Messico on the road fra Maya e mare

Yucatan, Chapas e Quintana Roo fai da te

  • di Paolo P81
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Consigli generali

· Moneta: potete prelevare direttamente nei caselli ATM delle città. Noi non abbiamo riscontrato nessun problema per prelevare, pagando una commissione misurata. Esistono anche diversi uffici di cambio, ma sono frequenti solo nella riviera maya più turistica (playa del carmen-cancun). Al momento del nostro viaggio il cambio era dato circa 1€ = 20 pesos. Accettati quasi ovunque sono anche i dollari americani, ed il consiglio è proprio quello di partire con qualche dollaro in tasca per le emergenze.

· Valigia: partite leggeri, in Messico fa parecchio caldo e ci sono tantissime cose che potreste voler portare a casa, quindi il consiglio è partire con un considerevole margine di alloggiamento nel bagaglio.

· Volo: abbiamo volato con Neos, con un volo diretto (o quasi) da Milano Malpensa, acquistando i biglietti circa 4 mesi prima spendendo circa 750 € a testa comprensivo della solita assicurazione. Il consiglio è: prima riuscite a prendere i biglietti, meglio è!

· Assicurazione sanitaria: è la classica cosa che quando si fa, non si usa mai, e quindi il consiglio è proprio fatela sempre.

· Guida: sempre e solo Lonely Planet, esiste una versione di Yucatan e Chapas del 2015 quindi relativamente aggiornata e attendibile.

· Strutture: noi abbiamo prenotato tutte le strutture dall’Italia con Booking.com e non abbiamo riscontrato nessun problema. O meglio, qualche sorpresa l’abbiamo trovata, qualche volta positiva altre volte un po’ meno, ma anche questo fa parte del viaggio.

· Itinerario: verificate che esistano sempre almeno 2 opzioni di percorso per raggiungere la vostra meta, in quanto in caso di proteste/imprevisti (non così rari in Messico..) avrete il piano B. In caso contrario, il consiglio è quello di non prenotare l’eventuale struttura in cui volete pernottare ma di partire con qualche contatto di struttura da ricercare direttamente in loco.

· Benzina: in Messico i distributori sono poco frequenti e non tutti sono riforniti quindi ogniqualvolta arriviate a metà serbatoio fate il pieno di benzina nel prossimo distributore che incontrerete.

· Propina: ovvero la mancia. Viene richiesta praticamente ovunque ed è prassi lasciarla. (§non serve rovinarsi, bastano qualche pesos)

1 GIORNO: MILANO-CANCUN-VALLADOLID

Volo Neos da Malpensa in programma per le ore 10, con un breve scalo “tecnico” a Freeport Bahamas. Per il volo tutto bene, tranne per lo scalo che non era molto tecnico, nel senso che sono stati scaricati alcuni passeggeri e caricati altri. Siamo arrivati a Freeport con 1 ora di anticipo e terminate tutte le fasi di carico-scarico ed attesa via libera siamo ripartiti in direzione Cancun con 1 ora di ritardo…

Arrivati a Cancun, terminati i controlli dei documenti e ritiro bagagli entriamo nella hall in cerca di un banco della America Car Rental dove avevamo prenotato, dall’Italia, una autovettura per l’intera durata del viaggio. Il noleggio macchina è molto conveniente in Messico, rispetto all’italia almeno: 14 giorni di noleggio, auto intermedia, assicurazione supplementare per azzerare franchigia, il tutto a circa 350€.

Non trovando nessun banco della America Car Rental, usciamo dal terminal e siamo investiti dal clima caldo-umido di Cancun disorientandoci un attimo. Appena fuori dal terminal troviamo 30 addetti di altrettante agenzie/tour operator/alberghi/resort in attesa dei turisti appena sbarcati

  • 48784 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social