Un Mundo de Colores

Un viaggio attraverso i colori, gli odori e i sapori del centro America. Un percorso zaino in spalla che ci ha portato attraverso tre stati meravigliosi e complessi, ciascuno con le sue peculiarità e le sue caratteristiche. Dall'oceano Pacifico al ...

  • di Eletravel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Un percorso zaino in spalla che ci ha portato attraverso tre stati meravigliosi e complessi, ciascuno con le sue peculiarità e le sue caratteristiche. Dall'oceano Pacifico al mar dei Caraibi, dalla città di Antigua a San Cristobal de Las Casas, dai sorrisi dei guatemaltechi alla rilassatezza dei beliziani. Un viaggio di arricchimento e di scoperta, un bagaglio di conoscenza che mi porterò sempre appresso.

ITINERARIO

Ø 7 agosto: arrivo a Guatemala City (Guatemala)

Ø 8 agosto: Antigua (Guatemala)

Ø 9 agosto: Antigua (Guatemala)

Ø 10 agosto: Panajachel (Guatemala)

Ø 11 agosto: Panajachel (Guatemala)

Ø 12 agosto: Chichicastenango (Guatemala)

Ø 13 agosto: San Cristobal de Las Casas (Messico)

Ø 14 agosto: Boca del Cielo (Messico)

Ø 15 agosto: Boca del Cielo (Messico)

Ø 16 agosto: Boca del Cielo (Messico)

Ø 17 agosto: Palenque (Messico)

Ø 18 agosto: Tulum (Messico)

Ø 19 agosto: Tulum (Messico)

Ø 20 agosto: Tulum (Messico)

Ø 21 agosto: Mahahual (Messico)

Ø 22 agosto: Mahahual (Messico)

Ø 23 agosto: Caye Caulker (Belize)

Ø 24 agosto: Caye Caulker (Belize)

Ø 25 agosto: Caye Caulker (Belize)

Ø 26 agosto: Flores (Guatemala)

Ø 27 agosto: Tikal (Guatemala)

Ø 28 agosto: Antigua (Guatemala)

Ø 29 agosto: volo di ritorno da Guatemala City (Guatemala)

CAMBI

Guatemala à1 Quetzal =0,10 € circa

Messico à 1 Peso =0,06 € circa

Belize à 1 $ Beliziano =0,4 € circa

7 AGOSTO

Alle 9 del mattino la mia compagna di viaggio Monica, ed io, ci imbarchiamo a Linate, iniziando così il lungo viaggio che ci condurrà a Guatemala City. Dopo un cambio a Francoforte ed uno a Houston atterriamo finalmente in Guatemala. Ad attenderci all’aeroporto, alle 21 ore locali (8 ore di fuso), c’è il pick up prenotato dall’Italia per andare direttamente ad Antigua, ed evitare così di dormire in una città sulla quale tutti mi avevano messo in allerta a causa dell’altissimo tasso di criminalità. Il pick up ci porta all’Hotel Yellow House dove abbiamo prenotato le prime 3 notti. Costo pick up: 350 Q. Costo notte a camera Yellow House: 140 Q. La nostra sistemazione ci fa subito un’ottima impressione. La nostra stanza si trova sulla bella terrazza della guest house, proprio come avevo richiesto. L’hotel, sebbene abbia i bagni in comune, si confermerà un’ottima scelta per la pulizia, la posizione e il personale molto cordiale.

Distrutte dal lungo viaggio, intorno alle 23 andiamo a letto.

8 AGOSTO

Sveglia prestissimo causa fuso orario. Dopo un’ottima colazione, inclusa nel costo della camera, partiamo alla scoperta di Antigua. Camminiamo tra strade ampie e ciottolate e case basse i cui muri sono tinteggiati con colori vivaci. Raggiungiamo facilmente la via principale dalla quale si può godere di uno scorcio incantevole: imponente, si staglia infatti il Volcan de Agua che, silenziosamente, sorveglia dall’alto l’intera città. La via è ricca di ristoranti, hotel e bazar. Monica ed io ci innamoriamo dei bracciali, collane e anelli fatti con le perline colorate. La via principale conduce al Parco Centrale, una graziosa piazza brulicante di persone, caratterizzata da un maestoso palazzo in stile coloniale. Antigua è stata dichiarata nel 1979 patrimonio dell’Unesco. Decidiamo di perderci per le vie colorate, anche perché la città non è grossa e non c’è sicuramente il rischio di perdersi. Intorno alle 14 purtroppo inizia a piovere. Noi ancora non lo sappiamo, ma sarà solo il primo dei nostri tanti incontri con la pioggia qui in Guatemala. Le persone del posto ci spiegano che in questa stagione, tutti i giorni, intorno alle 14/15, inizia a piovere e spesso non smette più sino al mattino dopo. Ci rifugiamo sulla splendida terrazza del nostro hotel dove possiamo goderci anche un po’ di relax. Ci confrontiamo sul fatto che la prima impressione che abbiamo avuto dei guatemaltechi è molto positiva: cordiali, sorridenti e gentili. Decidiamo di prenotare l’escursione per il giorno seguente direttamente nell’hotel che ha anche un servizio di agenzia viaggi. Paghiamo 130Q a testa per la visita al vulcano Pacaya. Acquistiamo inoltre i biglietti dello shuttle che, il 10 agosto, ci condurrà sul lago Atitlan (65Q a testa). Ceniamo in un posto suggerito dalla Lonely Planet e scopriamo che qui la cena si fa molto presto: alle 20.30 infatti siamo le ultime clienti e i camerieri stanno già riordinando il locale per la chiusura

  • 24319 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social