Yucatan: Un cenote assolutamente da non perdere

Sono passati ben 5 anni ma chi se lo dimentica! Un posto assolutamente da non perdere. Siamo nella regione dello Yucatan, lungo la Costa Maya, tra Playa del Carmen e Tulum (direzione sud), guardando a destra dove sventolano bandiere bianche ...

  • di Lavinia Ciucci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 
Annunci Google

Sono passati ben 5 anni ma chi se lo dimentica! Un posto assolutamente da non perdere. Siamo nella regione dello Yucatan, lungo la Costa Maya, tra Playa del Carmen e Tulum (direzione sud), guardando a destra dove sventolano bandiere bianche e rosse: BUSEAR EN EL CENOTE DOS OJOS c'e' scritto. Non si tratta di un luogo solo per amanti della subacquea, ma delle emozioni e dell'avventura. Si possono fare immersioni o semplice snorkeling dentro delle grotte sotterranee, tipiche del territorio dello Yucatan, i cenotes appunto. Acqua dolce, fresca e cristallina offre il piu' bello e famoso cenote della zona, Dos Ojos (Due occhi) , che e' collegato ad un sistema di altri cenotes sotterranei per circa 100 km. L'emozione e' pari ad una immersione in Italia nelle Grotte di Frasassi , solo con le grotte ricolme di acqua.

Si lascia l'auto propria nel parcheggio della struttura centrale, dove si monta su buffi fuoristrada che in 15 minuti conducono ad una zona semi sperduta. Improvvisamente un buco nella terra, se sei ciccione neanche ci passi! Una scala in verticale ti porta giu' di 10 metri e li' ti si apre un mondo precluso al turista meno attento. Da sopra i ragazzi del centro ti calano bombole, pinne, maschere, boccaglio e macchine fotografiche. Con un po' di coraggio ci si getta in acqua (fresca) e ci si chiede: ma dove sono mai finito? che succedera' ora? dove mi porteranno?gli snorkelers se ne vanno a sinistra, i divers a destra ed io ero tra questi. Non si scende mai piu' di 6 o 7 metri, c'e' una sorta di filo di arianna perenne che ti indica il percorso da seguire ma la guida esperta ti conduce in incavi e grotte ove da soli non si andrebbe mai. Si nuota o meglio SI VOLA tra stalattiti e stalagmiti bianchissime e l'acqua ti da un senso di onnipotenza: ti senti un po' Icaro! Le sfiori, le guardi da vicino , le fotografi. Poi la guida spegne la torcia e tutto diventa buio: se fossi sola potrei morire perdendomi alla disperata ricerca dell'uscita. Poi la riaccende e scorgi una pinna dei nuotatori che 6 metri piu' su stanno facendo lo stesso giro, ma in superficie. Una sensazione unica, devo ammettere dopo 100 immersioni in mare un po' in tutto il mondo, mai provata cosi'. E' valsa il viaggio, se poi accompagnata dalla bellezza di siti archeologici come Tulum, Chichenitza, Coba ed Uxmal, il massimo. Un itinerario fuori dalle righe. Per chi dovesse soggiornare a Playa del Carmen o Tulum il Cenote Dos Ojos e' un MUST.

Annunci Google
  • 14942 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social