Il mio Messico

Eccomi qua a raccontare il mio viaggio sperando di essere utile anche io a chi deve partire come mi sono stati molto utili i racconti da me letti! Partenza il 2 Settembre da Malpensa alle 10.00 di mattina con Alitalia ...

  • di Giuseppe Ciancia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Eccomi qua a raccontare il mio viaggio sperando di essere utile anche io a chi deve partire come mi sono stati molto utili i racconti da me letti! Partenza il 2 Settembre da Malpensa alle 10.00 di mattina con Alitalia scalo a Miami e ripartenza con la Mexicana air per Cancun arriviamo alle 18.00 ora locale DFopo la trafilia di rito per il controllo passaporti andiamo a ritirare la macchina prenotata dall’italia alla Hertz che è a 50 metri dall’uscita dell’aeroporto la macchina è una Atos piccolina ma lo sapevamo speriamo che ce la faccia e via per Cancun dove abbiamo prenotato un albergo Hotel Resort Cancun l’unico dall’Italia sul prezzo al giorno siamo incerti abbiamo chiesto quando volevano al giorno ci hanno sparato 130 dollari a testa ma noi ci ricordiamo che l’agenzia ci aveva chiesto 40 dollari a testa dall’Italia va beh una cosa e sicura lo scartiamo per gli ultimi giorni di mare alla fine della vacanza) ci dirigiamo verso la zona Hoteleria facciamo un po’ fatica a capire com’è organizzato la città dopo un po’ di peripezie riusciamo a trovare l’albergo e proprio bello e c’è anche la colazione all’americana la mattina. Abbiamo prenotato per due notti il giorno dopo infatti avevamo pensato che volevamo sia riposarci e fare il punto della situazione per l’inizio della nostra avventura e capire con gli occhi dove siamo infatti siamo arrivati alle 20.30 all’albergo. Di fronte al albergo c’è un piccolo supermercato compro dell’acqua e qualche biscotto e poi subito a letto il viaggio ci ha spossato 22 ore (c’era lo scalo).

3 Settembre Giornata passata a girovagare per Cancun e cercare di capire la città capiamo che la zona hotelleria e la zona prettamente turistica piena di pub e mega centri commerciali meta prettamente degli statunitensi andiamo invece in centro qui invece c’è il paese dei messicani compriamo in un supermercato una bella cartina del messico (ci siamo resi conto che con le cose che avevamo portato dall’italia non erano sufficienti) vediamo che qui i negozi hanno prezzi più accessibili e che se si vuole comprare roba di marca tipo levis 501 si fanno ottima affari costano 40 euro e tanta altre cosi tipo scarpe da ginnastica firmate reebok nike a prezzi proprio ottimi a noi cmq. Non interessano non compriamo niente non erano in programmi spese di questo genere, il pomeriggio lo passiamo tra spiaggia e piscina dell’albergo veramente notevole e la sera riandiamo a Cancun centro per mangiare troviamo un talent scout e decidiamo di andare a mangiare per il ristorante per cui lavora non ricordo neanche il nome si mangia discretamente e per la media della vacanza spendiamo tanto 350 pesos ma siamo a Cancun poi andiamo a nanna domani si parte!!!!!!! 4 Settembre decidiamo di seguire l’itinerario che hanno seguito altre due coppie di turisti per caso e ci dirigiamo verso Merida prima però tappa a chichen itza entriamo in autostrada 180D, ingresso come previsto 180 pesos in entrata e 45 pesos in uscita. Arriviamo a Chichen Itza abbastanza presto cosi da evitare il caldo e la mandria di turisti provenienti dai villagi..Si riconoscono dal braccialetto. Il parcheggio nel sito costa 10 pesos e l'entrata 90 pesos a testa.

Visitiamo il sito e il primo che vediamo e quindi tutto ci sembra fantastico facciamo una barca di foto nel sito e pieno di indios che vendono prodotti fatti da loro si suppone (anche se durante il nostro viaggio abbiamo beccato dei commercianti che scarivano merci agli indios dai loro furgoni il dubbio rimarrà!!!) iniziamo gli aquisti e compro due coperte piccole multi colori contratto e riesco (penso) a farmi fare un buon prezzo 300 pesos tutte e due giriamo e poi di decido di andare in contrattazione per la coperta più grande multicolore da un altro indios senza che me ne accorgo la richiesta finale è 150 pesos la compro e mi rendo conto che la prima indios mi ha fatto fesso va beh tutta esperienza usciamo dal sito e mi dirigo verso merida riprendo l’autostrada ed intano siamo un po’ preoccupati da adesso in poi dovremmo trovarci posti per dormire sempre da noi. Entriamo in questa grande città fa un milione di abitanti fortunatamente abbiamo anche la mappa della città e abbiamo visto che la strada 60 e quella che porta in centro la seguiamo e quando capiamo che siamo in centro (i centri si riconoscono da mega chiesa e grossa piazza più delle volte utilizzata per mercati) nella strada 67 incorcio con la 60 trovo un primo albergo, dopo un momento di panico dove non è riusciamo ad individuarne neanche uno, entro contratto il prezzo 300 pesos con aria condizionata è carino e pulito il nome non lo ricordo ci docciamo e usciamo per fare un giro in centro ci rendiamo conto che nel giro di tre strade tipo n.68 n.65 e pieno di alberghi ed hotel in pratica avevamo solo l’imbarazzo della scelta; è Domenica e nella piazza c’è una festa sembra un matrimonio ci sembra strano che lo festeggino così mangiamo in un ristorante che da nella piazza centrale lo scegliamo un po’ rozzo perché vogliamo provare i primi veri sapori Messicani c’è un piatto che sembra riassumi tutti i piatti yucatechi a me è piaciuto, mia moglie mi continuerà a dire che nella classifica finale è il posto dove ha mangiato meno bene ha le donne!!! Il nome del ristorante non lo ricordo ma nella piazza ne è pieno ed i prezzi si equivalgono noi spendiamo 180 pesos e si va a dormire

  • 219 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social