Mexico lindo

Viaggio in Yucatan e Quintana Roo tra Natale e l’Epifania…

  • di imperodelleluci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Approfittando di una buona offerta British Airways da Venezia a Cancùn, siamo partiti per una vacanza “on the road” tra Yucatan, Campeche e Quintana Roo. L’unica condizione era dover trascorrere la vigilia di Natale a Londra perché il volo per il Messico partiva il 25 dicembre mattina. Siamo quindi arrivati a Londra il 24 Dicembre nel pomeriggio, abbiamo fatto un giro e poi cenato a Covent Garden in un ristorante molto carino che avevo prenotato (Covent Garden Grill), pernottato vicino a Victoria Station dove il 25 mattina abbiamo preso l’autobus sostitutivo al treno che porta fino a Gatwick (a Natale i mezzi pubblici a Londra non funzionano) e ci siamo imbarcati. E’ stato fantastico lasciare Londra coperta di neve ed arrivare a Cancun con 25 gradi…

Usciti dall’aeroporto dopo esserci spogliati di maglioni e sciarpe, abbiamo preso uno shuttle bus che con circa 15 usd a testa ci ha portati al nostro hotel, un piccolo resort all inclusive nella Zona Hotelera occidentale di Cancun, il Temptation Resort. La struttura è bella e nuova, non troppo grande e molto ben tenuta: ci sono un paio di ristoranti, una bella spiaggetta, mare azzurrissimo, alcune piscine, senza l’esagerazione degli enormi resort vicini. Abbiamo pernottato qui una sola notte, festeggiando le ultime ore natalizie con un mojito a bordo piscina… impagabile!

si parte!

Il giorno seguente dopo esserci abbuffati al buffet e aver preso un po’ di sole in spiaggia siamo andati a ritirare la macchina all’Avis del Cancun Isla Mall e siamo partiti alla volta di Valladolid. Per raggiungere questa città da Cancùn ci sono due alternative: l’autostrada a pagamento e la statale. Noi ovviamente abbiamo optato per la seconda, pentendocene amaramente: la strada è dissestata, disseminata di “topes” (i dissuasori di traffico che si trovano numerosi al centro di ogni paese e costringono a rallentare molto) e facendo buio presto non si vedono bene le indicazioni perché ovviamente non è illuminata. Mettiamoci pure che non avendo mai guidato in Messico prima non eravamo ancora avvezzi a quel tipo di strada, morale: ci abbiamo messo più di 3 ore per fare 150 km. Arriviamo verso le 19.00 al nostro hotel Meson del Marqués, che si affaccia proprio sulla piazza principale di Valladolid. Si tratta di una bella casa tipica messicana, con tanto di patio, piscina e giardinetto. Le camere, arredate in stile locale, non sono lussuose ma pulite, e c’è il vantaggio di poter cenare al ristorante dell’hotel nel bel patio.

verso le rovine

Il giorno seguente facciamo un rapido giro in centro (carino ma niente di speciale) e ci dirigiamo verso le rovine di Chichén-Itzà. Purtroppo non abbiamo avuto tempo di visitare qualche cenote nella zona ma pare ce ne siano di molto belli… Non mi soffermerò molto a commentare le rovine di Chichén-Itzà perché le guide ne parlano ampiamente: posso solo dire che senz’altro meritano un paio d’ore di visita anche se, forse a causa dell’influenza turistica troppo impattante, non sono state le nostre preferite. Dopo pranzo siamo partiti alla volta di Mérida, deviando per Izamal, altrimenti detta “La Ciudad Amarilla” (la città gialla) per il caratteristico colore dei suoi edifici principali. Sulla bella piazzetta si affaccia il Convento de San Antonio de Padua, uno dei primi monasteri fondati nell’America Latina, ma oltre alle tracce cattoliche rimangono anche le rovine di tre piramidi Maya, parzialmente distrutte dai conquistadores ma ancora visibili. Appena arrivati alla piazza principale un gentile signore, in cambio di una mancia, non solo vi terrà d’occhio la macchina, ma vi darà anche una piantina delle principali attrazioni del luogo e qualche indicazione storica. Ripresa l’auto arriviamo a Mérida, al nostro delizioso hotel in zona centrale: si tratta di un antico convento di frati (La Mision di Fray Diego) con belle camere, spaziose e pulite, piscina, bar e un prezzo davvero conveniente (circa 50 €/notte per una doppia con colazione e cocktail di benvenuto). Il valet service parcheggia la macchina e la riporta appena necessario. La sera siamo andati a mangiare un bel piatto di Mole Poblano (pollo al cioccolato) al Pòrtico del Peregrino, in una laterale del centro: i prezzi sono davvero buoni (circa 10 € a testa per un bel piatto e una birra) e il ristorante è molto carino

Annunci Google
  • 4039 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social