vediamo dei piccoli incendi sparsi (ci dicono che siano piccoli incendi provocati da mozziconi di sigarette...Mah!); per il resto si vede tutto nero: neanche una luce, è tutta foresta. Finalmente tocchiamo terra, siamo arrivati in MESSICO!! Dall’aeroporto abbiamo un’ora e mezza scarsa per arrivare al villaggio. Alle 23.20 siamo al VERACLUB GRAND OASIS di Akumal. Ceniamo di corsa e poi subito una doccia veloce...Abbiamo una gran voglia di vedere il mare e sentirne il profumo...La sabbia è fresca, il vento soffia forte, il cielo è pieno di stelle così grandi e luminose che sembra quasi di toccarle, e la luna si specchia nel mare: è una vista che toglie il respiro! La temperatura è molto gradevole e l’acqua è calda...Non ho parole per dire quanto bello è fare il bagno a mezzanotte nudi, nel mar dei Caraibi...Dopo poco che ci siamo vestiti passa il guardiano del villaggio: che fortuna, l’abbiamo schivato per un pelo! Poi andiamo in camera...Contentissimi...Di notte lasciamo le finestre aperte: abbiamo voglia di farci svegliare dalla luce del sole la mattina seguente...La vacanza è veramente iniziata!!! Alla fine del racconto c’è il link per vedere le nostre foto e il nostro indirizzo mail Mercoledì 19 aprile.

A causa del fuso orario ci svegliamo prima delle 6. E’ bello svegliarsi prima che sorga il sole, anche se è già chiaro...Ma è ancor più bello aprire gli occhi e vedere che al mio fianco c’è la persona che amo. Verso le 7 scendiamo al ristorante per una mega colazione: l’aria di mare ci ha già messo una fame da lupi! Appena arrivati, una vista spettacolare sul mare mi toglie il respiro: ora, per la prima volta vedo, davanti ai miei occhi, il mar dei Caraibi alla luce del sole...Il mare è un po’ mosso, ma di un azzurro così chiaro che non c’è memoria nella mia mente, e poi un po’ al largo si vedono le onde che si infrangono sul reef, e dove il mio sguardo si perde all’orizzonte l’acqua si colora di blu scuro...Non mi posso perdere neanche un minuto di questa splendida vista, per cui si decide di consumare la colazione all’aperto...È tutto a buffet e c’è solo l’ imbarazzo della scelta...Mi viene voglia di assaggiare tutto, dalla frutta ai dolci ai cibi salati...Per non parlare delle coloratissime caraffe di spremute di frutta fresca...Fantastico l’all’inclusive della Veratour! Dopo i piaceri della tavola io e Andrea decidiamo di fare una bella passeggiata sul lungomare. È una piacevole sensazione camminare sul bagnasciuga, e passo dopo passo godere della vista del mare: i suoi colori cambiano di continuo, e anche quando una piccola nuvola oscura il sole è sempre emozionante vedere il mare. Gli ultimi uragani si sono portati via tantissima spiaggia, a volte dalla sabbia affiorano anche sassi e rocce, e la spiaggia è molto stretta, soprattutto davanti ai villaggi a sud del nostro, cioè verso Tulum. Al ritorno dalla passeggiata ci concediamo una seconda meritata colazione, e poi via sui lettini per un bagno di sole cocente già alle 8 del mattino. Ma non basta starsene distesi come due lucertole, manca qualcosa per completare il tutto: una pina colada...E poi una tequila sunrise...Chissà perché qui in Messico gli alcolici hanno tutto un altro sapore rispetto a quelli che si bevono da noi, e soprattutto non si sente l’alcool...Evviva il CARIBE!.

  • 3576 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social